Ambiente

Articoli, notizie e comunicati riguardanti l’Assessorato all’Ambiente per l’isola di Procida.

Concorso di Idee – CAMPANIA PIU’ VERDE

Interessante opportunità per agronomi, ingegneri ed architetti – anche associati – offerta dal Bando della Regione Campania, pubblicato sul sito istituzionale (www.regione.campania.it – link “Bandi e Gare della centrale Acquisti”) il 10.08.2017, ed avente ad oggetto l’elaborazione di idee per l’utilizzo del verde quale elemento di recupero e per la valorizzazione delle aree limitrofe alla rete stradale extraurbana, anche ai fini della dissuasione dall’ abbandono di rifiuti.


Il sistema stradale oggetto del concorso è stato suddiviso in 14 itinerari, 4 nella Città Metropolitana di Napoli e 10 nella provincia di Caserta. Tra i primi, vi è la Rete 6 che include anche strade procidane unitamente ad altre dell’isola di Ischia e della terraferma (Monte di Procida, Bacoli, Pozzuoli).
La proposta oggetto di competizione dovrà indicare una soluzione ideativa per una o più delle reti stradali individuate, articolata in:


a) Idee per il trattamento delle sezioni stradali presenti nella rete considerata;
b) Idee per il trattamento delle aree circostanti (come, ad esempio, scarpate ed argini, svincoli, cavalcavia, aiuole spartitraffico, ecc…)
Tali proposte dovranno rispondere a criteri di semplicità e fattibilità, con preferenza per quelle idee che potranno essere utilmente realizzate sul maggior numero di tratti stradali nell’ ambito della stessa Rete e che consentiranno la massimizzazione dell’impegno di forza lavoro, sia nella fase della realizzazione degli interventi che nella successiva fase della manutenzione delle opere realizzate.


Entro la scadenza del 9 ottobre p.v. gli interessati dovranno far pervenire la loro proposta progettuale e contendersi un premio di 10.000 €uro

Per i dettagli: http://www.regione.campania.it/regione/it/news/regione-informa/concorso-di-idee-per-la-sistemazione-del-verde-lungo-il-sistema-delle-connessioni-viarie-nel-territorio-della-citta-metropolitana-di-napoli-e-della-provincia-di-caserta-hnpt

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Invito alla massima diffusione. Grazie

Gentili concittadini ed ospiti, nell’augurarvi di trascorrere al meglio questo periodo di riposo sull’isola, Vi esortiamo a non tralasciare le buone pratiche a tutela dell‘ambiente, del decoro e della bellezza dei luoghi.
Impegniamoci tutti a rispettare e far rispettare le modalità di conferimento dei rifiuti seguendo il calendario vigente, differenziando i materiali, secondo il sistema – comodo e facile – del “porta a porta”.
Le utenze singole e collettive, domestiche e non, abbino cura di depositare i rifiuti separati nelle ore serali (dopo le 21.00) fuori l’uscio delle abitazioni o degli esercizi, debitamente riposti in idonei contenitori, evitando il contatto del sacco con la sede stradale, specialmente in caso di organico.
Gli operatori dell’accoglienza (gestori di strutture residenziali e porti turistici, affittacamere, residence, locatori estivi) si adoperino seriamente per fornire agli ospiti le necessarie informazioni e gli opportuni strumenti per adeguarsi al sistema vigente.
A tal fine si rammenta la disponibilità di Tekra s.r.l. e degli uffici comunali a raccogliere eventuali segnalazioni e fornire ogni utile indicazione.
 
Si preannunzia altresì l’intensificazione delle attività di vigilanza e controllo finalizzate alla repressione di condotte contrarie alle ordinanze vigenti: i responsabili saranno quindi sanzionati a norma di Legge e – ove ne ricorreranno i presupposti – segnalati all’Autorità Giudiziaria.
Abbiamo tutti l’onore e l’onere di vivere l’isola con pieno senso di responsabilità, affinché si preservi ospitale ed accogliente per il residente come per il viaggiatore.

L’Amministrazione Comunale
Assessorato all’Ambiente
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Comunicato Stampa del Comune di Procida   Studio e lotta alla zanzara tigre a Procida: i primi risultati dopo un anno di lavoro.

A Procida è in corso da settembre 2015 uno progetto di ricerca dal titolo “Studi di dinamica di popolazioni di Aedes albopictus a Procida: verso il primo esperimento di soppressione di zanzare mediante la tecnica del maschio sterile in un’isola del Mediterraneo” che ha l’obiettivo di studiare questa specie di zanzara tigre sull’isola e di fare di Procida un “laboratorio naturale” dove provare in futuro metodiche nuove di controllo anche per altri insetti dannosi (come ad esempio mosche della frutta e flebotomi).

Tale progetto, coordinato dal dott. Marco Salvemini, si sta svolgendo nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra il Comune di Procida ed il Dipartimento di Biologia dell’Università Federico II di Napoli e del progetto “Procida città della scienza” che vede l’isola in prima linea nella collaborazione con la Federico II su alcuni progetti scientifici di valorizzazione ambientale e di ripristino delle condizioni di vivibilità territoriale.

A Maggio 2017 è terminata la prima fase di studio iniziata ad Aprile 2016 consistita nell’uso di 22 ovitrappole per lo studio della dinamica temporale della popolazione di zanzara tigre sull’isola. Nei mesi di Luglio e Settembre 2016 invece i ricercatori avevano utilizzato 101 ovitrappole per studiare la distribuzione sul territorio. Con l’aiuto di 7 volontari procidani e con la collaborazione di più di 80 famiglie, che hanno dato accesso alle loro proprietà per il piazzamento delle ovitrappole, sono state contate ed eliminate dall’ambiente circa 84000 uova di Aedes albopictus corrispondenti a circa 20000 potenziali zanzare femmine adulte (di solito si schiudono in media il 50% delle uova e di queste solo la metà sono di sesso femminile). Questi dati hanno consentito di produrre la prima mappa di distribuzione spaziale della zanzara tigre sull’isola, requisiti fondamentali per i successivi esperimenti di rilascio di maschi sterili previsti nei prossimi anni.

La raccolta e lo studio dei dati ha visto la collaborazione di tre ricercatori dell’Ateneo Federiciano, i Dott. Marco Salvemini, Valeria Petrella, Giuseppe Saccone, del Dipartimento di Biologia e del dott. Giuliano Langella del Dipartimento di Agraria di Portici e di cinque ricercatori romani, i Dott. Beniamino Caputo, Pietro Cobre, Mattia Manica e la Prof.ssa Alessandra Della Torre del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università La Sapienza di Roma ed il Dott. Federico Filipponi dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) di Roma.

I dati raccolti sono stati presentati ind due conferenze internazionali:  a Luglio 2016 in Messico, nell’ambito della prima conferenza inter-regionale dell’IAEA sull’applicazione della tecnica ell’insetto sterile (https://www.iaea.org/projects/tc/int5155) ed Maggio 2017 a Vienna, presso l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA) nell’ambito della conferenza “Third FAO–IAEA International Conference on Area-wide Management of Insect Pests: Integrating the Sterile Insect and Related Nuclear and Other Techniques” (http://www-pub.iaea.org/iaeameetings/50813/Third-FAO-IAEA-International-Conference-on-Area-wide-Management-of-Insect-Pests-Integrating-the-Sterile-Insect-and-Related-Nuclear-and-Other-Techniques) e saranno pubblicati in un lavoro scientifico su una rivista internazionale.

Un ringraziamento speciale va ai volontari Costantino D’Antonio, Davide Zeccolella, Cesare Buoninconti, Amedeo Schiano, Michele Meglio, Alberto Salvemini  per il loro preziosissimo contributo nella gestione delle ovitrappole durante tutto l’anno di studio, a Max Noviello per l’accesso ai dati metereologici della sua stazione meteo presente sull’isola ed ai numerosissimi cittadini che, aprendo le porte dei propri giardini, hanno consentito di studiare la zanzara sull’intero territorio dell’isola.

Nel mese di settembre 2017 i ricercatori saranno nuovamente sull’isola per stimare il numero di zanzare presenti nella finestra di picco di densità di tale mese e per piazzare 10 stazioni climatiche che consentiranno di catturare dati metereologici e climatici in altrettanti punti dell’isola. I ricercatori hanno intenzione di sviluppare infatti un modello matematico che consenta, integrando dati di catture entomologiche e dati ambientali, di prevedere la comparsa e la localizzazione delle zanzare sull’isola nei prossimi anni. Tale modello consentirà di pianificare in modo mirato i futuri esperimenti di controllo e di soppressione della popolazione infestante di zanzara tigre sull’isola.

L’esperimento di portata mondiale, a livello socio-culturale,  sanitario, economico ed ambientale,  ha fatto puntare i riflettori del mondo della scienza  a livello nazionale ed  internazionale sull’isola di Procida, e si spera di poter svolgere il terzo convegno mondiale proprio nella nostra piccola isola.

L’Amministrazione comunale, pertanto, è impegnata in questo momento nella  ricerca di fondi per  poter ospitare sia il convegno, sia per sostenere le nuove fasi sperimentali per i prossimi anni, nonché di altri volontari dell’isola che hanno dato fino ad oggi un apporto fondamentale nella riuscita di un’esperienza unica al mondo.

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Due anni di amministrazione

Sono passati due anni dall’elezione del 31 maggio 2015 che ha portato
la Procida che Vorrei alla guida amministrativa dell’isola di Procida.

Due anni impegnativi che mi hanno vista protagonista di una serie di
progetti di un certo impatto per il nostro territorio.

Fin dal primo giorno era chiara che non potevo portare avanti il nuovo
impegno da sola.

La volontà di “raggiungere l’obiettivo insieme ai
cittadini” è diventato un po’ il mio motto fin dall’inizio.

Ricordo ancora il primo articolo in cui la stampa locale si prendeva
gioco del mio metodo comunicativo adottato nel momento che si aprivano
i cantieri del Waterfront: bussare tutte le case del Palazzo Merlato
per spiegare ad ogni singola famiglia il valore di quel progetto,
proprio come un rappresentante del Folletto.

Capivo che non solo dovevo spiegare il progetto ma anche ascoltare i
cittadini.

Ed è stato questo scambio reciproco che mi ha dato il
coraggio di avanzare richieste per delle modifiche progettuali come
quella di Piazza Marina Grande: quando, infatti, il suggerimento
arrivava da chi viveva e frequentava quel luogo, capivo che esso
doveva trovare spazio ed accoglienza e il mio compito era quello di
chiedere un approfondimento tecnico per dare una risposta rispetto
alla fattibilità della richiesta .

Immersa completamente nella nuova quotidianità, è trascorso un anno
senza che neanche me ne accorgessi.

Fortunatamente, in tutto ciò, sono stata sostenuta da un percorso formativo importante e impegnativo
dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), che mi portava a
Roma ogni due settimane per otto mesi.

Il secondo anno è stato più programmatico e con strumenti tecnici ed
amministrativi più adeguati in quanto cercavo di mettere in pratica
tutto ciò che avevo appreso ed imparato al fine di incidere
positivamente nella vita amministrativa.

Ma la cosa più preziosa che ho capito è il valore di ogni persona al di là del suo modo di
essere; ho imparato a conoscere le persone più in profondità, le
dinamiche relazionali, ad analizzare le situazioni più complesse e a
misurarmi ogni giorno con tutto ciò.

Ritengo inoltre, nel non facile compito politico di realizzare il bene
comune, fondamentale essere sempre molto esigenti con se stessi e
valutare con obiettività e criticità i risultati ottenuti.

E ritornare anche sui propri passi quando è necessario.

Questo atteggiamento mi ha aiutato a non scoraggiarmi quando ci sono
state reali difficoltà che mi hanno impedito di raggiungere quei
traguardi che come Amministrazione ci eravamo prefissati.

A distanza di un anno rileggendo la relazione sul “Palazzo merlato” ho
pensato a com’era prima che iniziassero i lavori, a quella estate
infernale del 2015, alle polemiche successive, e mi è venuta voglia di
prendere la bici e di andare al porto per guardarlo.

Non sarà certamente perfetto, ma dovendo consegnarlo entro sei mesi,
pena la perdita dei finanziamenti, posso dire con coscienza che
abbiamo fatto il possibile e l’impossibile per impedire che l’incuria
e il tempo deteriorasse ulteriormente questa bellezza architettonica
imponente che è uno dei simboli dell’isola.

Tra poco verrà effettuato il collaudo e ci potremo concentrare sulla seconda parte del progetto
: il lotto B che comprende il famoso parcheggio all’inizio di via Libertà.

Il “tirocinio” del Waterfront probabilmente resterà la scuola di
formazione più importante nel mio Assessorato ai lavori pubblici.
Oltre a confrontarmi con tutta la parte operativa del cantieri, c’è
stato un enorme lavoro rispetto alla parte amministrativa: il
passaggio da una programmazione 2007-2013 a quella 2014-2020 non è
stata semplice e non era scontata.

Dopo due anni ormai comincia anche il conto alla rovescia per
terminare i lavori del metano.

Più della metà dell’isola è stata interessata dai lavori.

Penso che il 2018 sarà un anno complesso, che necessita una programmazione attenta ed oculata perché bisognerà intervenire sull’asse principale e per alcuni mesi la mobilità
sull’isola verrà cambiata.

Sarà l’occasione per rifare l’impianto idrico e fognario e per riqualificare la pavimentazione delle nostre
strade più frequentate.

Inoltre, è proprio di questi giorni , la notizia ufficiale dell’approvazione del progetto “Benessere Giovani” finanziato dalla Regione Campania. Nel programma dettagliato sulle politiche giovanili
che abbiamo messo a punto come Assessorato, abbiamo più volte
evidenziato che nostro obiettivo era quello di investire risorse nella
formazione e nell’inserimento lavorativo dei nostri giovani.

Oggi, c’è la certezza che con il progetto “Energie Sinergiche” abbiamo la
possibilità di investire € 80.000,00 in workshop e stage per un anno
nelle seguenti aree: energie rinnovabili, comunicazione, accoglienza
turistica e organizzazione eventi.

Da settembre, poi, daremo il via ad un corso di alta specializzazione
per aiutare i nostri giovani a diventare Europrogettisti. Qualifica
oggi sempre più indispensabile per chi deve avviarsi nel non facile
mondo del lavoro.

Inoltre presenteremo il progetto per integrare sul nostro territorio
la segnaletica turistica e verrà installata una rampa per accedere
alla spiaggia sul Lungomare Cristoforo Colombo.

Tante altre ancora saranno le iniziative che ci vedranno impegnati con
gli Assessorati coinvolti: dal campo sportivo al centro di via
Salette, dall’accoglienza dei rifugiati, all’abbattimento delle
barriere architettoniche, dal piano di azione per le energie
sostenibili alla rigenerazione urbana.

Un pezzo alla volta, con determinazione volontà e tenacia, potremmo
raggiungere gli obiettivi condivisi nei gruppi di lavoro che hanno
animato La Procida che Vorrei.

Un ultima parola, non secondaria sul metodo.

Senza retorica penso di poter affermare che oggi non sono cambiati solo i nomi delle persone
che amministrano Procida, ma il metodo, il modo di fare Politica:
continuo confronto con i cittadini, lotta alla corruzione e
all’illegalità, trasparenza in tutti gli atti, bando al clientelismo,
priorità assoluta al bene comune.

Logicamente chi continua a ragionare con i vecchi schemi purtroppo
farà fatica a capire alcune nostre scelte, mentre per chi ha
dimostrato di guardare con occhi nuovi, senza pregiudizi e
condizionamenti, ha la possibilità di notare azioni, sfumature che
fanno la differenza già nelle piccole cose.

Tutto è certamente perfettibile come in ogni realtà umana, – quella
percentuale di errore è inevitabile e spesso funzionale all’intero
progetto -.

Continuiamo ad essere le persone, le idee, i volti che affrontano in
prima linea le questioni più pungenti e spinose.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 

Comunicato Stampa del Comune di Procida Procida aderisce al Coordinamento degli Enti Locali del Mediterraneo

Una importante decisione è stata presa all’unanimità dalla Maggioranza
e Minoranza nel Consiglio Comunale di Procida il 5 giugno 2017 in
merito alla proposta di adesione al CIELM (Coordinamento
Internazionale degli Enti Locali del Mediterraneo), Associazione  che
persegue importanti obiettivi: favorire la pace sociale attraverso
riforme delle strutture economiche, orientandole ad uno sviluppo socio
sostenibile;  impegno in dinamiche di integrazione
economica-culturale; attivazione della partecipazione della società
civile alla progettazione e all’attuazione dello sviluppo; promozione
degli scambi con le nuove generazioni; cooperazione culturale; tutela
e  miglioramento dell’ambiente.

Relatore della proposta il Consigliere delegato Giovanni Scotto di
Carlo che sottolinea l’importanza di aderire ad uno strumento
internazionale di Cooperazione, su indicazione dell’ANCI (Associazione
Nazionale Comuni Italiani), per lo sviluppo dell’area del
Mediterraneo.

Tale adesione permetterà  ai cittadini dell’isola di partecipare alle
proposte di sviluppo sostenibile, realizzando così quella democrazia
partecipativa nei processi di programmazione e attuazione delle
proprie linee di sviluppo, il rafforzamento dei principi di
cittadinanza europea e di coesione sociale, l’impegno nel dialogo e
nel rispetto dei valori etici, religiosi, culturali e sociali, per
evitare le contrapposizioni ideologiche e favorire la cultura della
condivisione dei valori quale volano per lo sviluppo in scala
mediterranea di un’economia sociale ed ecosostenibile, la costruzione
di dinamiche sociali orientate alla pace sociale scopo primario del
CIELM .

Si potranno inoltre richiedere quei fondi europei che la Regione
Campania predisporrà a tal fine.

E si favoriranno reti tra
associazioni, sindacati, mass media, imprese, organizzazioni non
governative per promuovere lo sviluppo di una cultura delle differenza
(etiche, sociali, culturali e religiose) incentrata sulla condivisione
dei valori della pace, solidarietà ed uguaglianza.

Tutti i cittadini e le Associazioni interessati a conoscere e lavorare
a tale progetto potranno rivolgersi all’Ufficio Cultura e Turismo del
Comune di Procida.

A cura di Vivere Procida

 
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Prima Gara di Pesca al Rifiuto

 
Prima Gara di Pesca al Rifiuto
2 luglio 2017 a Marina Chiaiolella
Tutti sono inviatati alla Prima Edizione della Pesca al Rifiuto di Procida
Piccoli e grandi, singoli o associati da zero a 99 anni.
 
Si potrà partecipare in costume da bagno e salvagente oppure in gozzo, materassino, gommone, canoa, kajak, pattino, tavola da surf e quanto altro può servire a solcare il nostro mare.
 
Scopo della gara è raccogliere dall’acqua e/o dalle scogliere, rocce e/o dalle coste e comunque dai luoghi accessibili unicamente dal mare, quanti più rifiuti è possibile.
 
Sarà possibile iscriversi alla gara la mattina di domenica 2 luglio fino all’inizio della competizione, previsto per le 8.00, dopo una leggera colazione.
 
Fino alle 11.00 si potrà andare a caccia di rifiuti nel mare che circonda Procida e Vivara, ad esclusione delle aree interdette dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”.
 
Al termine verrà pesato il pescato ed attribuiti premi alle categorie: “Plastica e materiali derivati” (al partecipante che avrà pescato il quantitativo maggiore di rifiuti in materiale plastico), “Materiali non plastici” (per il maggior quantitativo di materiali pescati di origine non plastica) ed “Elemento più ostile per l’ambiente marino” (al partecipante che avrà pescato il rifiuto ritenuto più ostile per l’ambiente marino secondo il giudizio tecnico di una commissione di esperti).
 
Tutti i partecipanti riceveranno la shopper in tessuto realizzata con Oceanus ed AMP “Regno di Nettuno” apposta per Procida nell’ambito della campagna “No more plastic bags”.
 
Appuntamento alle ore 7.30 a Marina Chiaiolella…  Non mancate!!
Comune di Procida – Oceanus Onlus – AMP “Regno di Nettuno”
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Cartoniadi: anche Procida partecipa alla sfida lanciata da Comieco 

 

Cartoniadi: anche Procida partecipa alla sfida lanciata da Comieco 
Dall’1 al 31 luglio 2017 abitanti e turisti di Isola d’Elba, Ischia, La Maddalena, Lipari, Pantelleria e Procida sono chiamati a raccogliere di più e meglio carta e cartone per aggiudicarsi il montepremi: 15.000 euro per finanziare opere e servizi di interesse collettivo.
 
Le Isole Minori italiane sono realtà dal grande valore ambientale e culturale, ecosistemi da salvaguardare e proteggere sempre, ma ancora di più nel periodo come quello estivo in cui diventano meta turistica tra le prescelte e vedono la popolazione aumentare fino a 3 volte.
 
La salvaguardia di questi territori non può prescindere da un’attenta gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata.
 
E come poter sensibilizzare cittadini e turisti sull’importanza di una corretta raccolta differenziata come strumento di difesa di un ambiente così delicato?
 
Fra le tante iniziative di comunicazione, Comieco – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica – organizza nel mese di luglio le Cartoniadi, la gara di raccolta differenziata di carta e cartone che coinvolgerà quest’anno Isola d’Elba, Ischia, La Maddalena, Lipari, Pantelleria e Procida.
 
Nel periodo compreso tra il l’1 e il 31 luglio 2017 abitanti e turisti delle isole coinvolte sono chiamati ad aumentare la quantità e la qualità della loro raccolta differenziata di carta e cartone rispetto al mese di luglio 2016.
 
15.000 euro è il premio che Comieco riconoscerà all’isola che alla fine del mese di luglio avrà raggiunto i migliori risultati di raccolta differenziata.
 
I soldi del premio saranno destinati al finanziamento di opere, beni o servizi di interesse pubblico e in favore del benessere della collettività.
 
Tutti sono chiamati a migliorare la raccolta differenziata della propria isola, per avere un ambiente più pulito, evitare che materiali ancora utili e preziosi come la carta e il cartone finiscano in discarica, e per vincere il titolo di Campione delle Cartoniadi 2017.
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

AVVISO IMPORTANTE

Venerdì 23 giugno sarà effettuato il ritiro di secchi e bidoni di
vernice sul territorio della nostra isola.

Chi ne avesse da smaltire può recarsi dalle 8.00 alle 12.00 su via IV
Novembre, nei pressi del Centro di Raccolta e potrà conferirli del
tutto gratuitamente.

In ogni caso, per questo tipo di conferimento speciale (i secchi di
vernici e pitture, infatti, sono rifiuti non domestici), va comunicata
a Tekra (tel. 0818969362-800193750) la necessità di smaltire di modo
da essere avvertiti del giorno e dell’ora del conferimento.

Abbandonare questa tipologia di rifiuto sulla pubblica strada è un
atto vandalico, un illecito, uno schiaffo all’isola dove viviamo.

 
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Raccolta Rifiuti Inerti

 
Comunicato stampa del Comune di Procida
 
 

Venerdì 19 maggio p.v. dalle ore 8.30 alle ore 12.00 saranno raccolti rifiuti inerti da demolizione/costruzione provenienti da utenze domestiche (Codice CER 170904).

Tale possibilità è offerta dal Comune di Procida a tutti i privati cittadini che ne avessero necessità, in via eccezionale ed in forma gratuita, nei limiti di 3 secchi da 40 litri circa (pari a 3 mastellotti utilizzati in edilizia della capienza di 0,04 mc ciascuno) ad utenza, previa sottoscrizione di dichiarazione attestante la produzione propria e domestica del rifiuto, il non intervento di imprese ed il trasporto con mezzi propri.

Allo scopo sarà posizionato un mezzo su via IV novembre, nei pressi del Centro di Raccolta Comunale.

Si raccomanda il rispetto delle quantità per la fornitura di un buon servizio.

La dichiarazione da compilare si può scaricare dalla home page del sito del Comune: http://www.comune.procida.na.it/index.php?action=index&p=1&art=76.

 

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

“Prepariamoci, è Primavera”. L’invito dell’Amministrazione a un’isola ancora più bella

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

 

Premesso che l’ Amministrazione Comunale ha a cuore l’ambiente e il decoro urbano, non  risparmiando sforzi ed energie per la loro valorizzazione, si invita la cittadinanza, con l’ arrivo della Primavera, ad una piena condivisione e collaborazione per la valorizzazione del territorio comunale.

La proprietà privata, infatti è parte integrante del quartiere e del più ampio progetto di riqualificazione che presuppone il contributo di tutti, ciascuno per quanto può e deve fare.

Pertanto si chiede a tutti i proprietari di immobili  prospicienti la pubblica via a procedere alla cura e al mantenimento del verde e delle opere poste sul confine, come muri, recinzioni, cancelli, portoni, facciate etc., magari anche con  piante  ornamentali.

La Vostra partecipazione attiva sarà indispensabile per ridare ai nostri luoghi decoro, bellezza ed autenticità. Restiamo fiduciosi in un concreto atteggiamento di responsabilità nel senso sopra indicato.

L’Amministrazione riserverà sempre un’attenzione costante e continua al quartiere, garantendo presenza ed impegno e perseguendo il rispetto della Legge e l’armonia con i piani ed i regolamenti vigenti sul territorio.

Pertanto saranno adottati gli opportuni provvedimenti per  i proprietari di aree a verde privato , di piante e siepi,  prospicienti il suolo pubblico, che risultino in stato di abbandono con sanzioni  amministrative da € 168,00 a € 674,00 al fine di prevenire potenziali situazioni di pericolo o di danno alla salute pubblica, oltre che di pregiudizio all’immagine ed al decoro cittadino.

 

Il Sindaco Raimondo Ambrosino

La delegata al Decoro Urbano Sara Esposito

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello