Azienda Comunale

Approvata la definizione agevolata per chi ha contratto debito fiscale col Comune

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

I cittadini che risultano debitori  presso il Comune ed hanno ricevuto l’ingiunzione fiscale di pagamento dal 2010 al 2016 avranno la possibilità di definire la controversia in maniera agevolata, in quanto il Consiglio Comunale ha approvato il regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento, nella seduta del 31 gennaio 2017.

Il provvedimento è stato proposto dal Consigliere Giovanni Villani, il quale ha sottolineato  l’urgenza dell’approvazione di tale regolamento per risolvere definitivamente le controverse relative ai mancati pagamenti dei cittadini  dal 2010 al 2016.

Per la Minoranza, è intervenuto il Consigliere Menico Scala , il quale ha  espresso parere favorevole all’approvazione di tale regolamento,  proponendo altresì di inviare una lettera d’invito ai cittadini per ricordare il mancato pagamento, al fine di consentire a tutti di valutare la scelta  della definizione agevolata della controversia.

La Delibera è stata pertanto approvata  all’unanimità.

Essa fa riferimento alla Legge n. 225  del 2016 che ha previsto proprio la definizione agevolata delle entrate comunali, anche tributarie, non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento.

L’adesione a questa definizione agevolata comporta il pagamento dell’imposta, con l’esclusione delle sanzioni previste. Per i pagamenti dovuti  a violazione del codice della strada, la definizione agevolata  comporterà, invece, l’esclusione  degli interessi di mora e le maggiorazioni di un decimo per ogni semestre come previsto dalla Legge  n.689 del 1981.

Tale regolamento sarà  applicabile dopo 60 giorni dall’adozione della  Delibera, pertanto i cittadini interessati potranno presentare al Comune un’apposita istanza.

L’istanza dovrà contenere la manifestazione di volontà di avvalersi della definizione agevolata, tutti i dati del cittadino, i dati del provvedimento ingiuntivo e l’eventuale rateizzazione dell’importo dovuto, entro però il 30 settembre 2018.

Il Comune metterà a disposizione apposita modulistica  appena il regolamento andrà in vigore, e sarà a disposizione per dare tutte le informazioni in merito.

 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Nomina del rappresentante del Comune di Procida nel Consorzio Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Nel 2015 il Sindaco designò come rappresentante del Comune di Procida nel  Consorzio Area Marina Protetta Regno di Nettuno, il Dr Mario Carabellese, il quale oggi, per motivi professionali,  ha rinunciato a tale incarico con istanza presentata il 13 gennaio 2017.

Si rende pertanto necessario designare al più presto un  sostituto in tale importante incarico che ha, tra i suoi compiti fondamentali, quello di difendere il nostro mare, preservare le nostre baie balneabili dall’assedio dei motoscafi,  difendere la fauna e la flora marina, evitare che il mare che circonda Ischia e Procida diventi  autostrada sul mare, arrestando l’occupazione illegale di quello specchio d’acqua da parte dei motoscafi senza alcun controllo o regole precise.

Vista l’importanza di tale Consorzio il Sindaco, nel ambito della difesa dei beni ambientali, con un ordinanza del 17 gennaio 2017, invita i cittadini interessati a ricoprire questo importante ruolo, a presentare entro il 27 gennaio 2017 regolare istanza, precisando  dati anagrafici, indicazione del titolo di studio, Curriculum Vitae, fotocopia della carta di identità, dichiarazione circa l’insussistenza di cause ostative alla elezione a Consigliere Comunale come da modello specifico a disposizione presso la Casa Comunale.

L’istanza va presentata al Protocollo generale dell’Ente o inviato tramite mail al seguente indirizzo:  sindaco.procida@asmepec.it.

 

A cura di Vivere Procida

 

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 

L’Amministrazione incontra i Cittadini: l’appuntamento di Novembre

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Si rinnova l’appuntamento mensile con gli incontri pubblici tra l’amministrazione e i cittadini.

Giovedì 3 novembre alle ore 19.00 presso l’ Ex Chiesa di San Giacomo, l’Assessore ai Lavori Pubblici Rossella Lauro e l’Assessore con delega a Terra Murata, Antonio Carannante, incontreranno i cittadini per condividere le importanti novità sui lavori di Metanizzazione, sul Progetto Waterfront e sull’apertura dell’ex Carcere

L’apertura dei nuovi cantieri prevederà dei cambiamenti che interesseranno la viabilità sul territorio, in modo particolare il Borgo di Terra Murata e Marina Chiaiolella

 

A cura della Redazione di VivereProcida.it

(Il gruppo La Procida Che Vorrei)

(Il gruppo La Procida Che Vorrei)

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Candidati i Progetti per la Piscina Comunale ed il Restauro dell’Abbazia di San Michele

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

In data 22 settembre la Giunta Municipale di Procida, a seguito della comunicazione ricevuta dal Presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Isole

ph. cn24tv.it

(ph. cn24tv.it)

Minori (Ancim), ha provveduto a compilare una nuova scheda riassuntiva dei progetti candidati al finanziamento con fondi nazionali e comunitari già riportati nel Documento Unico Programmatico, relativo al periodo 2014-2020 ed inviato a suo tempo all’ANCIM.

(ph. abbaziasanmicheleprocida.it)

(ph. abbaziasanmicheleprocida.it)

La nuova tabella delle opere pubbliche è stata, quindi, nuovamente riapprovata unitamente ai progetti da candidare e nello stesso tempo si è apportata una variazione all’indice delle priorità precedentemente indicata.

Il progetto pubblico prioritario individuato è il completamento del centro sportivo comunale polivalente con annessa piscina coperta in Via Salette. Per la realizzazione di tale progetto si prevede un costo di 800.000,00 euro da coprire totalmente con contributi nazionali.

La delibera numero 172 del 22 settembre 2016 è disponibile sull’albo pretorio on-line del Comune di Procida

 

A cura della redazione di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • noioso 
  • bello 
  • mediocre 
  • utile 

Bando d’asta per la vendita di immobili

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

Si comunica che, in data 26 ottobre 2016 alle ore 11:00, presso la Casa Comunale, Ufficio servizi Finanziari si terrà una pubblica asta per la vendita di immobili di proprietà del Comune.

Si tratta di 8 lotti complessivi di cui due relativi ad immobili ad uso abitativo dichiarati di interesse storico-etnoantropologico, ed i restanti sei relativi a terreni agricoli.

L’asta avrà luogo con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo definito per ogni bene e con aggiudicazione definitiva ad un unico incanto che avverrà anche in presenza di una sola offerta valida. Sono ammesse offerte in diminuzioni purché non inferiori per più del 20% rispetto al prezzo base.

Per partecipare all’asta occorre far pervenire al seguente indirizzo: Comune di Procida Sezione VII – Servizi Finanziari Via Libertà 12 bis 80079 Procida, a mezzo raccomandata o mediante agenzia di recapito autorizzate o con consegna manuale all’Ufficio Protocollo, un plico chiuso sigillato in ceralacca o nastro adesivo con denominazione del mittente e la dicitura “DOCUMENTI E OFFERTE PER ASTA PUBBLICA INERENTE ALIENAZIONE IMMOBILI COMUNALI – LOTTO N. (specificare il lotto).

Il plico deve pervenire entro le ore 13:00 del 25/10/2016.

Gli interessati sono pregati di prendere visione dell’intero bando sul sito on line del Comune di Procida (numero atto 804 del 10/10/2016).

 

A cura della redazione di Vivere Procida

avviso-pubblico

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Mensa scolastica a Procida

La mensa scolastica è un servizio pubblico a domanda individuale, ossia gli utilizzatori di tale servizio concorrono alla copertura delle spese di gestione. Il costo del blocchetto per l’anno scolastico 2015/16 è di euro 61,00 per un totale di 20 buoni con un costo unitario per ticket di euro 3,05, esattamente come l’anno precedente, e la vendita degli stessi avviene allo sportello del Comune previo pagamento dell’importo dovuto su un conto corrente del Comune di Procida.  

Bisogna considerare che la copertura dei costi non è totalmente a carico dei genitori perché è prevista la possibilità di prezzi agevolati o esonero dal pagamento del ticket, previa presentazione di apposita documentazione, per i richiedenti le cui famiglie abbiano un reddito inferiore a quanto previsto da alcune fasce di reddito ISEE, oppure per condizioni legate alla numerosità della prole, alla frequentazione di scuola materna e classi a 36 ore ed altre condizioni sociali come bimbi in affido, portatori di handicap.

A Procida il grado di copertura dei costi del servizio è risultato pari all’87% alla fine dell’anno scolastico 2015/2016.
Nell’ottica della razionalizzazione delle spese, del taglio agli sprechi del Comune e della riorganizzazione dei servizi comunali, che abbiamo avviato con il nostro mandato amministrativo, il servizio mensa scolastica è solo uno degli ambiti in cui si è deciso di intervenire in tal senso.Tuttavia  è opportuno fare un bilancio, almeno sul piano economico, del servizio di mensa scolastica per l’anno scolastico 2015/2016, al di là della finalità sociale ed educativa del servizio e della sua organizzazione e qualità.

La spesa è stata pari a euro 144.150, corrispondente agli importi fatturati dalla ditta Global Service per i pasti erogati agli studenti ed al personale scolastico.
Le entrate sono state pari a euro 141.300, di cui:
–  106.000 (ticket pagati dai genitori)                  
–    19.300 (contributo del MIUR)
 –   16.000 (contributo a carico del Comune per le agevolazioni economiche  e sociali).

Nel corso dell’anno scolastico 2015/2016 è stato attivato un semplice meccanismo di controllo del servizio, fondato sulla indispensabile e preziosa collaborazione del personale scolastico e  comunale. E’ stato possibile, in tal modo, monitorare con cadenza mensile i dati ricevuti (pasti erogati dalla ditta, ticket ritirati e pasti fatturati, vendita blocchetti) ed incrociarli  tra di loro.

Ciò ha consentito di avviare il percorso di recupero dell’area di evasione, ipotizzando e analizzando comportamenti non sempre limpidi, e mettendo in campo conseguentemente tempestivi interventi al fine di correggere il tiro.
Infatti per l’anno scolastico 2015/2016 è emersa una differenza tra le Entrate e le Spese di “solo” euro 2.850, rispetto alle decine di migliaia di euro degli anni passati. Questo controllo ha consentito anche di cominciare a ridurre il debito del Comune verso la ditta Global service.

Ovviamente tale nuovo meccanismo di controllo va perfezionato in quanto ci sono ancora aree di recupero, e richiede la costante e attenta collaborazione di personale comunale, scolastico e della stessa ditta erogatrice del servizio mensa.

Per l’anno scolastico 2016/2017 tale servizio sarà attivato a partire dal 17 ottobre. 

Rosalinda Assante
Procida, 4 ottobre 2016

Foto: agroflash.it

Foto: agroflash.it

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

L’Amministrazione incontra i cittadini

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

Ogni mese il Sindaco e gli Amministratori incontreranno i cittadini presso l’ ex Chiesa di San Giacomo. Al primo appuntamento, che si è svolto nel mese di settembre, era presente il Sindaco il quale ha aggiornato i cittadini su alcuni progetti in campo ed ha risposto alle domande del pubblico.

Giovedì 13 ottobre alle ore 19:00 il Vice-Sindaco e Assessore all’Ambiente e all’Ecologia Titta Lubrano e l’Assessore ai Lavori Pubblici, alle Politiche Giovanili Rossella Lauro e la Consigliera Sara Esposito con delega al Decoro Urbano incontreranno i cittadini per aggiornarli sullo “stato dei lavori” e presentare le prossime iniziative

L’obiettivo degli incontri è rafforzare l’integrazione con il territorio, dare informazioni corrette ai cittadini e spiegare le motivazioni che sostengono le scelte politiche.

Una democrazia partecipata rende il cittadino concretamente protagonista delle scelte di governo del territorio. Infatti verranno messe al centro dell’incontro le istanze presentate, i problemi che verranno illustrati e le proposte che verranno discusse.

A cura della redazione di Vivere Procida

selfie-la-procida-che-vorrei 

 

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Incontro pubblico: “Qual è lo stato di salute dei conti del nostro Comune?”

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

Domenica 25 settembre il Consigliere Comunale Giovanni Villani incontra la cittadinanza, dalle ore 17:00, presso l’ex Chiesa di San Giacomo.

L’incontro, che prevede la partecipazione anche del dottor Giovanni Marino, è in linea con la scelta dell’amministrazione di far conoscere, con trasparenza e puntualità, il “precario” stato di salute dei conti del Comune e delle sue partecipate.

Il Consigliere fornirà risposte ad alcune domande quali:

  •  in questo anno quali azioni sono state poste in essere per risanare i conti del Comune di Procida ed avviare la realizzazione dei progetti futuri?
  •  Quali obiettivi sono stati conseguiti e quali sono ancora da conseguire?
  •  Cosa ci aspetta nei prossimi mesi?
  •   L’attuale Piano di predissesto finanziario, conseguenza inevitabile della disamministrazione degli anni passati, è sostenibile?

Nel corso dell’incontro ci sarà anche un focus sul significato e le conseguenze del “dissesto finanziario”.

 

 

A cura della redazione di vivereprocida.it

lo-stato-di-salute-dei-conti-del-comune-di-procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Istituito a Terra Murata un ufficio di Stato Civile per i matrimoni

 

matrimonio terra murata

Continue le richieste di celebrare il matrimonio con rito civile a Terra Murata,  luogo di grande valore storico, culturale e paesaggistico. Pertanto l’Amministrazione, considerate le disposizioni ministeriali vigenti, ha istituito  un ufficio di Stato Civile per effettuare matrimoni di Rito Civile al di fuori della casa Comunale, nel centro storico di Terra Murata, e precisamente presso il Belvedere  a tergo del Palazzo della Cultura “Ex Conservatorio delle orfane” . Tale destinazione, pur essendo delimitata, non viene sottratta all’utenza ed avrà  carattere duraturo e non occasionale.

Tale decisione permetterà di accogliere le continue richieste dei cittadini che  soprattutto nelle belle stagioni chiedono di celebrare il loro matrimonio  di Rito Civile,  in un luogo di particolare pregio storico, architettonico, ambientale e artistico.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • bello 
  • noioso 
  • mediocre 

Intervista al Segreterio generale del Comune di Procida Dr.ssa Livia Letizia – “Diamo grande valore alle sane relazioni sociali”

 

segretario livia letizia procida

Dopo aver svolto il ruolo di Segretario generale in tante sedi e città diverse, Livia Letizia approda sull’isola di Procida nel mese di ottobre 2015. Accolta bene dagli Amministratori locali e dai dipendenti comunali, ha dato subito prova in questi mesi di capacità umane e professionali. E’ questa la prima intervista che concede alla redazione di “Vivere Procida”.

Partiamo dagli episodi che ultimamente hanno turbato l’isola di Graziella. Come ha vissuto la dott.ssa Letizia questo ciclone giudiziario che ha sconvolto l’isola e l’ha quasi costretta ad assumere la reggenza del Comando Vigili Urbani?

Ho accettato questo nuovo impegno, oltre quello di Segretario generale, in considerazione della missione istituzionale del perseguimento del bene comune, particolarmente sentita in un momento difficile, nonostante le responsabilità legate al ruolo di Segretario e di Responsabile della prevenzione della corruzione. Dover vigilare sul buon andamento dell’Amministrazione pone al centro di importanti decisioni per il bene comune, a volte ineluttabili in ossequio alla legislazione vigente, anche se drammatiche per le conseguenze collegate ad esse. Tuttavia credevo che Procida, piccola isola con undicimila abitanti, fosse un’isola “felice” ed invece ho dovuto constatare che ci sono molti problemi da risolvere a livello amministrativo e nel funzionamento della macchina comunale che mi hanno personalmente coinvolta. Infatti il Sindaco, dopo le note vicende giudiziarie, ha dovuto individuare immediatamente una persona esterna alla guida del Comando Vigili per garantire la continuità del servizio, così mi ha comunicato la scelta della mia persona, irremovibile di fronte alle resistenze manifestate inizialmente.

Al riguardo la stampa locale è stata ingenerosa, riportando notizie che la riguardano, che poi si sono rivelate false.

Sinceramente non è stato piacevole vedere la superficialità con cui sono state date ai cittadini da parte di certa stampa locale, notizie sulla mia persona a dir poco ingenerose, come nel caso in cui è stato riportato il dossieraggio a carico del Segretario comunale, senza specificare l’anno in cui ciò è avvenuto, con la conseguenza dell’automatica attribuzione alla mia persona da parte dei lettori ignari. Non ho letto servizi veritieri e mi sono state addebitate cose del tutto false, quali il mancato avvio del procedimento disciplinare nei confronti del dipendente sottoposto a misura cautelare, al contrario la notifica dell’avvio del procedimento è avvenuta nello stesso giorno dell’irrogazione della misura, mentre la contestazione degli addebiti disciplinari è avvenuta immediatamente dopo l’acquisizione dell’ordinanza della Procura della Repubblica avente ad oggetto i reati contestati, non potendo avvenire in assenza degli elementi essenziali relativi ai reati ascritti al dipendente, da cui è derivato il procedimento disciplinare.

La stampa qualificata si attiene alla verità dei fatti e non alle supposizioni o alle maldicenze, spesso figlie di aspettative di carriera deluse. La missione del giornalista è scrivere la verità: per questo fine persone come Giancarlo Siani hanno sacrificato la propria giovane vita, ma se ci si lascia strumentalizzare da singoli interessi, si devia dal senso della professione e si eccedono i limiti della libertà di stampa, comportamento spesso fonte di cause risarcitorie. Pensi che sono state pubblicate notizie riguardanti persone, in particolare dipendenti comunali che, essendo allo stato del tutto ignari di qualsiasi evento, hanno appreso la novità dalla stampa.

Anche il Sindaco è stato attaccato dalla stampa per averle affidato il ruolo di guida della Sezione Polizia Locale.

Il Sindaco ha verificato questa possibilità, confrontandosi anche con la Prefettura, oltre alla consapevolezza che questa strada era già stata percorsa da altri Comuni, anche della stessa Provincia, addirittura in un Comune del Nord è stato proprio il Commissario Straordinario ad assegnare le funzioni di guida della Polizia Locale al Segretario Generale.

Credo che la maggior parte dei cittadini abbia compreso che il Sindaco non ha avuto possibilità di selezionare più scelte e che è prevalsa la necessità di individuare immediatamente una persona esterna al contesto alla guida di un ufficio di vitale importanza in un momento delicato per la gogna mediatica in atto.

Il coraggio di affidare immediatamente questo compito ad una persona esterna avrebbe dovuto suscitare vivo apprezzamento, invece purtroppo la stampa locale ha preferito accendere i riflettori su perplessità e precedenti giurisprudenziali assolutamente diversi da questa fattispecie, comunque non applicabili, facendo stato esclusivamente tra le parti del giudizio.

Lei, quindi, ritiene che il Sindaco Ambrosino abbia agito saggiamente in tale circostanza.

Sono sicura che il Sindaco ha agito pensando esclusivamente al bene della collettività. Colgo l’occasione per ringraziarlo ufficialmente per la fiducia e sento di ringraziare anche il Vice Comandante, Maresciallo Domenico Ignaro, che si è addossato moltissime responsabilità con vivo impegno in questo ultimo periodo e l’intero Corpo dei Vigili, che sta lottando per ritrovare l’unità con spirito di servizio. L’intero Comando sta svolgendo un super lavoro, particolarmente difficile, essendo spesso oggetto di reazioni volgari dei cittadini nei loro confronti, che si lasciano andare a battute gratuite, invece di incoraggiare una rigenerazione dell’attività di vigilanza e sicurezza che può rinascere solo dalla compattezza del gruppo di lavoro, misura di civiltà dei luoghi. Ringrazio anche il Comandante dei Carabinieri Mar. Massimiliano Albero ed il Capitano dei Carabinieri di Ischia Andrea Centrella, sempre disponibili alle richieste di collaborazione per rafforzare la sicurezza.

L’isola è letteralmente sconvolta e turbata da quanto è accaduto e reagisce non sempre in maniera corretta, anche perché non si sanno gestire i conflitti. Abbiamo assistito tutti, purtroppo, ad episodi di linciaggio verbale verso i vigili impegnati nel loro lavoro sulle strade.

Questi episodi, di cui sono a conoscenza, esprimono certamente un grande malessere. Se qualcuno sbaglia, non si deve mai generalizzare, anzi comprendere la sofferenze di chi ha subito senza colpa le conseguenze degli errori di altri ed incoraggiare a rialzarsi con maggiore vigore. Per chi ha sbagliato la giustizia valuterà caso per caso per cui siamo tutti fiduciosi nel lavoro della Magistratura. Esiste comunque anche la solidarietà umana, nei confronti di chi sta soffrendo per i propri errori, non dimentichiamo che siamo in pieno Giubileo della Misericordia! Non riesco a comprendere come un’isola meravigliosa, che vanta secoli di storia, buone tradizioni, cultura, benessere, diventi così aggressiva verso i suoi stessi figli. Non si possono condannare tutte le persone di una categoria per l’errore di qualcuno. Le garantisco che qui al Comune ho trovato persone serie e responsabili, che lavorano con impegno, dedizione, coscienza e senso di responsabilità.

Quanto dice non può far che bene a tutti noi procidani che, per la verità, siamo rimasti turbati per il coinvolgimento giudiziario di persone nostre e ci è nata in cuore una domanda: ma cosa sta accadendo? Vorremmo sapere da Lei, vista l’esperienza passata in altri Comuni, cosa pensa possiamo fare per arginare gli effetti e ricostruire la fiducia nella politica e nei dipendenti comunali?

Credo fermamente che si deve ripartire dalla verità e dalla trasparenza, valori non negoziabili, valori che albergano nel cuore di ogni persona, anche se per la fragilità umana a volte rischiano di appannarsi. Dalla verità e trasparenza nasce la legalità, il rispetto delle regole e su questi tre valori si basa la vita di una comunità. Il venir meno di uno di questi valori può far scricchiolare il sistema, ma se si lotta uniti contro i tentativi di far prevalere altri valori, quali i singoli interessi, si può ricostruire su basi solide il futuro dei giovani.

Ma cosa intende per legalità in un Comune come il nostro?

Sicuramente la condivisione di un progetto di onestà e giustizia orientato al bene comune dovrebbe prevalere in ogni Comune, nel senso di condivisione a tutti i livelli, non solo nella Casa comunale, ma in tutte le istituzioni: scuole, associazioni, famiglie, comunità parrocchiali.

Quindi puntare alle tante forze positive dell’isola per favorire maggiore aggregazione e questo senso della comunità che oggi sembra venire meno?

Non conosco ancora bene la realtà procidana, sto cercando di approfondirla soprattutto attraverso i rapporti umani. Posso però affermare che anche in altri Comuni ho registrato questa forte tendenza al rifiuto delle regole in nome di una falsa libertà, asservita ai singoli interessi, che impedisce di vedere oltre il proprio orizzonte e di ascoltare gli altri, specchio della crisi della società, non solo italiana. Probabilmente ha inciso la crisi politica degli ultimi anni… Oggi siamo chiamati tutti, politici e cittadini insieme, a rifondare un nuovo progetto di città, coerente con i principi costituzionali che purtroppo non sempre sono conosciuti e vissuti. E’ importante dare grande valore alle sane relazioni sociali, saperle costruire quando si sfaldano, realizzare una comunicazione trasparente e non violenta. Su basi solide rinasce un paese. Sono sicura che dopo questi momenti così dolorosi l’isola rinascerà rigenerata e ritornerà la pace sociale che oggi sembra compromessa.

Ho sentito ultimamente un intervento di Don Patriciello alla Camera dei Deputati. Diceva che se cittadini e politici insieme lottano contro i tentativi di disgregazione sociale, la Terra dei Fuochi potrà salvarsi. Forse anche Procida ha bisogno di un patto politico-sociale più forte?

E’ un problema nazionale, quindi di tutti i Comuni. Penso però che in questa rigenerazione abbiano un ruolo fondamentale tutti coloro che svolgono ruoli educativi. Le scuole di Procida nel preparare il piano di offerta formativa dovrebbero fissare obiettivi precisi, come la pace, le relazioni sociali, la legalità, il rispetto della natura, la mobilità alternativa… Procida non può permettersi ottomila auto e motorini in un territorio di pochi chilometri quadrati e con strade di limitate dimensioni! Se le istituzioni-famiglia, scuola, ed amministrazioni comunali non formano in questa direzione, chi lo farà?

Ma tra le istituzioni c’è anche la Casa Comunale?

La Casa comunale deve offrire servizi ai cittadini e realizzare il progetto politico dell’Amministrazione. Tutto il gruppo di lavoro del Comune, se unito, può sostenere l’isola nel ritrovare la sua dimensione vera e costruire un progetto che ponga verità, giustizia e fraternità sociale come fondamenti della pace sociale.

Quindi Lei ci dà speranza?

La speranza ci accompagna sempre nel corso della vita. Credo che unita all’umiltà, è in grado di realizzare con forza la rinascita. Si deve chiedere aiuto, come il Sindaco già sta facendo, anche ai Comuni limitrofi, a persone serie di provata esperienza, imparando dalle testimonianze di persone che stanno lottando per questi stessi obiettivi e creando alleanze forti anche con risorse che vengono da lontano…..E dare fiducia a questi giovani Amministratori che si stanno spendendo tanto per il bene del paese. I cittadini capiscono che amministrare un paese quasi in dissesto finanziario è davvero faticoso, suscita ammirazione lo spirito sobrio, di sacrificio con cui tutti gli Amministratori lavorano in modo infaticabile senza scoraggiarsi di fronte alle difficoltà o rassegnarsi, in particolare il Sindaco, sempre determinato a trovare la soluzione agli innumerevoli problemi che ogni giorno si propongono alla sua attenzione.

A cura della Redazione Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • bello 
  • noioso 
  • mediocre 
  • utile