Intervista all’Assessore Rossella Lauro: “Creare maggiore coesione sociale”

Incontriamo l’Assessore Rossella Lauro in questi primi giorni del nuovo anno 2017, per cogliere le prospettive che si aprono per il futuro di Procida, dopo questo anno e mezzo di impegno. Assessore ai Lavori Pubblici, alle Politiche Giovanili, alla Comunicazione, Rossella Lauro, pur nella sua giovane età, ha messo a disposizione tutte le risorse umane e professionali per dare al paese risposte adeguate.

Vivere Procida: racconti brevemente il suo anno. Cosa porta nel 2017 e cosa lascia nel 2016.

Rossella Lauro: Il 2016 è stato un anno in cui mi sono preparata ad una serie di azioni che spero di cominciare a concretizzare già dal 2017. Ho preparato il terreno, ma per farlo nel migliore dei modi, ho dovuto investire nella formazione. Ho avuto la fortuna di essere stata selezionata dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per partecipare alla Scuola per Giovani Amministratori che si svolge a Roma ogni anno. Questa esperienza, che mi vedrà coinvolta fino al mese di marzo, mi ha dato la possibilità non solo di approfondire alcune tematiche che ogni 15 giorni affrontiamo, ma anche di stare in contatto con molti  giovani amministratori italiani, con le problematiche relative alla gestione della cosa pubblica. Lo scambio continuo di esperienze e di approfondimenti è stata per me una ricchezza incalcolabile. Ho capito, per esempio, che il tempo ha un ruolo importante e con pazienza, se animati da valori sinceri e profondi, si possono raggiungere importanti obiettivi. E’ stato necessario in questi primi mesi  creare una sorta di piattaforma socio-politica, a livello relazionale ma anche progettuale, sulla quale poi impiantare, nei prossimi anni, quei pilastri sui quali costruire  l’intera impalcatura del nostro progetto politico.

V. P. Nelle sue deleghe ci sono i lavori pubblici da portare avanti. Con quali obiettivi?

R.L. Ci siamo posti l’obiettivo per il nuovo anno di migliorare  la qualità dei lavori con materiali più resistenti, con il controllo sistematico delle strade, del verificare le quote dei tombini e delle caditoie e di restituire,  ad alcune strade storiche,  la loro originale identità in cubetti o basoli. Abbiamo presentato vari progetti per ricostruire la memoria storica di alcuni luoghi come il Casale Principe Umberto in cui verranno posizionati i nostri basoli vesuviano oppure il cortile della Torre, situata nella zona del Cimitero, che verrà riqualificato con una pavimentazione in cubetti. I passaggi sono stati: presentare la proposta alla commissione del Paesaggio e l’approvazione della Sovrintendenza. Nei prossimi mesi inizieranno i lavori. Ciò nonostante possiamo dire di aver dato a Procida una serie di risultati concreti: la pavimentazione in via Roma, in zona Ciraccio, in zona Vigna, alla Chiaiolella, nel Borgo di Terra Murata, in via Marconi e abbiamo terminato via Cavour, portando avanti i progetti della metanizzazione e del Waterfront.

V.P. Quali le novità previste per i giovani.

R.L. Pensiamo che lavorare per i giovani, a cominciare dall’infanzia, sia doveroso per la Politica. Per cui ci siamo attivati in tal senso. Abbiamo creato un punto di lettura per i bambini: “Nati per leggere”, e dato vita alla “Piazza dei bambini” con molte esperienze che hanno suscitato  interesse ed entusiasmo. Sentiamo però che è ancora poco quello che si è realizzato, per cui nel prossimo anno cercheremo di intensificare le iniziative, pensando anche ad un’area gioco attrezzata per tutti i bambini dell’isola. Ma veniamo a quanto fatto per i giovani. Il nostro, fino ad oggi, è stato solo un lavoro propedeutico a quello che dovrà ancora avvenire. Abbiamo preparato il terreno affinché possa avviarsi nel 2017  una vera progettualità per dare forza e sostegno ai giovani nel campo lavorativo.

V.P. Intende riferirsi al progetto “Garanzia Giovani”?

R.L. Sono nate molte polemiche a riguardo. Di fatto il progetto ha dato la possibilità a 7 giovani di offrirci un contributo che ci ha permesso di aprire al pubblico luoghi che abbiamo tutti a cuore come la Chiesa di Santa Margherita e il Museo Terra nella Casa della cultura a Terra Murata.  Prevediamo di completare il progetto nel 2017 dando la possibilità ad altri 9 giovani di aderire all’iniziativa.

V.P. Che tipo di rapporto avete instaurato con la Regione proprio sulle politiche giovanili?

R.L. Abbiamo lavorato molto con l’Assessore regionale Angioli, tramite l’Anci Giovani Campania, per modificare la legge sulle politiche giovanili. E con nostra viva soddisfazione possiamo dire che, dopo 27 anni, la Regione ha deciso di investire sui giovani mettendo a disposizione risorse economiche importanti. Nel mese di gennaio incontrerò le associazioni, le imprese, i giovani, per definire  il progetto da presentare in risposta al Bando Regionale “Ben-Essere Giovani”.

V.P. Quali iniziative sono state portate avanti nel 2016?

R.L. Abbiamo attivato alcuni servizi che i giovani potranno utilizzare in caso di necessità come: lo “Sportello Europa”, il “Fab-Lab delle Idee” e la possibilità di creare un “Forum Giovanile”.

V.P. Quale rapporto tra Istituzione Comune e Istituzioni scolastiche: come vi state muovendo in questa direzione?

R.L. Riteniamo importantissimi tali rapporti. Ci sono scambi costanti e proficui con la Dirigente Giovanna Martano dell’Istituto comprensivo Antonio Capraro, in modo particolare, io collaboro con la Dirigente Maria Saletta Longobardo dell’Istituto F.Caracciolo – IM G. da Procida. Abbiamo sottoscritto un accordo per realizzare il progetto “Alternanza Scuola-lavoro”. Inoltre, mi ha dato la possibilità di portare a termine un percorso intrapreso con l’ANCI Campania: un Training Camp attivando le cosiddette “Palestre di democrazia” insieme alle classi terze, quarte e quinte.

V.P. Su quali risorse state puntando, visto che le casse comunali saranno vuote per molti anni, considerato il grande debito pregresso che andrà man mano coperto con il bilancio di risanamento?

R.L. Nel Dicembre 2015 si è chiusa la vecchia programmazione dei fondi europei e dal gennaio 2016, in collaborazione con la Regione e la Città Metropolitana, attraverso i Fondi Nazionali e quelli Europei, stiamo individuando le nuove iniziative sulle quali i nostri progetti troveranno sostenibilità finanziaria. Molti progetti hanno trovato già il canale di finanziamento.

V.P. Sappiamo però che ci sono grossi problemi da affrontare, che richiederanno ingenti risorse. Pensiamo al dissesto idrogeologico dei costoni di Terra Murata e a tante altre grosse necessità. Si sta lavorando in questa direzione?

R.L. C’è un forte impegno in tal senso che vede tutta la Giunta  unita in questa direzione, anche perché sono problematiche che riguardano tutti. Ci siamo concentrarti sulla richiesta di creare  un “fondo di rotazione” specifico per  la progettazione, per la quale la Regione  ha dato subito risposta positiva. Noi abbiamo presentato 4 proposte: due sui costoni, quello di Terra Murata e della Corricella, una terza proposta per il rifacimento  dell’impianto della pubblica illuminazione e una quarta per la valorizzazione del Palazzo d’Avalos.

Abbiamo risposto al bando regionale per la messa in sicurezza degli edifici pubblici presentando due progetti per l’adeguamento sismico dell’ala interdetta all’Istituto Nautico e per la Scuola dell’Infanzia situata in via Libertà. Inoltre,  con la collaborazione dell’ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori) abbiamo presentato due proposte progettuali: la realizzazione di una piscina comunale ed il restauro dell’Abbazia di San Michele.

V. P. Si è parlato anche di eliminare le barriere architettoniche.

R.L. Sì, stiamo portando avanti con la UILDM di Ischia e Procida tale progetto e il Consiglio Comunale ha deliberato di dar mandato all’Ufficio Tecnico  per realizzare un piano capace di rendere l’isola più accessibile alle persone con disabilità (PEBA).

V.P. A che punto è il progetto della lotta alla zanzara tigre?

R.L. Il progetto, di portata mondiale, è ormai avviato in collaborazione con le Università di Napoli e Roma.  E’ partito il monitoraggio della zanzara-tigre. I ricercatori con alcuni cittadini – volontari sull’isola  ogni settimana controllano le trappole posizionate nei nostri giardini. I risultati verranno discussi a livello internazionale. Siamo stati candidati come luogo in cui ospitare il prossimo evento scientifico.

V.P. Concretamente quale progetto pensate di avviare per migliorare la comunicazione e la partecipazione dell’isola?

R.L. Ora i tempi sono maturi per dare il via ad un metodo già sperimentato per la creazione del programma elettorale. Il Consiglio Comunale ha approvato il regolamento per i volontari e da gennaio 2017 presenterò una serie di calendari tematici per far partire alcuni “tavoli di lavoro”. Aprirò i miei assessorati a quanti vorranno dare un personale contributo alla risoluzione dei problemi dell’isola. Questo sarà il primo passo concreto. 

V.P. Quale Augurio per questo 2017?

R.L. Mi sembra bello quello che il Sindaco ha già detto: creare comunità, crescere insieme, abbattere i pregiudizi e le divisioni che frammentano la vita politica e ogni aspetto sociale dell’isola. Le contrapposizioni, ne sono convinta, fomentano l’individualismo con danni sociali  molto forti.

Voglio augurare a tutti i cittadini  una vita  lontana da scontri, da sfiducia reciproca e da attacchi personali; ma auspico una vita ricca invece di sane relazioni democratiche dove il confronto e il dialogo abbiano sempre la meglio. Buon 2017 a tutti.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello