Comunicazione e Promozione Territoriale

COMUNICATO STAMPA Un primo passo nel futuro del Palazzo d’Avalos-ex Carcere di Procida.

Con la presentazione del libro di Rosalba IodicePalazzo d’Avalos e l’ex Carcere di Procida; il complesso monumentale e rinascimentale tra passato, presente e futuro” (Nutrimenti) la sottoscrizione di due strategici protocolli d’intesa tra Comune di Procida-Dipartimento di Ingegneria Federico II-Autorità di Bacino e l’occasione per fare un punto sulle attività svolte dall’Amministrazione comunale per la valorizzazione dell’ex carcere.

Illustrare il Piano Particolareggiato di prossima approvazione per la valorizzazione di Palazzo d’Avalos nonchè condividere le attività svolte e da svolgere dall’Assessorato alla valorizzazione dell’ex Carcere, è con questo proposito che si è svolta la presentazione de Palazzo d’Avalos e l’ex Carcere di Procida; il complesso monumentale e rinascimentale tra passato, presente e futuro (Nutrimenti).

Un incontro arricchito da un importante momento istituzionale costituito dalla sottoscrizione di due strategici protocolli tra Comune di Procida-Università Federico II-Autorità di Bacino. Convegno ricco di relatori qualificati e addetti ai lavori.

Sin dalle prime battute Pasquale Raicaldo, moderatore dell’incontro, ha sottolineato come il libro della Iodice rappresenta un momento culturale, e non solo, per il futuro dell’isola in quanto concreto presupposto di azioni amministrative importanti.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Dino Ambrosino, l’Assessore alla cultura Nico Granito ha illustrato le attività culturali che stanno iniziando a moltiplicarsi nell’ex Carcere dalla sua apertura e che ne faranno sempre più “un laboratorio artistico-culturale”.

E’ stata poi la volta della Dirigente Scolastica Maria Salette Longobardo che ha confermato una scuola aperta al territorio sempre più in sinergia con la valorizzazione dello stesso.

Un ringraziamento sentito della Iodice è andato agli editori Ada Carpi e Andrea Palombi di Nutrimenti, i quali hanno confermato di essere sempre più soddisfatti di stare avviando un processo di maggiore conoscenza e consapevolezza della storia procidana.

L’autrice Rosalba Iodice ha quindi illustrato il volume, ripercorrendo la storia del Complesso fino alla sua futura destinazione, sottolineando che trattasi di una superficie da riutilizzare di circa 20.000 mq con la previsione di una zona ricettiva, e relativi servizi, di circa 200 posti letto oltre spazi da destinare ad attività culturali, congressuali, artistici.

L’evento si è poi articolato in un secondo momento con l’avv. Antonio Carannante, Assessore alla valorizzazione di Palazzo d’Avalos, il quale ha dichiarato: “Non vi è la concreta valorizzazione di un Bene senza la sua rigenerazione urbana: per questo motivo abbiamo puntato al coinvolgimento della comunità sin dalla sua apertura.

E magicamente tante attività sono nate intorno al carcere: questo bene sta dunque tornando a vivere”.

L’assessore Carannante ha poi tenuto a precisare il lavoro fatto fin qui e le prossime tappe: “Il Bene è stato ceduto al Comune affinchè venisse valorizzato secondo il Programma di valorizzazione sottoscritto a suo tempo: questa è la nostra stella cardinale.

Il Piano particolareggiato redatto dalla Iodice, di cui viene pubblicato un estratto, è la sua declinazione necessaria per procedere al progetto.

Ora il nostro prossimo obiettivo è uno studio di fattibilità economico-finanziario che consentirà agli investitori interessati di avere uno strumento concreto per fare le proprie valutazioni: stiamo davvero entrando nel vivo del futuro dell’ex carcere”.

“Una cosa è sicura – ha poi concluso – no a speculazioni immobiliari, no ad albergoni, no a qualcosa di avulso dal territorio.

Vogliamo far viaggiare questo processo di riqualificazione unitamente a quello del centro storico e del Borgo di Terra Murata”.

E’ stato poi il momento della sottoscrizione del Protocollo d’intesa con l’Università Federico II di NapoliDipartimento di strutture per l’Ingegneria e l’Architettura –  per l’inserimento del Palazzo d’Avalos tra i prestigiosi progetti PRIN (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale) ad oggetto: Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats, finanziati dal Ministero dell’Università e della Ricerca. “Anche io sono un procidano col cuore” ha affermato entusiasta il Prof. Landolfo della Federico II.

Palazzo d’Avalos rientrerà con la Cattedrale di Agrigento e il Convento di Maiori, tra i Beni oggetto di studio.

Si è poi passati al Protocollo d’intesa con l’Autorità di Bacino dell’Appennino Meridionale per l’istituzione di un “Laboratorio di Procida quale terrazza sul mediterraneo per la sperimentazione di ricerche ed azioni volte alla Sostenibilità Idrogeologica ed Ambientale degli usi e sviluppi futuri, all’Adattamento ai Cambiamenti Climatici, allo Sviluppo di modelli costi-benefici e valutazione/ servizi ecosistemici”.

Per l’Autorità presente l’Arch. Raffaella Nappi che ha dichiarato soddisfazione per la sempre maggiore sinergia con il Comune di Procida necessaria per una virtuosa tutela del territorio.

Il futuro di Palazzo d’Avalos è finalmente iniziato.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 

Intervento della Consigliera Lucia Mameli

Il Comune di Procida ha ricevuto da società Acqua Campania la somma di euro 1500 da destinarsi esclusivamente al superamento delle barriere architettoniche.

Le associazioni riunite dell’area tematica socio/assistenziali convengono di destinare tale somma all’acquisto di una o più pedane da spiaggia che consentano l’accesso al bagnasciuga alle P.M.R

Nella seduta di oggi 13.04.2018 della consulta delle Associazioni e del Volontariato si  deciderà il  posizionamento.

 
Consigliera ai Trasporti Marittimi
Lucia Mameli
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

PROCIDA, PALAZZO D’AVALOS TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO

Sabato 14 aprile mattinata dedicata all’ex carcere con la presentazione del libro di Rosalba Iodice, che ha curato il Piano Particolareggiato e il Programma di Valorizzazione del complesso

L’ex carcere come attrattore per lo sviluppo di Procida e dell’intero golfo di Napoli: il passato che diventa cruciale per il futuro del territorio, attraverso la conoscenza di una delle realtà-simbolo dell’isola, riaperta al pubblico nel novembre del 2016. 

Sabato 14 aprile alle 10.30 a Procida, nel suggestivo scenario di Santa Margherita Nuova a Terra Murata, sarà presentato il libro “Palazzo d’Avalos e l’ex carcere di Procida: il complesso monumentale rinascimentale tra passato, presente e futuro” di Rosalba Iodice, che è stata redattrice per l’amministrazione comunale di Procida del Piano Particolareggiato e del Programma di Valorizzazione del complesso monumentale.

Il libro, un’opera essenziale per comprendere le potenzialità di uno degli edifici più complessi dell’intero golfo di Napoli, è stato pubblicato dalla casa editrice Nutrimenti, che da qualche anno ha aperto una libreria a Procida e che conferma e consolida, dunque, la sua presenza nel contribuire a valorizzare l’isola e  le sue risorse.

Ma la presentazione del volume si accompagna a una serie di momenti istituzionali che impreziosiranno l’evento, aperto al pubblico: l’assessore con delega a Terra Murata, l’avvocato Antonio Carannante, presenterà il Piano Particolareggiato (Atto necessario per il progetto di riqualificazione ex Carcere) contestualmente alla sottoscrizione di un importante accordo tra il Comune di Procida e il Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura dell’Università Federico II di Napoli, il cui direttore, il professore Raffaele Landolfo, ha inserito il complesso monumentale del Palazzo d’Avalos e di Terra Murata nel progetto PrinProgetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale –  “Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats”.


Un’altra importante intesa istituzionale è quella che si sottoscriverà nell’ occasione con l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale in merito alle problematiche connesse al rischio idrogeologico erosione costiera e frane.

I lavori, moderati dal giornalista di Repubblica Pasquale Raicaldo, saranno introdotti dal Sindaco di Procida, dott. Dino Ambrosino, e conclusi dall’intervento del Vice Presidente della Regione Campania, on. Fulvio Bonavitacola.

Palazzo D'Avalos tra passato presente e futuro

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Elezioni del forum giovani

Elezioni del Forum dei GiovaniAlle elezioni del Forum dei giovani hanno partecipato 595 ragazzi. Una grande affluenza, dunque, che testimonia il forte interesse negli under 35 di prendere parte attivamente alla vita dell’isola.

Nei seggi aperti dalle ore 9 alle ore 20 vi è stata, infatti, una continua folla di votanti
La lista Giovani Presenti e’ stata votata da 441 ragazzi e la lista Procida 4G da 145. Dei 17 candidati nove sono stati eletti consiglieri dell’assemblea.

I giovani entrati a far parte dell’Assemblea del Forum dei Giovani sonoVincenzo EspositoLuigi Primario, Simona QuirinoGiorgia AllegroFrancesca Taliercio, Gaia Rontino, Davide Calise, Calise Brunella ed Enrico Scotto.

A breve verrà convocata la prima seduta del Forum per l’elezione del coordinatore. Questo avrà il compito di adunare e presiedere il Forum, definire l’ordine del giorno, coordinarne i lavori.

Ringrazio la Commissione Elettorale composta dai due dipendenti comunali Antonio Barone e Anna Maria Costagliola per aver subito accettato la sfida. 
Grazie alle persone che hanno composto il Seggio Elettorale: alla Presidente Anna Imputato, agli scrutatori Serena AmbrosinoVincenzo GiaccaEmanuela De Candia e Celestiana La Muro per aver messo a disposizione il proprio tempo per i giovani dell’isola.

E infine, ma non per ultimi, grazie ai ragazzi che hanno scelto di essere protagonisti di una nuova opportunità animando un gran fermento sulla nostra isola con dibattiti, interviste, discussioni.

Rossella Lauro

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Il Comune di Procida e l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche

Nel Consiglio Comunale del 7 dicembre 2016 l’Amministrazione Comunale di Procida vota all’unanimità il PEBA ovvero il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche che è lo strumento in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici per tutti i cittadini. Il PEBA fu introdotto nel nostro ordinamento giuridico nel 1986 con la legge n. 41, successivamente modificata nel 1992.

La Legge obbligava i Comuni e le Province ad adottarli, cioè pianificare gli interventi necessari, entro l’anno d’entrata in vigore della stessa; dunque, gli Amministratori erano tenuti a pianificare la rimozione delle barriere architettoniche secondo una programmazione e non in maniera occasionale.

Il Comune di Procida, che non aveva adottato alcun piano, era in ritardo di circa 30 anni, avendo trascurato per troppi anni tale problematica. Dal 2016, la volontà dell’Amministrazione si è espressa attraverso l’adozione della delibera di Consiglio in cui si chiedeva maggiore attenzione alle problematiche delle persone con disabilità che vivono sul nostro territorio e per le persone che l’isola accoglie ogni anno. L’indirizzo politico espresso metteva al centro le persone con disabilità  per consentire una vita più semplice, sicura, ma soprattutto vissuta con la giusta autonomia e dignità.

Il Sindaco Dino Ambrosino nel 2016, durante il Consiglio comunale, ha elencato le iniziative già intraprese nei primi mesi di amministrazione: ad esempio, il trasferimento della SAPSocietà Partecipata del Comune di Procida – dall’appartamento situato al secondo piano in una palazzina senza ascensore ubicata in via Roma alla nuova sede in via Libertà, vicino la casa comunale, con un accesso garantito a tutti e senza barriere architettoniche; oppure le risorse previste nel bilancio di previsione 2016 da cui sono stati utilizzati € 23.000,00 per la riattivazione degli ascensori nelle strutture comunali e nelle scuola (Casa comunale in via Libertà, ex Conservatorio delle Orfane, Scuola media in via F. Gioia, Scuola primaria in via V. Emanuele); un altro esempio è il trasferimento degli uffici comunali al piano terra per rendere più agevole l’utilizzo degli sportelli; oppure l’arrivo sull’isola dei primi bus dell’EAV,  attrezzati per il trasporto delle persone a mobilità ridotta. Oggi i bus così attrezzati sono solo due, ma l’impegno è chiedere all’EAV di poterli incrementare in modo da servire tutta l’isola.

Nel tempo l’Amministrazione ha aderito agli eventi pubblici della UILDM sia nella sezione di Ischia che con la sezione di Procida. Ha adottato progetto “Io sono Filippo” che ha visto proseguire l’iniziativa delle sedie job presenti sulle spiagge dell’isola e l’impegno per la realizzazione di un intervento pubblico sul Lungomare Cristoforo Colombo del valore di circa € 50.000,00. Inoltre, sono state ampliate le aree di sosta (58) riservate alle persone a mobilità ridotta, rafforzando anche i controlli da parte delle forze dell’ordine a seguito di un incontro organizzato ad hoc con le associazioni della Consulta che si occupano del tema. Rimane, tuttavia, ancora radicata nei concittadini l’occupazione abusiva e impropria di tali spazi, così come l’uso del cartellino disabile (396). Cattive abitudini queste, che rappresentano una vera e propria piaga per l’isola e che, ora più che mai, la comunità del luogo, sente la necessità di arginare.

Ad ottobre 2017, con l’apertura delle scuole, non è stato facile per l’Ente Comunale trovare una soluzione per i bambini con disabilità che dovevano essere accompagnati a scuola con un pulmino adeguatamente attrezzato; tuttavia, con la solita attenzione e dedizione, si è  attivato il trasporto che ad oggi è reso possibile grazie alla collaborazione di volontari.

L’Amministrazione considerata la scarsità delle risorse economiche del Comune, un ente in predissesto, non ha la possibilità di destinare fondi per iniziative, anche importanti, come l’abbattimento delle barriere architettoniche, per cui, attraverso una raccolta fondi, il Comune ha realizzato l’accesso alle persone con disabilità presso la Ex Chiesa di San Giacomo, oggi utilizzata dall’associazionismo locale. Grazie al contributo di Italiana Assicurazioni Agenzia Napoli Sede di Procida il Comune ha potuto acquistare una pedana mobile eliminando anche questa barriera.

Altro aspetto importante riguarda le barriere architettoniche nel trasporto marittimo. Bisogna innanzitutto sottolineare che, purtroppo, nel golfo operano in maggioranza natanti obsoleti, costruiti oltre trent’anni orsono, dunque, non attrezzati per il trasporto delle PMR e talora anche difficilmente adeguabili. Tuttavia – come è noto – l’Amministrazione non ha fatto mancare la sua voce e non ha mai fatto mancare il suo interesse presso la Regione, che cura tale settore del trasporto pubblico, perché la situazione abbia un trend positivo, per migliorare l’accessibilità anche su tali mezzi di trasporto, con la consapevolezza che non sarà possibile abolire in tempi brevi le barriere architettoniche su tutti i natanti che operano nel settore.

Tante sono ancora le iniziative da portare avanti e i passi da fare per la comunità procidana. Piccoli ma importanti obiettivi sono stati raggiunti, atti concreti che hanno visto in primis dare una direzione politica al tema della disabilità e poi azioni, acquisti e opere tangibili che resteranno nel tempo. L’Amministrazione, dopo tanto parlare sul tema, continuerà a lavorare, continuerà a collaborare con le associazioni iscritte all’albo, ma soprattutto proseguirà un discorso serio e approfondito con le persone che hanno veramente a cuore la cura delle persone con disabilità e i reali interessi sociali. Come ogni cittadino ragionevole, l’Amministrazione è consapevole che purtroppo le barriere architettoniche sono disseminate ad ogni latitudine della terra e che solo un sano e proficuo dialogo può abbattere barriere non solo architettoniche.

L’Amministrazione Comunale 

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

marzo donna seconda edizione

L’Amministrazione Comunale è lieta di condividere con la comunità ed i cittadini tutti l’impegno che essa pone nel favorire e sostenere iniziative socio-culturali che favoriscano una condizione di pari opportunità tra uomo e donna.
A seguito dell’ avviso realizzato nel mese di gennaio si è potuto creare e concretizzare il cartellone degli eventi MARZO DONNA II EDIZIONE.
Tale modalità ci ha permesso di tener conto e dare la giusta importanza ad ogni singola iniziativa pervenuta.
Rendere partecipi i cittadini in percorsi di pianificazione e condivisione rappresenta la base del cambiamento responsabile.
Ringraziamo ogni singolo cittadino e le scuole dell’isola che hanno aderito all’iniziativa, e tutti quelli che prenderanno parte agli eventi in calendario favorendo un processo di scambio e di benessere comunitario.
 
Consigliera alle Pari Opportunità 
Dott.ssa Sara Esposito
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

M’ILLUMINO DI MENO 2018

L’appuntamento con la festa del risparmio energetico è giunto alla sua 14a edizione!

Il Comune di Procida aderisce e sostiene le politiche e le iniziative volte alla diffusione di nuovi stili di vita, più sensibili agli argomenti dell’ambiente, dell’ecologia e dell’uso consapevole delle risorse.

 

Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante: tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici.

 

Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano la consueta iniziativa M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

 

Entro il 23 febbraio 2018, giorno di M’illumino di Meno, ci viene rivolto l’invito a  simbolicamente raggiungere la luna a piedi e sono 555 milioni di passi: abbiamo dunque bisogno del contributo di tutti.

 

M’illumino di Meno è diventata infatti anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

 

L’invito, condiviso da questa Amministrazione,  per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi sotto qualunque formula: una marcia, una processione, un po’ di jogging, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale…

Per le scuole il Pedibus – andare tutti insieme a piedi – e, per chi va in auto, fare un pezzo del tragitto a piedi.

 

Per un giorno, il 23 febbraio 2018pensiamo con i piedi.

 

Potremo riportare i risultati raggiunti compilando il questionario che troverete al seguente indirizzo: www.sondaggi.rai.it/index.php?sid=43672&lang=it

 

m'illumino di meno 2018

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Avviso agli operatori economici

Less Impresa Sociale, nell’ambito del progetto SPRAR Procida (accoglienza 34 richiedenti asilo e rifugiati), ha pubblicato sul proprio sito n. 5 avvisi pubblici per il reperimento, mediante procedura comparativa aperta ex D. Lgs. 50/2016, dei seguenti beni e servizi: 1) e 2) Ristrutturazione immobili (scadenza 7.02.2018); 3) fornitura prodotti da forno; 4) fornitura carni fresche per uso alimentare; 5) fornitura prodotti alimentari e generi diversi (scadenza 8.02.2018). le modalità di partecipazione e la modulistica da utilizzare, nonché ogni ulteriore informazione è reperibile sul sito: www.lessimpresasociale.it sezione AVVISI
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

COMUNICATO STAMPA PROGRAMMA XXX EDIZIONE PREMIO PROCIDA ISOLA DI ARTURO ELSA MORANTE

 

Premio Procida Isola di Arturo Elsa MorantePROCIDA – Venerdì 22 e Sabato 23 settembre, nell’ incantevole chiesa di Santa Margherita, si terrà la fase finale della XXX edizione del Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante che culminerà con la proclamazione e la premiazione dei vincitori.

 

Venerdì 22 Settembre 2017

Ore 19,00 Santa Margherita Nuova

–        Inaugurazione mostra fotografica di Marta Giaccone “Ritorno all’isola di Arturo. 1957-2017: adolescenti di Procida oggi”

–        Saluti istituzionali del Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino e dell’Assessore alla cultura Nicola Granito

–        Interventi del prof. Marco Viscardi e della prof.ssa Marina Lebro

–        Presentazione della terna finalista del Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante – sez. Narrativa: Roberto Livi “La Terra si muove” Marcos Y Marcos; Matteo Nucci “E’ giusto obbedire alla notte” Ponte alle Grazie; Andrea Bajani “Un bene al Mondo” Einaudi

–        Dibattito e votazione della Giuria Popolare presieduta da Giacomo Retaggio e chiusura dell’urna.

 

Sabato 23 Settembre 2017

Ore 19,00 Santa Margherita Nuova

–        Benvenuto e introduzione dell’Assessore alla cultura Nicola Granito

–        Cerimonia di premiazione della XXX edizione del Premio “Procida Isola di Arturo Elsa Morante” condotta dalla giornalista Natascia Festa

–        Cerimonia di consegna del Premio Speciale al traduttore di Pedrag Matvejevic, Silvio Ferrari

–        Intervento del prof. Claudio Fogu e proiezione video

–        Premiazione vincitori della sezione Mare: Pietro Grossi “Il Passaggio” – Feltrinelli (narrativa); Luca Lo Basso “Gente di Bordo” Carocci (saggistica)

–        Proiezione del video “I luoghi di Elsa” – introduce Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Nazionale di Roma

–        Apertura dell’urna e Premiazione dei vincitori della sezione Narrativa annunciati dal Presidente della Giuria Tecnica prof. Gabriele Pedullà

–        Interventi musicali a cura di Alessandro Butera (chitarra classica – mohan vecna) e Gianluca Trinchillo (chitarra classica)

–        Cocktail di saluto offerto da “Profumi di Procida”

Organizzazione: Comune di Procida – Assessorato alla Cultura

Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Patrocinio MIBACT

Sponsor e contributo: Marina di Procida Spa; Biblioteca Nazionale di Roma; Profumi di Procida

Per info consultare il sito www.premioprocidamorante.it

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Procida: II^ edizione del Convegno nazionale sul lavoro marittimo: “Esami titoli professionali e programmi didattici: criticità e proposte”

PROCIDA – Il 30 settembre prossimo, alle ore 10.00 presso la Casa
Comunale in via Libertà, si terrà la II^ edizione del Convegno
nazionale sul lavoro marittimo promosso dall’Assessorato al lavoro
marittimo e dal Circolo Capitani e Macchinisti, nella persona del
giovane e attivissimo Pilota procidano nel Porto di Livorno Fabio
Pagano e del Presidente Vincenzo Schiano di Coscia, sul tema: “Esami
titoli professionali e programmi didattici: criticità e proposte”.

«La nuova amministrazione procidana sin dal suo insediamento – dice
l’assessore Antonio Carannante – ha posto in primo piano le
problematiche dei lavoratori marittimi, che storicamente ne
costituiscono gran parte della forza lavoro ed economica, istituendo
un Assessorato specifico. A tal proposito tengo subito a precisare che
in questo percorso amministrativo è fondamentale la sinergia con il
Circolo Capitani e Macchinisti di Procida nella persona del giovane e
attivissimo Pilota procidano nel Porto di Livorno Fabio Pagano e del
Presidente Vincenzo Schiano di Coscia, e con la Preside dell’Istituto
Nautico Prof.ssa Maria Saletta Longobardo. Infatti, ritengo essenziale
condurre le mie deleghe in maniera “partecipata”, ancor più su
tematiche tecniche e che riguardano il lavoro.

Molte problematiche che oggi affliggono i lavoratori marittimi
dipendono da questioni burocratiche che potrebbero essere risolte con
interventi legislativi – afferma l’Assessore al Lavoro Marittimo
Antonio Carannante – per cui sin dal mio insediamento ho ribadito che
l’obiettivo è quello di far divenire Procida sede naturale di
discussione sul lavoro marittimo, mettendo allo stesso tavolo
Armatori-Scuola-Istituzioni al fine di elaborare proposte concrete da
porre all’attenzione delle Autorità competenti. Da qui l’idea di
istituire un Convegno nazionale che rappresenti un appuntamento
annuale per tutti gli operatori del settore. Lo dobbiamo alla nostra
storia, al nostro antico e glorioso Istituto Nautico che continua ad
essere fucina di Ufficiali che si fanno onore nel mondo, e a tutela
della nostra economia -.

Quest’anno, nello specifico, affronteremo le problematiche riguardo
l’iter degli esami dei titoli professionali, la formazione e i
programmi didattici. Interverranno presenze istituzionali di rilievo,
ed è previsto un programma ricco di partecipanti anche del mondo
armatoriale. Quindi, sentiremo dalla voce di quest’ultimi le
problematiche che oggi incontrano nel reclutamento del personale con
riferimento alla formazione, ma anche il punto di vista della Scuola
con la Preside prof.ssa Maria Saletta Longobardo e dei rappresentanti
del Ministero dei Trasporti e istruzione. Tengo molto al taglio
“pratico” di questo Convegno – conclude l’Assessore Carannante
questa mia esperienza di amministratore, purtroppo, ogni giorno mi
conferma che l’Italia è un paese ancora bloccato da tanta burocrazia.
L’unica salvezza può essere un mirato snellimento di quest’ultima da
parte di addetti ai lavori e un ricambio di parte della classe
dirigente ancora legata a schemi ormai superati. Per questo ciascuno
dei relatori durante il Convegno illustrerà criticità ed eventuali
soluzioni legislative e, dopo un confronto, al termine dei lavori,
verranno concordate proposte concrete da sottoporre ai Ministeri
competenti. Solo con proposte avanzate da chi opera nel settore è
possibile tentare di risolvere concretamente i problemi».

 
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello