Avvisi Eventi

Insieme per dire NO alla Violenza sulle Donne

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Le condizioni meteo avverse della corsa settimana hanno ostacolato la fiaccolata prevista per il 25 novembre, ma non hanno impedito, a una settimana di distanza, la volontà di scendere in strada per dire BASTA!

Un’occasione per rompere il Silenzio che troppe volte uccide.

Un’occasione per far capire, per non essere estranei, per non rimanere impassibili al fenomeno.

I membri del Progetto “NondaSola”, le istituzioni scolastiche, insieme all’Amministrazione Comunale vi aspettano Venerdì 2 Dicembre alle ore 18.00 in Piazza Olmo per partecipare alla fiaccolata contro la Violenza sulle Donne che convoglierà in Piazza Marina Grande.

Il traffico veicolare subirà rallentamenti dalle ore 18.00 alle ore 19.30.

 

nondasola-avviso-fiaccolata-2-dicembre-2016

 

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

66a Sagra del Mare: aperte le iscrizioni per l’elezione di Graziella 2016

Sono aperte le iscrizioni per l’Elezione di Graziella 2016.

Per la partecipazione sono necessari i seguenti requisiti:

  1. Età compresa tra i 15 ed i 25 anni.
  2. Avere la disponibilità di un costume originale in tutte le sue parti che sarà valutato da apposita Commissione Comunale (si precisa che il vestito originale sarà indossato esclusivamente nella serata finale dell’elezione di Graziella 2016).
  3. Essere nubili.
  4. Essere nate a Procida o figlie di almeno un genitore procidano o essere residenti a Procida da almeno dieci anni.

Le candidate a “Graziella” saranno rappresentative della Grancia di appartenenza.
Sono altresì aperte le iscrizioni per la partecipazione al Corteo delle Grazielline.
Le domande devono pervenire presso L’Ufficio Turismo entro le ore 14,00 di venerdi 8 luglio 2016.

L’ASSESSORE CULTURA ED EVENTI
Nicola GRANITO 

IL SINDACO

Dott. Raimondo Ambrosino

Le grazielle dell’edizione 2015 (ph. by Tommaso Lubrano)

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso 

Convegno “Il mare flegreo: conoscere, tutelare e valorizzare”

 

Martedì 28 giugno 2016 alle ore 17.30, presso l’Auditorium dell’impianto di depurazione di Cuma, si terrà il convegno “Il mare flegreo: conoscere, tutelare e valorizzare”. Parteciperanno i rappresentanti della Regione Campania, della SMA Campania, dei Comuni di Monte di Procida, Bacoli, Pozzuoli, Procida nonché esperti del settore.

Sarà un ulteriore momento di analisi e confronto sulle strategie da adottare per la valorizzazione della risorsa mare e, più in generale, di tutte le risorse naturalistiche, culturali e produttive non solo del nostro territorio isolano ma di tutto il territorio dei Campi Flegrei.

Si discuterà di come migliorare il sistema depurativo, di come monitorare lo stato di salute del mare, di come sviluppare le attività produttive legate alla risorsa mare: dalla pesca alla mitilicoltura, dal turismo ai percorsi enogastronomici, ed infine, di come valorizzare i parchi archeologici naturali e marini del territorio.

L’incontro è pubblico per cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare

a cura della redazione di Vivere Procida

 
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

MISTERI: i volti della Passione

Chi ama Procida non riesce a prescindere da quel momento magico che è la processione del Venerdì Santo, che anche quest’anno attraverserà le strade del centro storico dell’isola. Gianlorenzo Di Gennaro Sclano, architetto ed urbanista, il cui nonno era procidano, fin da bambino ha vissuto la dimensione dell’isola  in tutti i suoi numerosi e variegati aspetti, scoprendone le suggestioni ambientali e paesaggistiche, quelle contadine e marinare, ma sempre ha intravisto  nelle rovine di Terra Murata  e nelle tradizioni religiose, che di secolo in secolo si sono tramandate fino a giungere a noi arricchite dalla sensibilità sempre nuova  dei giovani, quel processo inarrestabile di trasformazione e di ricerca che caratterizza il cammino nel tempo di ogni comunità.  

In quanto architetto ed urbanista ne ha letto l’impatto ambientale, le connessioni temporali distruttive o compositive, ma in quanto artista è andato alla ricerca di quella interiorità misteriosa e spesso imprevedibile che caratterizza ogni espressione della vita umana.

Egli ha intravisto soprattutto nei volti e negli sguardi di quanti si dedicano alla realizzazione del corteo del Venerdì Santo, qualcosa di misterioso e spesso inafferrabile: quei moti dell’animo che  sempre danno la dimensione più vera della partecipazione ad un evento, che è impegno condiviso, ricerca comune, comunione di intenti e di sforzi e che trascendono lo stesso corteo.

Per Gianlorenzo Di Gennaro Sclano il Venerdì Santo procidano è la polla sorgiva di un movimento collettivo che bolle nel sangue di intere generazioni e che dice amore, dolore, inadeguatezza, crisi, fallimento, rinascita, vitalità, tutte espressioni dell’unico volto del Cristo storico, ammazzato fuori le mura come il peggiore degli assassini e trasportato abraccio con intensa commozione.

Sì, i volti di quanti vivono da protagonisti il corteo, trafiggono i volti degli spettatori e  sono espressioni diverse del volto sofferente del Cristo, ucciso solo perché ha osato parlato di un regno di pace, di fraternità, di rispetto per tutti, di non violenza.

Ma i volti dei tantissimi giovani procidani, ed anche degli uomini adulti che circondano questi giovani quasi a proteggerli e ad accarezzarli nella loro tumultuosa età, rappresentano l’aspetto più suggestivo di questo evento. Gli stessi “misteri”, sorprendenti nelle loro primitive e spontanee connessioni ai brani della Scrittura, traggono forza e carattere da questi volti, spesso sfigurati  nella fatica del trasporto, nel mentre raccontano il desiderio di perpetuare quel ciclo vitale che mai si arresta e che sempre ricomincia, simbolicamente espresso anche da quei bambini nel loro vestitino nero, dormienti sulle spalle dei loro padri e trasportati  come trofei di una vittoria sulla morte.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello