Sanità

Sanità a Procida: un passo avanti

Comunicato Stampa del Comune di Procida

 

Nel Consiglio Comunale di Procida,  il 24 aprile 2017, è stato deliberato lo schema di accordo fra la Regione Campania, le isole campane e l’ANCIM in tema di sanità. Un passo in avanti condiviso da tutti i Consiglieri di Maggioranza e di Minoranza, che all’unanimità hanno approvato per alzata di mano tale schema.

Come il Sindaco ha esplicitamente detto, tale schema  è uno strumento di ulteriore difesa del Presidio sanitario isolano. Esso prevede  una condizione importante: “Mantenere e garantire per i presidi ospedalieri di Capri, Ischia  e Procida, considerando gli stessi come sedi particolarmente disagiate, la funzione di Ospedale con Pronto Soccorso al fine di garantire a residenti e non un’assistenza seppur minima di maggiore garanzia”. Egli ha inoltre rimarcato che tale accordo fra più istituzioni va a garantire un punto fermo nello sviluppo organizzativo della sanità sulle isole e, quindi, anche un punto di difesa naturale nel caso altre circostanze, in futuro, mettessero in dubbio a Procida l’assistenza sanitaria.

Anche il Consigliere Maria Capodanno,  a nome della Minoranza, si è detta d’accordo su tale schema in quanto esso va a rivedere  anche quanto lo stesso TAR Campania non ha riconosciuto sul tema delle nascite, laddove si prevede  di “garantire e mantenere, in deroga ai requisiti previsti dal piano sanitario nazionale, la presenza di un punto nascite o nell’impossibilità, almeno di un medico ginecologico, un’ostetrica ed un pediatre a copertura delle 24 ore.” Auspica inoltre un Osservatorio regionale permanente sulla Sanità nelle isole campane che faccia comprendere ai Direttori generali delle ASL la realtà delle comunità isolane e i diritti dei cittadini.

 

A cura di VivereProcida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 

Marzo Donna: Convegno Prevenzione per il carcinoma alla mammella

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

 

In occasione dell’iniziativa “Marzo Donna”, martedì 14 marzo 2017 alle ore 15:00 presso la Sala Consiliare della Casa Comunale, l’Assessorato alla Sanità e Politiche Sociali e la Direzione Sanitaria Distrettuale Ischia e Procida  presentano il Convegno: La Prevenzione è vita – Prevenzione per il carcinoma alla mammella.

Prevenire la comparsa del carcinoma mammario è possibile: riducendo i fattori di rischio, adottando uno stile di vita più sano e partecipare ai programmi di screening.

Conoscere il proprio corpo ed averne cura non solo come fattore estetico ma per un proprio benessere fisico, un dovere nei confronti di noi stessi che permette di non trascurare quelle parti che in una Donna sono considerate tra le più importanti e delicate quali ad esempio il seno.

Lo screening mammografico è un programma di Sanità Pubblica (per approfondimenti www.ministerosalute.it).

Domenica 12 marzo dalle ore 9:00 presso lo studio “Coppola” in via Libertà sarà possibile effettuare, al costo di 15.00 Euro, uno screening ecografico della mammella.

Per prenotazioni contattare il numero telefonico: 3388316708.

Grazie a questo modello organizzato di prevenzione gratuita, coordinato dalle A.S.L. a livello Regionale, si è abbattuta in Europa il 35% della mortalità per questo tumore.

Saranno presenti al Convegno il Dott. Raimondo Ambrosino Sindaco del Comune di Procida, il Dott. Carlo Massa Assessore alla Sanità Comune di Procida e la Dott.ssa Sara Esposito Consigliere Delegata alle Pari Opportunità del Comune di Procida. Relazionerà il Dott. Raffaele Tortoriello responsabile follow – up chirurgia demolitiva e ricostruttiva, coordinatore attività Chirurgia Dy Surgey, responsabile risk management del Dipartimento di Senologia dell’Istituto Nazionale dei tumori “G. Pascale” di Napoli e segretario generale dell’Associazione Onlus Hig Senology Responsability.

Dott.ssa Carmela Aiardo Esposito

Direttore Distretto Sanitario di Ischia e Procida.

                                          “Vivi bene fai prevenzione”

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

“La donna è crescita e civiltà”. Intervista alla Consigliera Delegata alle pari opportunità Sara Esposito

Grande mobilitazione delle donne nel mese di Marzo a Procida. Una novità nel panorama delle iniziative culturali. Rivolgiamo pertanto alla Consigliera delegata per le “Pari Opportunità” Sara Esposito qualche domanda, per sapere cosa bolle in pentola e quali gli obiettivi di questa nuova esperienza.

Vivere Procida: Sappiamo che la donna è da sempre stata protagonista silenziosa nella vita procidana; tenace e sicura ha affrontato con coraggio le tempeste della storia, ha tenuto insieme la famiglia nei momenti più drammatici, ha curato ferite, ha sofferto lontananze ed ha sperato sempre  nella rinascita dell’isola. Molte donne sono oggi protagoniste nelle  associazioni culturali presenti nelle varie comunità; le abbiamo viste schierarsi apertamente nelle manifestazioni nate per difendere la struttura ospedaliera e Procida. Da dove nasce questa proposta di dedicare un mese alle donne? 

Sara Esposito: L’idea di creare con le donne un calendario di eventi nel mese di Marzo ed offrirlo all’intera comunità e soprattutto alle figure femminili, è stata sempre presente nell’intera Amministrazione Comunale. Il manifesto politico de “la Procida che vorrei” è stato frutto di un’intensa collaborazione con le donne procidane. Finalmente oggi prende forma e trova la giusta realizzazione. Un calendario immaginato, pianificato e realizzato con il prezioso contributo del comitato spontaneo “Marzo Donna” promosso dalle Signore Cecilia Costagliola e Rachele Lubrano che già hanno dato un grande impulso alle manifestazioni per l’Ospedale.

V. P.:Sappiamo che nel passato  il movimento creato dalle donne in tante città del mondo, settorializzandosi, non sempre ha prodotto amalgama e interazione nella comunità, con la conseguenza di produrre effetti non positivi ai fini di una crescita del bene relazionale e dell’armonia sociale.

S.E.: Non credo che Procida corra questo rischio, anche perché la donna, qui da noi, ha sempre rivestito un ruolo principale nella vita della comunità locale. Quindi non c’è rivendicazione di diritti ma soltanto un affermare che ogni società equilibrata e armoniosa non può non tenere conto del contributo della donna, della sua sensibilità, del suo impegno generoso rivolto sempre al bene comune. Le iniziative distribuite in tutto il mese di marzo 2017 nascono proprio dal desiderio di sottolineare e promuovere sempre meglio il ruolo della figura femminile nella comunità isolana. Gli eventi spaziano per argomenti ed aree di interesse, e cercheranno di stimolare la società isolana sull’ argomento, e promuoveranno messaggi di condivisione e partecipazione… fondamentali in una “società sana”.

V.P.: Quale iniziativa fra le tante che si attueranno in questo mese, ti piace evidenziare?

S. E.: Nel ambito delle iniziative si è cercato di dare spazio ed importanza alle giornate dedicate alla prevenzione e al  “vivere sano”. A tal proposito si è creata una importante sinergia tra l’Amministrazione Comunale e la Direzione Sanitaria Distrettuale di Ischia e Procida, nella persona della Dottoressa Carmela Aiardo Esposito per il convegno che si terrà il 14 marzo presso la Sala Consiliare. LA PREVENZIONE È VITA! Si affronterà, tra l’altro, il tema della prevenzione per il carcinoma alla mammella. 

V.P.: Nel ritrovarvi insieme per definire il calendario delle iniziative quale metodo avete attuato?

S. E.: È stato importante e fondamentale l’ascolto reciproco e la condivisone di idee e di esperienze prima di mettere “nero su bianco”. Mi è sembrato un momento di grande ricchezza umana e sociale in quanto  le idee di molte donne della nostra isola hanno evidenziato la grande ricchezza di contenuti e di sapienza nata dall’esperienza… Sento, pertanto, di poter affermare che questa I ͣ  edizione di “Marzo Donna” nasce proprio da una  profonda comunione di contributi offerti dalle donne presenti ai lavori di preparazione. Un grazie sincero a chi ha lavorato spontaneamente, con passione ed interesse all’intero progetto. 

V.P.: Non finirà con marzo, quindi, questo impegno delle donne a Procida?

S.E.: Sarebbe una forte contraddizione con quanto affermato prima, se tutto si fermasse a marzo 2017. L’impegno delle donne  c’è stato nel passato, c’è oggi e ci sarà nel futuro. La presenza di un buon numero di donne nell’attuale Amministrazione ne è il segno più evidente. Oggi poi, con la delega per le “Pari Opportunità”  mi sento impegnata ancor di più  a promuovere la presenza delle donne in ogni ambito sociale e politico e sono grata al Sindaco Raimondo Ambrosino che ha voluto affidarmi questa ulteriore incarico.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso 

Prima Edizione di “Marzo Donna”: un mese di eventi al femminile

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

 

Il programma ha avuto inizio sabato 4 marzo alle ore 17:00 presso la Sala Consiliare con l’iniziativa “Alimentazione preventiva: i cereali e le farine”, a cura dell’ Associazione Chiaiolella Borgo Marinaro. 

Il calendario proseguirà con: 

(ph. Comune di Jesi)

(ph. Comune di Jesi)

– Martedì 7 marzo ore 19:00 Oratorio Don Salvatore Massa:
L’Associazione Non da Sola invita gli studenti isolani al Cineforum con la proiezione del film “Primo Amore”;

– Domenica 12 marzo dalle ore 9:00 presso lo “Studio Coppola” via Libertà:
Screening ecografico della mammella (costo euro 15.00);

– Martedì 14 marzo ore 15:00 Sala Consiliare: 
L’Amministrazione Comunale e la Direzione Sanitaria Distrettuale Ischia e Procida invita a “LA PREVENZIONE È VITA“, evento di sensibilizzazione e prevenzione contro il carcinoma alla mammella.

– Domenica 26 marzo dalle ore 11: 00 alle ore 23:00 Piazza Marina Grande:
Il comitato spontaneo “Marzo Donna” presenta l’evento: “Talenti in Piazza“.

In riferimento alla giornata di prevenzione: ‘Screening ecografico della mammella’ prevista domenica 12, è prevista PRENOTAZIONE.

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare il numero di telefono 3388316708.

Vivi bene fai prevenzione

Consigliera Delegata alle Pari Opportunità 
Dott.ssa Sara Esposito

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Questione Ospedale: l’ASL Napoli2 Nord vara un nuovo atto aziendale SENZA tener conto della sentenza del TAR

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Il Comune di Procida, fortemente penalizzato dal Piano Ospedaliero redatto dal Commissario Polimeni, lo ha impugnato innanzi al TAR Campania e qui ha avuto ragione delle proprie doglianze.

Appena pubblicata  la sentenza a dicembre 2016  (Sentenza n. 5842 del 23/11/2016) che dichiarava illegittimo il piano nella parte in cui disponeva per Procida un ridimensionamento dei livelli e dei servizi di assistenza.

Alla sentenza è seguito incontro in Regione (era martedì 17/01) tra una delegazione del Consiglio Comunale e l’Onorevole Coscioni unitamente al dottor D’Amore nel corso della quale si conveniva, in un clima collaborativo, di istituire un tavolo per la individuazione della migliore soluzione organizzativa del Presidio Ospedaliero di Procida.

Ebbene, a dispetto di quanto stabilito dalla Magistratura Amministrativa e concordato in sede politica, l’ASL Napoli2 Nord, con deliberazione n. 35 del 19/01, vara un nuovo atto aziendale con modifiche SENZA tener conto della sentenza né di quanto stabilito all’esito dell’incontro tenutosi, continuando a proporre per l’isola un “Punto di Primo Intervento, attività di chirurgia elettiva in regime ambulatoriale ed un ospedale di Comunità”.

Un’evidente negazione dei diritti dei cittadini – peraltro sanciti dal inequivocabile pronunciamento del TAR – che è stata denunziata a livello politico presso ogni carica, istituzione e segreteria di partito dall’Amministrazione Comunale.

A questo punto, preso atto della inadeguatezza di coloro che sono chiamati a tutelare principi e valori nell’interesse dei territori, nemmeno quando sanciti formalmente in provvedimenti dell’autorità giurisdizionale, si preannunziano incisive e ferme azioni a tutela e salvaguardia del diritto alla salute ed alla cura della comunità procidana.

A cura della Redazione  di VivereProcida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 

Tutti i turni e le ferie delle Farmacie procidane nel 2017

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

L’Ordine dei Farmacisti della provincia di Napoli comunica turni e ferie delle farmacie del Comune di Procida relative all’anno 2017.

GENNAIO: 2/3 Cacciuttolo; 9/10 Barone; 16/17 Schioppa; 23/24 Cacciuttolo; 30/31 Barone.

FEBBRAIO: 6/7 Schioppa; 13/14 Cacciuttolo; 20/21 Barone; 27/28 Schioppa.

MARZO: 5/6 Cacciuttolo; 12/13 Barone; 19/20 Cacciuttolo; 26/27 Schioppa.

APRILE: 2/3 Barone; 9/10 Schioppa; 16/17 Cacciuttolo; 23/24 Barone.

MAGGIO: 30-04/01-05 Schioppa; 7/8 Cacciuttolo; 14/15 Barone; 21/22 Schioppa; 28/29 Cacciuttolo.

GIUGNO: 4/5 Barone; 11/12 Schioppa; 18/19 Cacciuttolo; 25/26 Barone.

LUGLIO: 2/3 Schioppa; 9/10 Cacciuttolo; 16/17 Barone; 23/24 Schioppa; 30/31 Cacciuttolo.

AGOSTO:6/7 Barone; 13/14 Schioppa; 20/21 Cacciuttolo; 27/28 Barone.

SETTEMBRE: 3/4 Schioppa; 10/11 Cacciuttolo; 17/18 Barone; 24/25 Schioppa.

OTTOBRE: 1/2 Cacciuttolo; 8/9 Barone; 15/16 Schioppa; 22/23 Cacciuttolo; 29/30 Barone.

NOVEMBRE: 5/6 Schioppa; 12/13 Cacciuttolo; 19/20 Barone; 26/27 Schioppa.

DICEMBRE: 3/4 Cacciuttolo; 10/11 Barone; 17/18 Schioppa; 24/25 Barone; 31/1 Cacciuttolo.

 

FERIE

Barone: dal 26/09 al 30/09

Cacciuttolo: dal 26/04 al 29/04 ; dal 19/09 al 23/09 ; dal 27/12 al 30/12

Schioppa: dal 25/06 al 30/06 ; dal 24/10 al 31/10

TURNI FESTIVI INFRASETTIMANALI

06/01/2017 Cacciuttolo;

28/03/2017 Schioppa;

25/04/2017 Barone;

02/06/2017 Cacciuttolo;

15/08/2017 Schioppa;

29/09/2017 Cacciutolo;

01/11/2017 Barone;

08/12/2017 Schioppa;

26/12/2017 Barone;

06/01/2018 Cacciuttolo;

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia mediocre
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Procida vince la sua battaglia per l’ospedale

Grande soddisfazione per la vittoria dinanzi al Tar Campania per l’accoglimento del ricorso del Comune di Procida contro la soppressione del locale Presidio di Pronto Soccorso h24. La vittoria di una comunità che ha difeso non solo il proprio diritto alla salute, ma anche quello dei propri ospiti. Difatti la comunità procidana è più volte insorta contro un provvedimento che di fatto privava l’isola di un presidio di pronto soccorso h24 mettendo a repentaglio la vita degli isolani.

Le istanze dei procidani sono state accolte. Il giudice amministrativo ha riconosciuto la carenza di motivazione e difetto di istruttoria del decreto ministeriale n. 70/2015 poichè il piano ospedaliero impugnato non ha tenuto conto dei tempi di percorrenza dall’isola di Procida ad altri presidi di pronto soccorso che occorre raggiungere per un servizio di emergenza efficace. Ha inoltre rilevato la contraddittorietà del piano ospedaliero poichè, da un lato, ha riconosciuto l’oggettiva impossibilità di trasporto in caso di avverse condizioni atmosferiche e ,dall’altro,ha previsto la sostituzione dell’attuale servizio minimale di pronto soccorso con un punto di primo intervento che non èoperativo nelle ore notturne. Ha inoltre definito illogica e irragionevole, oltre che non adeguatamente motivata,la scelta di limitare a sole 12 ore diurne l’assistenza sanitaria per le emergenze sul posto,soprattutto in considerazione della condizione insulare, e della difficoltà di raggiungere la terraferma in caso di maltempo. Infine ha anche evidenziato a disparità di trattamento del piano ospedaliero tra Procida e le altre isole del golfo (Ischia e capri) per le quali, invece, e stato previsto il mantenimento del presidio ospedaliero con il Pronto Soccorso. In definitiva con la sentenza in questione e stato annullato il piano regionale di programmazione della rete ospedaliera 2016/2018 nella parte in cui ha disposto l’eliminazione del presidio di pronto soccorso nell’isola di Procida. Risultato che per il momento soddisfa e pone le basi per interloquire con la Regione Campania per una concreta soluzione dei problemi sanitari dell’isola di Procida. Una vittoria per tutti i procidani, e la giusta ricompensa per tutte le energie profuse dai comitati e dall’intera comunità. Il presidio di pronto soccorso dell’isola di procida non dovrà più essere messo in discussione.

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Anche Procida aderirà alla Giornata mondiale del Neonato Prematuro

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Il 17 novembre si celebra il “World Prematurity Day“, la Giornata Mondiale del neonato prematuro, istituita nel 2008. 

Lo scopo di tale manifestazione è quello di informare e accrescere l’interesse sui nati prematuri, bambini venuti al mondo prima dello scadere delle “canoniche” 37 settimane di gravidanza e con un peso inferiore ai 2 chili e mezzo.

La percentuale di nascite premature è aumentata negli ultimi 20 anni in quasi tutti i Paesi presi in esame dagli esperti dell’ O.M.S. (l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ndr) e rappresenta la principale causa di morte dei neonati nel primo mese di vita e la seconda causa, dopo le pneumopatie, tra i bambini inferiore ai 5 anni.

Nel corso degli ultimi anni c’è stata una netta presa di coscienza da parte delle Istituzioni Politiche dell’Unione Europea – in particolare del Parlamento Europeo –  sull’ importanza di tutelare la salute di tutti e soprattutto di alcuni gruppi di persone più deboli e vulnerabili quali ad esempio i bambini. 

In Italia ha preso il via il progetto di un “Manifesto dei diritti del bambino nato prematuro”, grazie ad un meccanismo virtuoso che ha visto il coinvolgimento diretto delle Associazioni di Genitori, Società Scientifiche e Professionali, Politici, settore privato e società civile.

Tra le iniziative dedicate a questo argomento e alla Giornata Mondiale del Neonato Prematuro vi è quella di illuminare un monumento, una piazza, un’ opera d’arte di colore viola (il colore simbolo dei nati prematuri, ndr).

Quest’anno l’ Amministrazione Comunale di Procida, sensibile e vicina all’argomento e alle diverse famiglie isolane che hanno vissuto e vivono la difficile realtà della nascita prematura di un figlio, giovedì 17 novembre illuminerà gli archi di Palazzo Catena di colore viola. 

Palazzo Catena si unirà quindi alla Fontana del Nettuno  in Piazza della Signoria a Firenze, il Castello dell’Imperatore  a Prato, le colonne doriche del Tempio Arcaico di Piazza Castello  a Taranto o la Loggia della Gran Guardia in Piazza dei Signori  a Padova.

 

 

Consigliera Comunale

Dott.ssa Sara Esposito

(La locandina dell'iniziativa)

(La locandina dell’iniziativa)

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 

Intervista all’Assessore Carlo Massa: “Avere un Pronto Soccorso Attivo a Procida è un’esigenza primaria”

In attesa del 23 novembre 2016, data entro la quale sapremo se il ricorso a TAR per impedire l’alienazione del Pronto Soccorso Attivo, abbiamo voluto incontrare l’Assessore alla Sanità del Comune di Procida, Carlo Massa. Sappiamo che lunedì 17 ottobre 2016 egli è stato a Roma con il Sindaco  Raimondo Ambrosino  proprio per parlare alle Istituzioni preposte della necessità di avere sull’isola una struttura attiva ed efficiente, contro la decisione della ASL NA 2 di istituire sull’isola l’ospedale di Comunità.

Quali notizie ci portate da Roma?

Notizie buone nel senso che tutti riconoscono il nostro diritto, e ci spingono a rivendicarlo con forza ed energia, anche perché nel momento presente, dappertutto, si cerca di tagliare. E Procida, stritolata dalle richieste di Ischia e Capri, può lasciarci le penne.

Il discorso è quindi politico?

A parer mio le ragioni politiche prevalgono su quelle sanitarie, e questo perché il sistema a certi livelli si è inceppato. La politica dovrebbe essere a servizio delle esigenze sociali primarie e invece ci tocca vedere una serie di scelte che mortificano le esigenze vitali dei cittadini. Pertanto dobbiamo, qui sull’isola e nel rapporto con le istituzioni campane, continuare a far sentire forte, a livello politico e sociale, la nostra voce.

Dal tuo punto di vista, l’atto predisposto dal Dott. D’Amore responsabile della ASL NA 2, che prevede l’alienazione del nostro Pronto Soccorso Attivo con la nascita di un Ospedale di Comunità, può essere modificato?

Certamente, ed è la Regione Campania che ha questo potere. Quindi le nostre istanze vanno oggi indirizzate alla Regione Campania e in modo specifico al presidente De Luca. E quello che con il Sindaco stiamo facendo attivando i nostri canali politici istituzionali e ogni tipo di pressione democratica. Ma sento che non basta. I cittadini di Procida sanno benissimo che senza il pronto Soccorso attivo ritorniamo indietro di molti decenni e tutte le conquiste ottenute saranno vanificate. Quanti cittadini si sono salvati in questi anni grazie all’attuale struttura? Ne sono testimone. Ma basterebbe anche la vita di un solo cittadino per giustificare l’esistente.

Non dimentichiamo la tragedia nella quale morì Anna Grazia Esposito, che segnò  l’inizio di una sommossa popolare che mise in moto una serie di grosse manifestazioni, con il notorio lancio di monetine verso gli Amministratori dell’epoca. Non vorremmo che si ripetesse oggi quanto accaduto ieri.

Il sacrifico di quella ragazza suscitò in tutti noi – ero allora uno studente – un moto di ribellione contro l’ingiustizia palese. Perdere il Pronto Soccorso Attivo oggi significa  rimanere sull’isola privi di soccorso. E per l’isola questo sarebbe una tragedia. Non dobbiamo aspettare un’altra morte per sollevarci e chiedere con forza quello che ci spetta di diritto e che a Capri è stato concesso. Con il Sindaco noi questo lo stiamo affermando con forza in tutte le sedi. E’ un nostro dovere e continueremo a batterci fino alla fine. Difendere il diritto alla salute è il primo grande obiettivo di tutti noi. E questo lo stiamo facendo insieme cittadini e politici. Ed è una grande novità rispetto a quel lontano passato.

Ci ha impressionati vedere il Vescovo in prima fila ad Ischia nel corteo di protesta per la sanità. L’intervento del nostro vescovo a Procida, nel momento in cui Papa Francesco sta scuotendo le coscienze, definendo la Chiesa un ospedale da campo, potrebbe essere un grande segnale.

Penso che sarebbe una forte testimonianza che potrebbe parlare più di mille altri interventi. Noi comunque siamo sull’allerta, e con la Giunta abbiamo il problema ospedale sempre in agenda.

Sappiamo che esistono fondi stanziati nel 2015 proprio per la sanità nelle piccole isole: sentivo parlare di 5 milioni di Euro. E’ una notizia vera? Procida ne ha beneficiato a livello sanitario.

Si è vero e ci è stato confermato nella nostra andata a Roma, ma di fatto Procida, fino ad oggi, non ne ha beneficiato. Di qui la nostra amarezza. Giovedì incontreremo il Presidente d’Amore  e parleremo con lui anche di questo. Abbiamo al nostro fianco la Dr.ssa Usai Presidente dell’ANCIM  che si sta battendo perché vengano riconosciuti i diritti di Procida. Si è espresso a nostro favore il Dr. Bevere Presidente dell’AGENAS (agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) che siederà al tavolo  tecnico conclusivo con De Luca presso il Ministero nei giorni prossimi. Per questo abbiamo chiesto con urgenza  anche un incontro con De Luca e interpellato il Sottosegretario alla Sanità.

Da quanto intuiamo è la Regione Campania il punto nodale. Se la Regione non riconosce le nostre sacrosante richieste, rischiamo di perdere tutto?

Per questo sentiamo settimanalmente il Dr. Tono Presidente della V Commissione regionale della Sanità, il quale ci ha rassicurati che si arriverà ad una soluzione positiva.

Tu quindi, nonostante tutto, sei fiducioso?

Devo essere  fiducioso. Sono fiducioso anche perché Procida oggi ha una nuova squadra di politici che si sta battendo con forza per avviare un discorso nuovo, per risolvere problemi enormi. Primo fra tutti quello economico che i procidani forse non hanno ancora compreso nella sua gravità. E’ come se, in una famiglia, non solo manca stipendio ma c’è anche un mutuo annuo altissimo da pagare per i debiti fatti. I politici che ci hanno preceduto hanno creato sull’isola un danno smisurato. Noi siamo costretti ad amministrare senza avere  neanche il minimo delle risorse. 

Colpisce molto questa tua affermazione. Ogni cittadino cerca il bene personale e non quello comune, per cui non riesce a rendersi conto della gravità in cui ci troviamo L’Amministrazione ha un dovere primario, quello di far comprendere a tutti che il bene comune viene prima di quello personale. Lo  dice continuamente il vostro Sindaco Ambrosino. Dovremmo forse trovare questo spirito nuovo, comunitario che manca?

E’ questo l’obiettivo che ci siamo posti quando ci siamo presentati al paese per governare l’isola. I cittadini ci hanno sostenuto, ma ora bisogna passare ai fatti. Il bene comune non è la somma dei singoli beni personali.  Ma su questo bisogna lavorare molto. L’impegno per la sanità può costituire un banco di prova.

Ma attualmente l’Ospedale in quale stato si trova? Risente dell’incertezza del futuro?

Tutto funziona normalmente. Il procidano deve sapere che la prima lotta la sta facendo il personale intero per cui si lavora come sempre e con la speranza viva che la struttura non venga alienata.  Nessun tipo di servizio è stato sospeso. Dobbiamo solo ripristinare il laboratorio di gastroenterologia.

E per il Distretto sanitario ci sono novità?

La novità più grande resta la nomina della Dr.ssa Lia Aiardo a Direttore sanitario di tutto il Distretto Ischia Procida. Avendo lei lavorato a Procida ha potuto portare nel Consiglio direttivo le esigenze dell’isola e i benefici si vedono già oggi: viene introdotto per l’Ambulatori diabetico anche il servizio oculistico, si è aperto l’ambulatorio di endocrinologia con visita ed ecografia e di dermatologia. Inoltre è stato attivato il servizio farmaci sul territorio per i pazienti del reparto oncologico. E si sta lavorando per avere presto l’ambulatorio di Oncologia.

Mi sembra importante aver realizzato l’isola cardioprotetta.

Dopo  tanta attesa abbiamo finalmente l’isola cardioprotetta  con l’istallazione di tre defibrillatori cardiaci in tre postazioni Marina Chiaiolella, Marina Corricella, Piazza Olmo. Un gruppo di giovani cittadini volontari hanno potuto seguire un corso specialistico  per prestare aiuto a persone che dovessero subire arresto cardiaco, per offrire il soccorso base di supporto per l’uso del defibrillatore, in attesa dell’ambulanza.

Di fronte ai tagli economici per le strutture come avere reagito?

Abbiamo fatto una ricognizione dei luoghi e degli spazi disponibili. Per cui a breve  la Guardia medica e la Guardia medica turistica passeranno nello stabile dell’ex Finaza in via Libertà, e il 118 verrà spostato nel giardino davanti all’ospedale  con un modulo abitativo e le autoambulanze.

Ringraziamo l’Assessore Massa per il suo impegno e la piena disponibilità per questa intervista.

A cura di Vivere Procida

carlo-massa

L’Assessore alla Sanità Carlo Massa

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Indagine conoscitiva fattori determinanti patologie tumorali

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

Il Consiglio Comunale di Procida in data 5 agosto ha deliberato, all’unanimità, la proposta del Consigliere Giovanni Villani di richiedere all’ASL di effettuare un’indagine conoscitiva sul territorio isolano per verificare la presenza di fattori che favoriscano l’insorgere di patologie tumorali al fine di poterle, eventualmente, rimuovere.

La richiesta nasce dalla constatazione, sulla base di dati forniti dall’ASL, della elevata presenza di malati oncologici e dell’alto numero di decessi per tumori che si registrano sull’isola.

 

A cura della redazione di Vivere Procida

Working with Microscope

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello