Turismo

PROCIDA, PALAZZO D’AVALOS TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO

Sabato 14 aprile mattinata dedicata all’ex carcere con la presentazione del libro di Rosalba Iodice, che ha curato il Piano Particolareggiato e il Programma di Valorizzazione del complesso

L’ex carcere come attrattore per lo sviluppo di Procida e dell’intero golfo di Napoli: il passato che diventa cruciale per il futuro del territorio, attraverso la conoscenza di una delle realtà-simbolo dell’isola, riaperta al pubblico nel novembre del 2016. 

Sabato 14 aprile alle 10.30 a Procida, nel suggestivo scenario di Santa Margherita Nuova a Terra Murata, sarà presentato il libro “Palazzo d’Avalos e l’ex carcere di Procida: il complesso monumentale rinascimentale tra passato, presente e futuro” di Rosalba Iodice, che è stata redattrice per l’amministrazione comunale di Procida del Piano Particolareggiato e del Programma di Valorizzazione del complesso monumentale.

Il libro, un’opera essenziale per comprendere le potenzialità di uno degli edifici più complessi dell’intero golfo di Napoli, è stato pubblicato dalla casa editrice Nutrimenti, che da qualche anno ha aperto una libreria a Procida e che conferma e consolida, dunque, la sua presenza nel contribuire a valorizzare l’isola e  le sue risorse.

Ma la presentazione del volume si accompagna a una serie di momenti istituzionali che impreziosiranno l’evento, aperto al pubblico: l’assessore con delega a Terra Murata, l’avvocato Antonio Carannante, presenterà il Piano Particolareggiato (Atto necessario per il progetto di riqualificazione ex Carcere) contestualmente alla sottoscrizione di un importante accordo tra il Comune di Procida e il Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura dell’Università Federico II di Napoli, il cui direttore, il professore Raffaele Landolfo, ha inserito il complesso monumentale del Palazzo d’Avalos e di Terra Murata nel progetto PrinProgetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale –  “Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats”.


Un’altra importante intesa istituzionale è quella che si sottoscriverà nell’ occasione con l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale in merito alle problematiche connesse al rischio idrogeologico erosione costiera e frane.

I lavori, moderati dal giornalista di Repubblica Pasquale Raicaldo, saranno introdotti dal Sindaco di Procida, dott. Dino Ambrosino, e conclusi dall’intervento del Vice Presidente della Regione Campania, on. Fulvio Bonavitacola.

Palazzo D'Avalos tra passato presente e futuro

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Il Comune di Procida e l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche

Nel Consiglio Comunale del 7 dicembre 2016 l’Amministrazione Comunale di Procida vota all’unanimità il PEBA ovvero il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche che è lo strumento in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici per tutti i cittadini. Il PEBA fu introdotto nel nostro ordinamento giuridico nel 1986 con la legge n. 41, successivamente modificata nel 1992.

La Legge obbligava i Comuni e le Province ad adottarli, cioè pianificare gli interventi necessari, entro l’anno d’entrata in vigore della stessa; dunque, gli Amministratori erano tenuti a pianificare la rimozione delle barriere architettoniche secondo una programmazione e non in maniera occasionale.

Il Comune di Procida, che non aveva adottato alcun piano, era in ritardo di circa 30 anni, avendo trascurato per troppi anni tale problematica. Dal 2016, la volontà dell’Amministrazione si è espressa attraverso l’adozione della delibera di Consiglio in cui si chiedeva maggiore attenzione alle problematiche delle persone con disabilità che vivono sul nostro territorio e per le persone che l’isola accoglie ogni anno. L’indirizzo politico espresso metteva al centro le persone con disabilità  per consentire una vita più semplice, sicura, ma soprattutto vissuta con la giusta autonomia e dignità.

Il Sindaco Dino Ambrosino nel 2016, durante il Consiglio comunale, ha elencato le iniziative già intraprese nei primi mesi di amministrazione: ad esempio, il trasferimento della SAPSocietà Partecipata del Comune di Procida – dall’appartamento situato al secondo piano in una palazzina senza ascensore ubicata in via Roma alla nuova sede in via Libertà, vicino la casa comunale, con un accesso garantito a tutti e senza barriere architettoniche; oppure le risorse previste nel bilancio di previsione 2016 da cui sono stati utilizzati € 23.000,00 per la riattivazione degli ascensori nelle strutture comunali e nelle scuola (Casa comunale in via Libertà, ex Conservatorio delle Orfane, Scuola media in via F. Gioia, Scuola primaria in via V. Emanuele); un altro esempio è il trasferimento degli uffici comunali al piano terra per rendere più agevole l’utilizzo degli sportelli; oppure l’arrivo sull’isola dei primi bus dell’EAV,  attrezzati per il trasporto delle persone a mobilità ridotta. Oggi i bus così attrezzati sono solo due, ma l’impegno è chiedere all’EAV di poterli incrementare in modo da servire tutta l’isola.

Nel tempo l’Amministrazione ha aderito agli eventi pubblici della UILDM sia nella sezione di Ischia che con la sezione di Procida. Ha adottato progetto “Io sono Filippo” che ha visto proseguire l’iniziativa delle sedie job presenti sulle spiagge dell’isola e l’impegno per la realizzazione di un intervento pubblico sul Lungomare Cristoforo Colombo del valore di circa € 50.000,00. Inoltre, sono state ampliate le aree di sosta (58) riservate alle persone a mobilità ridotta, rafforzando anche i controlli da parte delle forze dell’ordine a seguito di un incontro organizzato ad hoc con le associazioni della Consulta che si occupano del tema. Rimane, tuttavia, ancora radicata nei concittadini l’occupazione abusiva e impropria di tali spazi, così come l’uso del cartellino disabile (396). Cattive abitudini queste, che rappresentano una vera e propria piaga per l’isola e che, ora più che mai, la comunità del luogo, sente la necessità di arginare.

Ad ottobre 2017, con l’apertura delle scuole, non è stato facile per l’Ente Comunale trovare una soluzione per i bambini con disabilità che dovevano essere accompagnati a scuola con un pulmino adeguatamente attrezzato; tuttavia, con la solita attenzione e dedizione, si è  attivato il trasporto che ad oggi è reso possibile grazie alla collaborazione di volontari.

L’Amministrazione considerata la scarsità delle risorse economiche del Comune, un ente in predissesto, non ha la possibilità di destinare fondi per iniziative, anche importanti, come l’abbattimento delle barriere architettoniche, per cui, attraverso una raccolta fondi, il Comune ha realizzato l’accesso alle persone con disabilità presso la Ex Chiesa di San Giacomo, oggi utilizzata dall’associazionismo locale. Grazie al contributo di Italiana Assicurazioni Agenzia Napoli Sede di Procida il Comune ha potuto acquistare una pedana mobile eliminando anche questa barriera.

Altro aspetto importante riguarda le barriere architettoniche nel trasporto marittimo. Bisogna innanzitutto sottolineare che, purtroppo, nel golfo operano in maggioranza natanti obsoleti, costruiti oltre trent’anni orsono, dunque, non attrezzati per il trasporto delle PMR e talora anche difficilmente adeguabili. Tuttavia – come è noto – l’Amministrazione non ha fatto mancare la sua voce e non ha mai fatto mancare il suo interesse presso la Regione, che cura tale settore del trasporto pubblico, perché la situazione abbia un trend positivo, per migliorare l’accessibilità anche su tali mezzi di trasporto, con la consapevolezza che non sarà possibile abolire in tempi brevi le barriere architettoniche su tutti i natanti che operano nel settore.

Tante sono ancora le iniziative da portare avanti e i passi da fare per la comunità procidana. Piccoli ma importanti obiettivi sono stati raggiunti, atti concreti che hanno visto in primis dare una direzione politica al tema della disabilità e poi azioni, acquisti e opere tangibili che resteranno nel tempo. L’Amministrazione, dopo tanto parlare sul tema, continuerà a lavorare, continuerà a collaborare con le associazioni iscritte all’albo, ma soprattutto proseguirà un discorso serio e approfondito con le persone che hanno veramente a cuore la cura delle persone con disabilità e i reali interessi sociali. Come ogni cittadino ragionevole, l’Amministrazione è consapevole che purtroppo le barriere architettoniche sono disseminate ad ogni latitudine della terra e che solo un sano e proficuo dialogo può abbattere barriere non solo architettoniche.

L’Amministrazione Comunale 

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

marzo donna seconda edizione

L’Amministrazione Comunale è lieta di condividere con la comunità ed i cittadini tutti l’impegno che essa pone nel favorire e sostenere iniziative socio-culturali che favoriscano una condizione di pari opportunità tra uomo e donna.
A seguito dell’ avviso realizzato nel mese di gennaio si è potuto creare e concretizzare il cartellone degli eventi MARZO DONNA II EDIZIONE.
Tale modalità ci ha permesso di tener conto e dare la giusta importanza ad ogni singola iniziativa pervenuta.
Rendere partecipi i cittadini in percorsi di pianificazione e condivisione rappresenta la base del cambiamento responsabile.
Ringraziamo ogni singolo cittadino e le scuole dell’isola che hanno aderito all’iniziativa, e tutti quelli che prenderanno parte agli eventi in calendario favorendo un processo di scambio e di benessere comunitario.
 
Consigliera alle Pari Opportunità 
Dott.ssa Sara Esposito
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

M’ILLUMINO DI MENO 2018

L’appuntamento con la festa del risparmio energetico è giunto alla sua 14a edizione!

Il Comune di Procida aderisce e sostiene le politiche e le iniziative volte alla diffusione di nuovi stili di vita, più sensibili agli argomenti dell’ambiente, dell’ecologia e dell’uso consapevole delle risorse.

 

Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante: tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici.

 

Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano la consueta iniziativa M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

 

Entro il 23 febbraio 2018, giorno di M’illumino di Meno, ci viene rivolto l’invito a  simbolicamente raggiungere la luna a piedi e sono 555 milioni di passi: abbiamo dunque bisogno del contributo di tutti.

 

M’illumino di Meno è diventata infatti anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

 

L’invito, condiviso da questa Amministrazione,  per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi sotto qualunque formula: una marcia, una processione, un po’ di jogging, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale…

Per le scuole il Pedibus – andare tutti insieme a piedi – e, per chi va in auto, fare un pezzo del tragitto a piedi.

 

Per un giorno, il 23 febbraio 2018pensiamo con i piedi.

 

Potremo riportare i risultati raggiunti compilando il questionario che troverete al seguente indirizzo: www.sondaggi.rai.it/index.php?sid=43672&lang=it

 

m'illumino di meno 2018

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Procedere a piccoli passi silenziosi ma necessari

procedere a piccoli passi silenziosi ma necessari

L’anno 2017 è stato caratterizzato da un intenso lavoro portato avanti dagli uffici e dall’ amministrazione, per evitare di restituire vecchi finanziamenti di lavori non terminati. Le comunicazioni ministeriali e regionali inviate al Comune non lasciavano molte alternative. L’unica via di uscita era dedicare tempo e lavoro per chiudere i finanziamenti del 2008/2009 ed evitare nuovi debiti per l’Ente.

Trasformare un problema in un’opportunità. Un esempio è il vecchio progetto del 2008 legato alla segnaletica turistica. Siamo andati a Roma, al Ministero dell’Interno, e abbiamo spiegato la nostra situazione finanziaria. Dopo una lunga chiacchierata, ci hanno dato fiducia e proposto di terminare i lavori, con la somma che dovevamo restituire, entro il mese di dicembre dell’anno 2017.

E così da un bel problema abbiamo colto l’occasione per riqualificare il territorio. L’esigenza, che si sposava perfettamente con questo progetto, era quella di migliorare la segnaletica turistica e così abbiamo immaginato delle tavole e dei nuovi cartelli distribuiti per l’isola.

Ciò ha comportato una concentrazione di forze ed energie su vecchie iniziative ma modellate sulle nuove esigenze del territorio.

Nel frattempo emergevano nuove richieste: formulare degli accordi con il territorio per la gestione degli spazi pubblici. In modo particolare ci siamo occupati del Protocollo di Intesa firmato con l’associazione Casa di Graziella, delle convenzioni per l’utilizzo del campo sportivo, l’accordo per la gestione di via Salette. Iniziative che hanno visto gli amministratori, sensibili ad alcune situazioni, partecipare ad incontri con le associazioni ed il territorio per trovare le soluzioni più adatte alla nostra comunità.  

Processi lunghi ma necessari per arrivare tutti insieme all’obiettivo comune.

Purtroppo non possiamo fare finta di non avere un passato, ingombrante e limitante, per esempio abbiamo dovuto faticare per avere il mutuo per il campo sportivo data la nostra situazione finanziaria.

Ciò non ci ha scoraggiati e ci fa andare avanti. Ascoltare il Sindaco rispondere ai vari interlocutori ministeriali o di enti finanziatori: “Mi prendo io la responsabilità” da forza, speranza.

“Responsabilità” una parola che, dopo 30 mesi di amministrazione, è al centro del nostro lavoro per ricucire e aggregare i fili di un tessuto fragile e prezioso allo stesso tempo.

Il 2018 vedrà una serie di lavori pubblici chiudersi, mentre altri come il metano andranno rivisti e ricontrattati con la nuova società.

Il nostro impegno continuerà ad essere alimentato dalla forza dei giovani che timidamente si avvicinano alla cosa pubblica incuriositi dai meccanismi della pubblica amministrazione.

Un bel gruppo di ragazzi continua a formarsi sull’europrogettazione creando occasioni di scambio e di confronto cercando delle opportunità e delle risorse per il nostro territorio.

Il mio motto del 2018 è: “I giovani al centro dell’isola” la nostra speranza e la mia motivazione.

Rossella Lauro

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

COMUNICATO STAMPA PROGRAMMA XXX EDIZIONE PREMIO PROCIDA ISOLA DI ARTURO ELSA MORANTE

 

Premio Procida Isola di Arturo Elsa MorantePROCIDA – Venerdì 22 e Sabato 23 settembre, nell’ incantevole chiesa di Santa Margherita, si terrà la fase finale della XXX edizione del Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante che culminerà con la proclamazione e la premiazione dei vincitori.

 

Venerdì 22 Settembre 2017

Ore 19,00 Santa Margherita Nuova

–        Inaugurazione mostra fotografica di Marta Giaccone “Ritorno all’isola di Arturo. 1957-2017: adolescenti di Procida oggi”

–        Saluti istituzionali del Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino e dell’Assessore alla cultura Nicola Granito

–        Interventi del prof. Marco Viscardi e della prof.ssa Marina Lebro

–        Presentazione della terna finalista del Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante – sez. Narrativa: Roberto Livi “La Terra si muove” Marcos Y Marcos; Matteo Nucci “E’ giusto obbedire alla notte” Ponte alle Grazie; Andrea Bajani “Un bene al Mondo” Einaudi

–        Dibattito e votazione della Giuria Popolare presieduta da Giacomo Retaggio e chiusura dell’urna.

 

Sabato 23 Settembre 2017

Ore 19,00 Santa Margherita Nuova

–        Benvenuto e introduzione dell’Assessore alla cultura Nicola Granito

–        Cerimonia di premiazione della XXX edizione del Premio “Procida Isola di Arturo Elsa Morante” condotta dalla giornalista Natascia Festa

–        Cerimonia di consegna del Premio Speciale al traduttore di Pedrag Matvejevic, Silvio Ferrari

–        Intervento del prof. Claudio Fogu e proiezione video

–        Premiazione vincitori della sezione Mare: Pietro Grossi “Il Passaggio” – Feltrinelli (narrativa); Luca Lo Basso “Gente di Bordo” Carocci (saggistica)

–        Proiezione del video “I luoghi di Elsa” – introduce Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Nazionale di Roma

–        Apertura dell’urna e Premiazione dei vincitori della sezione Narrativa annunciati dal Presidente della Giuria Tecnica prof. Gabriele Pedullà

–        Interventi musicali a cura di Alessandro Butera (chitarra classica – mohan vecna) e Gianluca Trinchillo (chitarra classica)

–        Cocktail di saluto offerto da “Profumi di Procida”

Organizzazione: Comune di Procida – Assessorato alla Cultura

Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Patrocinio MIBACT

Sponsor e contributo: Marina di Procida Spa; Biblioteca Nazionale di Roma; Profumi di Procida

Per info consultare il sito www.premioprocidamorante.it

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Procida ricorda Conc­etta Barra

 

 

premio concetta barra

Un convegno, una pre­miazione e il concerto di Pep­pe Barra “Il canto dei tamburi”
per il talento di un­’artista che ha sapu­to tramandare la grande tradizione della sua terra.

Venerdì 15 settembre al via la IV edizio­ne delPremio Concetta Barraisola di Procida, alle 18.30 presso la storica Piazza dei Martiri con il Con­vegno internazionale Concetta Barra, Edua­rdo De Filippo e Totò – Vite di artisti. Sabato 16 settembre sempre dalle 18.30, nella suggestiva Marina di ProcidaPorto Turistico avver­rà la premiazione ad esponenti del mondo della cultura, dell­’ arte, del giornalis­mo, della letteratura e dello spettacolo. Dopo la premiazion­e, alle 21.00, la ma­nifestazione si chiu­derà in Piazza Marina Grande con il conc­erto di Peppe Barra Il canto dei tamburi. La due giorni farà rivivere la figura di Concetta Barra ripercorrendo il suo rapporto umano ed artistico con la cul­tura dell’isola.

Tra i premiati quest­’anno, Giovanna Mezzogiorno, Ferzan Ozpetek, Diego De Silva, Toni Florio, Elio Pecora, Ottavio Ragone, Flegra Bentivegna, Lello Esposito  eGiancarlo Cosenza.

La manifestazione è promossa dal Master in Drammaturg­ia e Cinematografiadell’Università deg­li Studi di Napoli Federico II e dall’As­sociazione PartenArt, in collaborazione con l’Assessorato al Tur­ismo della Regione Campania, la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Pro­vincia di Napoli, il Comune di Procida e ilConservatorio di Mus­ica S. Pietro a Maje­lla di Napoli.

Peppe Barra, docente del Master in Drammaturg­ia e Cinematografia, coordinato da Pasq­uale Sabbatino presso l’Ateneo federicia­no, ha spiegato che «Il Premio Concetta Barra è nato quattro anni fa per il gran­de amore che gli ami­ci avevano per Conce­tta. Ringrazio la Fe­derico II, Massimo Marelli, Pasquale Sab­batino, Marialuisa Annecchino, Fara Paol­illo (Presidente Ass­ociazione Partenart)e Paola Bovier per aver trasformato in realtà un sogno che avevamo un po’ tutti nel cassetto. I proc­idani chiaramente sa­ranno contenti di qu­esto premio, perché non vuole solo ricor­dare una bella figura di donna procidana, ma soprattutto per esaltare il valore di un’isola con tutte le sue tradizioni e tutta la sua belle­zza culturale. Quello di Concetta Barra non deve essere un premio incentrato solo sull’arte, ma anche sulla luce, sull’a­more per i giovani e sui grandi valori culturali».

Dopo i saluti del Si­ndaco di Procida Rai­mondo Ambrosino e di Nicola Granito, Ass­essore alla Cultura e Grandi Eventi del Comune di Procida, la manifestazione, co­ordinata da Massimo Marrelli dell’Ateneo Federiciano ed in introdotta dal Maestro Peppe Barra, vedrà gli interventi di Adele Campanelli (Sop­rintendente Archeolo­gia, Belle Arti e Pa­esaggio per l’Area Metropolitana di Napo­li), Beatrice Alfonz­etti (Università La Sapienza  Roma), Giu­lio Baffi (Critico teatrale), Andrea Maz­zucchi, Matteo Palum­bo e Pasquale Sabbat­ino (Università di Napoli Federico II) e Piermario Vescovo (Università Ca’ Fosca­ri Venezia). Seguirà, presso Marina di Procida, l’esposizione di Davide Barra, mentre concluderà la serata la Banda Isola di Procida diretta dal maestro Frances­co Trio.

Il giorno successivo, alle ore 18.30 pre­sso Marina di Procida Porto Turistico, Gaetano Manfredi, Ret­tore dell’Università Federico II di Napo­li, consegnerà il “P­remio Concetta Barra – Isola di Procida” a personalità che si sono distinte per aver diffuso la cult­ura partenopea nel mondo.

La commissione scien­tifica, presieduta da Massimo Marrelli (Università di Napoli Federico II) e comp­osta dal Maestro Pep­pe Barra, Beatrice Alfonzetti (Università La Sapienza di Rom­a), Giulio Baffi (cr­itico teatrale), Mau­rizio De Giovanni (s­crittore), Elsa Evan­gelista (Conservator­io di Musica San Pie­tro a Majella di Nap­oli), Dinko Fabris (Conservatorio di Nap­oli e Università del­la Basilicata), Mari­no Niola (Università di Napoli Suor Orso­la Benincasa), Andrea Mazzucchi, Matteo Palumbo e Pasquale Sabbatino (Università di Napoli Federico II), Pier Mario Vesc­ovo (Università Ca’ Foscari di Venezia), ha deciso di confer­ire il premio a:Giovanna Mezzogiorno (sezione carriera teatrale), Ferzan Ozpetek (sezione regia),Diego De Silva (sezione narrativa), Elio Pecora (sezione poesia), Ottavio Ragone(sezione giornalism­o), Flegra Bentivegna(per la tutela delle tartarughe marine), Toni Florio (sezione musica), Lello Esposito(sezione pittura e scultura) e Giancarlo Cosenza (valorizzazione di Procida).

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Comunicato Stampa del Comune di Procida Premio Concetta Barra alla 4 ͣ Edizione

Concetta Barra, figlia di Procida, artista geniale dalla forte vena satirica, ha rappresentato nel panorama italiano una delle voci più autentiche di quella cultura popolare  intrisa di storia e di passione, di sentimenti e di ferite, capace di parlare agli uomini di ieri e di oggi. Chi l’ha conosciuta personalmente  ha sempre percepito, dal rapporto vivo e autenticamente onesto che lei sapeva creare con chiunque, senza distinzioni di ceto, di fedi e di cultura, la sensazione di aver incontrato un cuore vivo e palpitante capace di interpretare   e far proprie quelle esigenze vitali che sono nel fondo di ogni uomo:  autonomia e libertà, celebrazione della vita e della morte, integrità, amore, appartenenza comunitaria, comprensione, tatto, empatia, sostegno, bisogno di ridere e scherzare, armonia, bellezza, ordine e pace.

 Le sue performance teatrali , i suoi canti, i suoi soliloqui,   erano sintesi mirabile, in  un impasto magico, di queste esigenze vitali che affioravano sempre sulla scena, come polla sorgiva, sapendo  creare con ogni pubblico quel flusso magico  tipico di ogni vera espressione artistica e capace di affabulare anche lo spettatore più sprovveduto.

Procida la celebra da alcuni anni con un premio a lei dedicato, giunto quest’anno alla 4 edizione. Il Premio voluto e sentito fortemente dall’ Amministrazione Comunale  si avvale di un comitato organizzativo coordinato da Marisa Annecchino.

La serata del Premio è preceduta da un convegno internazionale sul tema “ Concetta Barra, Eduardo de Filippo e Totò” che si terrà venerdì 15 settembre 2017 ore 18,30 in piazza dei Martiri dove porteranno i saluti di Procida il Sindaco Raimondo Ambrosino e l’assessore alla Cultura Nicola Granito.

Coordinato da Massimo Marrelli,  il convegno ospiterà gli interventi di Peppe Barra, Adele Campanelli, Beatrice Alfonzetti, Giulio Baffi, Andrea Mazzucchi, Matteo Palumbo, Pasquale Sabbatino, Piermario Vescovo.

In contemporanea a Marina di Procida Porto Turistico si potrà ammirare l’esposizione artistica di Davide Barra.

Concluderà la serata, sempre in piazza dei Martiri, la Banda Isola di Procida con un concerto diretto  da Francesco Trio.

Sabato 16 settembre 2017 presso Marina di Procida Porto Turistico , la Giuria presieduta da Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università Federico II di Napoli, consegnerà il Premio Concetta Barra 2017Giovanna Mezzogiorno. Ferzan Ozpetek, Diego de Silva, Elio Pecora, Ottavio Ragone,  Flegra Bentivegna, Toni Florio Lello Esposito, Giancarlo Cosenza.

La manifestazione  si concluderà  con Peppe Barra in concerto “Il Canto dei tamburi” alle ore 21 in Piazza Marina Grande.

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Comune di Procida COMUNICATO STAMPA Premio Procida 2017

PROCIDA (9 settembre 2017) – Il Premio Procida Isola di Arturo Elsa
Morante, dedicato al capolavoro di Elsa, è arrivato quest’anno alla
sua XXX edizione e festeggia anche il 60° anniversario del Premio
Strega attribuito a “L’isola di Arturo” con due serate speciali e due
progetti importanti.

Venerdì 22 settembre, alle ore 19, nella meravigliosa cornice di Santa
Margherita, si inaugurerà la mostra fotografica “Ritorno all’isola di
Arturo” di Marta Giaccone con gli interventi dei prof.ri Marco
Viscardi e Marina Lebro. Di seguito, i membri della Giuria Tecnica
della sezione narrativa, presieduta da Gabriele Pedullà, presenteranno
alla Giuria popolare e al pubblico i tre scrittori selezionati:

Roberto Livi, (“La terra si muove” Marcos y Marcos);

Andrea Bajani, (“Un bene al mondo” Einaudi);

Matteo Nucci (“E’ giusto obbedire alla notte” Ponte alle Grazie).

Al termine, dopo il dibattito, si terrà la cerimonia pubblica del voto.

Sabato 23 settembre, sempre con inizio alle ore 19,00 nella chiesa di
Santa Margherita Nuova, cerimonia di premiazione dei vincitori della
sezione Narrativa e Mare, condotta dalla giornalista Natascia Festa ed
accompagnata dai brani musicali di Alessandro Butera.

Per quanto riguarda la sezione Mare quest’anno è risultato vincente
Pietro Grossi, Il passaggio (Feltrinelli) mentre un premio speciale
per la saggistica è stato assegnato a Luca Lo Basso, Gente di bordo
(Carocci).

Riconoscimento, inoltre, al traduttore di Pedrag Matvejevic
(“Breviario Mediterraneo”) Silvio Ferrari, del quale verrà proiettato
un documentario con lo stesso Matvejevic protagonista, che sarà
preludio di una successiva celebrazione, in primavera, che il Comune
di Procida dedicherà al grande cantore del Mare Nostrum.

La serata proseguirà con la proiezione del video “I luoghi di Elsa
Morante”, a cura della Biblioteca Nazionale Centrale introdotto dal
Direttore Andrea de Pasquale (che presenterà il progetto per un Museo
Multimediale Permanente a Procida sulla grande scrittrice). Al termine
si procederà allo spoglio pubblico delle schede di votazione della
Giuria Popolare, presieduta da Giacomo Retaggio, e alla proclamazione
del vincitore della sezione narrativa.

 
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Siamo Lieti di invitare la S.V. al Trofeo del mare di Procida V Repubblica marinara III edizione che si terrà a Procida il 16-17 settembre 2017. Il 16 settembre alle ore 10.30, presso la Cappella della Purità a Terra Murata, presentazione dell’evento con le istituzioni locali, gli ospiti d’onore e le delegazioni delle repubbliche marinare. Di seguito il programma dettagliato.

Sabato 16 e domenica 17 settembre prossimo sarà assegnato a Procida il “Trofeo del Mare“, l’opera scolpita su basalto e legno dall‘artista Nicola Scotto di Carlo. Femminilità, consistenza, e frugale eleganza nella sua rappresentazione. Disputata in quel lembo di terra che Massimo Troisi ha dolcemente immortalato nel suo celebre “il postino” . Organizzato dal Circolo Canottieri Isola di Procida, con il patrocinio del Comune di Procida, la manifestazione sportiva è giunta alla sua terza edizione e ancora una volta la Federazione Italiana Canottaggio non ha fatto mancare  il suo appoggio. 
 
Sempre più nutrito il programma gare nelle discipline acquatiche: nuoto (traversata Ischia-Procida) organizzata dall’ Iron man procidano Ciro Assante; Torneo di pallanuoto organizzata Da Fabio Trvaglini Canottieri Napolibeach volley Organizzato Vittorio Marrazzo del Gabbiano volley; vela con la Lega navale 4° tappa del circuito o’pen bica  FIV e naturalmente canottaggio, in uno scenario come quello del lido di Chiaiolella sotto l’occhio vigile e silente dell’Oasi naturalistica e protetta di Vivara.
 
Ospiti illustri, campioni affermati e giovani talenti animeranno, alla presenza delle figure istituzionali locali, le due giornate di gare alternate a momenti conviviali, di cultura e di musica popolare con il concerto di Peppe Barra, previsto nella serata di sabato alla Marina Grande. Il clou dell’evento è previsto per domenica mattina quando nei quattro coastal rowing gli equipaggi delle  repubbliche marinare si contenderanno l’ambito “Trofeo del mare”  insieme all’agguerrito equipaggio Maltese che arriverà anzitempo sull’isola flegrea per godere di tutte la sua bellezze.
Remo e turismo, sport e spettacolo.
 
Spettatori d’eccezione e futuro dell’isola, i giovani allievi dell’Istituto Comprensivo Capraro  e dell’istituto Nautico Caracciolo
                                                                           
Il Consigliere delegato allo sport del comune di Procida                                        Giovanni Scotto di Carlo                                                                               
 
Il Presidente Canottieri isola di Procida Francesco Barone
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello