comune di procida

Progetto di sensibilizzazione sul tema della disabilità domani mattina in Sala Consiliare

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

Riportiamo le parole dell’Assessore Rossella Lauro in merito all’iniziativa di domattina in Sala Consiliare insieme alla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per l’abbattimento delle barriere architettoniche. 

«Sabato mattina condivideremo il percorso costruito insieme al prof. Raffaele Brischetto e la UILDM che ci ha portati a deliberare nel mese di dicembre 2016 il Piano per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche (PEBA). 

Qualche settimana fa nella nostra isola è nata una nuova associazione con cui vogliamo elaborare un piano di azione concreto che vedrà una programmazione di interventi per rendere il nostro territorio accessibile alle persone con disabilità. 

Il 27 maggio ne discuteremo tutti insieme alle ore 10.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Procida».

Rossella Lauro

(Assessore con delega ai Lavori Pubblici, alle Politiche Giovanili,

alla Promozione e Comunicazione del Comune di Procida)

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Il Comune di Procida e Igers Procida presentano il nuovo food contest dal titolo: “Carciofando”

 
Procida si riappropria del suo ruolo, nei secoli affermatosi, di isola del buon vivere in modo mediterraneo, grazie ad una natura fiorente, un mare ricco, architettura ed un patrimonio culturale ed eno-gastronomico tutto da “gustare”.

Considerando la stagionalità, abbiamo scelto di dare risalto in questo contest di aprile al carciofo, protagonista indiscusso delle nostre colture e le ricette tipiche ad esso collegate.

• R E G O L A M E N T O

1. Il concorso è aperto a tutti, è gratuito e si svolge esclusivamente on-
line mediante l’uso di instagram.
2. I concorrenti sono chiamati a pubblicare le opere fotografiche che abbiano come tema i piatti tipici a base di carciofi dal 22 al 28 aprile 2017.
3. Ogni autore potrà postare un massimo di tre di scatti.
Una regola comune sarà l’autenticità e la genuinità del prodotto “made in Procida” in tutte le sue accezioni.
4. Il tema del concorso è: “Le stagioni del gusto”.
5. Postate le foto sul social Instagram, condividendole con l’hashtag  #carciofando
#madeinprocida2017 e #igersprocida.
I partecipanti non dovranno
avere i profili Instagram privati (togliere la spunta alla voce “I post sono
privati” all’interno del profilo Instagram) pena l’esclusione dal contest.
6. Alla scadenza del termine lo staff selezionerà 10 opere ritenute migliori per creatività, originalità e composizione, che
saranno poi pubblicate sul profilo Instagram di igersprocida e potranno essere votate dalla mezzanotte del 28 aprile al 30 aprile 2017.
7. Gli autori delle foto selezionate riceveranno un commento su instagram,
da parte dell’account @igersprocida , in cui saranno avvisati della
selezione del loro scatto.
8.Non pubblicate immagini scaricate da internet
9.La foto con più Like sarà la vincitrice del contest.

Partecipate numerosi.
Passate parola e divertiamoci insieme!
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Incontro pubblico: “Qual è lo stato di salute dei conti del nostro Comune?”

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

Domenica 25 settembre il Consigliere Comunale Giovanni Villani incontra la cittadinanza, dalle ore 17:00, presso l’ex Chiesa di San Giacomo.

L’incontro, che prevede la partecipazione anche del dottor Giovanni Marino, è in linea con la scelta dell’amministrazione di far conoscere, con trasparenza e puntualità, il “precario” stato di salute dei conti del Comune e delle sue partecipate.

Il Consigliere fornirà risposte ad alcune domande quali:

  •  in questo anno quali azioni sono state poste in essere per risanare i conti del Comune di Procida ed avviare la realizzazione dei progetti futuri?
  •  Quali obiettivi sono stati conseguiti e quali sono ancora da conseguire?
  •  Cosa ci aspetta nei prossimi mesi?
  •   L’attuale Piano di predissesto finanziario, conseguenza inevitabile della disamministrazione degli anni passati, è sostenibile?

Nel corso dell’incontro ci sarà anche un focus sul significato e le conseguenze del “dissesto finanziario”.

 

 

A cura della redazione di vivereprocida.it

lo-stato-di-salute-dei-conti-del-comune-di-procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Al Comune è ancora possibile sottoscrivere la richiesta di Referendum

COMUNE DI PROCIDA
RICHIESTE DI REFERENDUM

Il Sindaco comunica che presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Procida è possibile sottoscrivere per promuovere la raccolta di firme di elettori per la
seguente richiesta di referendum: «Approvate il testo della Legge Costituzionale concernenti “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero di parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e raccolta_firmela revisione del titolo V della parte II della Costituzione”, approvata dal Senato della Repubblica in seconda deliberazione, nella seduta del 20 gennaio 2016, e dalla Camera dei Deputati, in seconda deliberazione, nella seduta del 12 aprile 2016, il cui testo è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – serie generale – n. 88 del 15 aprile 2016?».

L’Ufficio Elettorale è disponibile per la raccolta delle firme nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; il giovedì dalle ore 16,30 alle ore 18,30.

La scadenza per la raccolta delle firme è fissata a lunedì 27/06/2016.

Per apporre la propria firma, gli interessati devono presentarsi muniti di documento di identità valido.

A cura di Vivere Procida

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Intervista con Antonio Carannante sulle novità riguardanti la SAP

Assessore, sappiamo che la SAP si occupa della raccolta, del trattamento e della fornitura di acqua. Ma in pratica, in che cosa consiste l’attività quotidiana degli addetti?

La SAP è gravata da tante attività giornaliere, dagli allacci delle utenze ai guasti, alla manutenzione della rete idrica. Con gli addetti c’è un contatto pressoché quotidiano, e sono molto collaborativi anche perché si lavora spesso sulle emergenze tra tante difficoltà, specie quando si interviene in strada. E allora in tali circostanze occorre far affidamento anche sul senso civico di tutti per sopportare i disagi.

La SAP è una società con totale partecipazione comunale, che tipo di rapporto intercorre con il Comune?

sap-logoLa SAP è evidentemente parte integrante dell’ente e, oltre che da un punto di vista societario, deve esserlo soprattutto nell’operatività. Dall’inizio del mio incarico, ho voluto incontrare personalmente i dipendenti anche per trasfondergli un maggior senso di appartenenza all’ente. E’ un aspetto a cui tengo. Gli operai stessi, ma anche la cittadinanza, devono comprendere sempre più che quando un operaio SAP bussa alla porta per un intervento, è come se fosse il Comune di Procida a farlo.

Di recente si è appreso che gli uffici della SAP saranno trasferiti da via Roma all’immobile dell’ex Guardia di Finanza, nei pressi della Casa
 Municipale. Come mai?

Il trasferimento comporterà un duplice vantaggio e non da poco: il risparmio di circa 15.000,00 Euro all’anno (che la SAP pagava per il fitto della sede), e la vicinanza fisica della società al Comune, in modo da rendere più sinergico il rapporto, vista la frequenza degli interventi da effettuare ogni giorno, e quindi agevolare l’efficienza e la praticità del servizio.

Che tipo di contratto avete stipulato?

In questa prima fase, un contratto di comodato di un anno, ovviamente rinnovabile, poiché abbiamo deciso di devolverecaserma finanza procida entro il 2017 l’immobile dell’ex Guardia di Finanza alla stessa SAP per consolidarne il patrimonio. L’immobile in questione rientra tra i beni inseriti nel cosiddetto “Piano di valorizzazione ed alienazione degli immobili comunali”, quindi stiamo valutando i presupposti per una permuta con altro bene.

Perché ritenete importante un consolidamento patrimoniale della SAP?

La SAP dovrà essere sempre più il braccio operativo dell’ente e quindi una sua ricapitalizzazione è opportuna nell’ottica di un ampliamento dei servizi che dovrà svolgere. Ritengo sia un’operazione senz’altro virtuosa per l’ente e la sua partecipata, specie in una prospettiva futura.

A proposito di immobili, una domanda all’Assessore al contenzioso. Da tempo si cerca un accordo per gli appartamenti del Comune a Terra Murata, occupati dalle famiglie degli ex agenti penitenziari. A che punto è la questione?

E’ una delle questioni irrisolte che abbiamo trovato appena insediati. Va precisato che dal luglio 2013 gli appartamenti, di proprietà comunale, rientrano nel Piano di valorizzazione dell’ex carcere, per cui col tempo andranno liberati. Ma nel frattempo ci sono delle esigenze sociali da tutelare e finalmente un accordo è stato raggiunto anche con un benefico economico per le casse comunali. Difatti fino ad oggi nessuna indennità veniva incassata dal Comune.

Che tipo di esigenze?

Gli appartamenti sono abitati da nuclei familiari di ex agenti di polizia penitenziaria, che li occupano da decenni e che dal 2013, all’indomani del trasferimento dall’ Agenzia del demanio al Comune di Procida, erano stati lasciati in un limbo, un po’ soli a se stessi. In gran parte si tratta di persone anziane che peraltro hanno anche difficoltà a trovare altra abitazione, per cui abbiamo tenuto in grande conto delle loro necessità.

Quale accordo avete trovato?

Grazie all’ istituto della mediazione, che è preliminare al contenzioso, abbiamo trovato un accordo che stiamo formalizzando: le famiglie pagheranno un’indennità di occupazione e nel mentre potranno reperire un’altra abitazione. In questo modo abbiamo assicurato un’entrata per le casse comunali e tutelato le esigenze abitative degli ex agenti penitenziari, ormai anziani, e delle loro famiglie. Un giusto compromesso tra tutela di beni comuni ed esigenze sociali.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

5 Buone Ragioni per Donare il 5×1000 al tuo Comune!

banner 5x1000

  1. Donare Attrezzature e attivare laboratori scolastici 
  2. Creare uno Sportello Informagiovani 
  3. Inventare un Orto sociale 
  4. Sostegno i poveri 
  5. Promuovere un Centro di aggregazione e socializzazione 

Con una semplice firma posta nel terzo riquadro in basso presente sul modello di dichiarazione del redditi 2015 (CU 2016 oppure mod. 730/2016 o Unico 2016) e senza nessun costo aggiuntivo, puoi aiutare il tuo Comune a realizzare progetti di utilità sociale.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • interessante 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Nuovo servizio: Cambio di Residenza online

cambio residenza online

Nuovo Servizio: Cambio di residenza online

I cittadini italiani o stranieri che volessero stabilire la loro residenza a Procida,  possono effettuare il cambio di residenza, oltre che nelle modalità consuete (di persona, per raccomandata, via fax) anche presentando domanda online al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata: protocollo.procida@asmepec.it

Entro i due giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione, il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia.

Tutte le certificazioni potranno essere rilasciate a seguito della cancellazione e della verifica dei dati dichiarati da parte del comune di provenienza entro gli ulteriori e successivi 5 giorni lavorativi.

Il Comune entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all’accertamento dei requisiti cui è subordinata l’iscrizione anagrafica: accertamento da parte della Polizia Municipale attestante  che il soggetto interessato abbia effettivamente stabilito la sua dimora abituale nel Comune di Procida e all´indirizzo dichiarato.

Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, in base alla legge sul silenzio-assenzo, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto.

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dei benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.

Per la compilazione del modulo, la documentazione da allegare e le modalità della trasmissione telematica, rimandiamo al sito del Comune di Procida, al seguente link:

 http://www.comune.procida.na.it/index.php?action=index&p=618

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Garanzia Giovani: Tirocini formativi al Comune

Banner Garanzia GiovaniCon deliberazione di Giunta, il Comune di Procida ha affidato al Centro per l’Impiego di Pozzuoli il ruolo di “soggetto promotore” per l’attivazione di tirocini formativi e di orientamento, secondo il programma nazionale “Garanzia Giovani”. Il Centro per l’impiego di Pozzuoli, un cui operatore è presente presso il nostro Comune due volte alla settimana per lo svolgimento di compiti legati al mondo del lavoro, offrirà assistenza tecnica,  si occuperà di reclutare e selezionare i tirocinanti, e verificherà, con un piano di controllo coordinato da un tutor dedicato, il corretto svolgimento dei progetti formativi.

Avere il Centro per l’Impiego di Pozzuoli quale “soggetto promotore” consentirà ai tirocinanti di intercettare in tempo reale le domande di lavoro coincidenti con il proprio profilo lavorativo, di acquisire esperienza nella ricerca del lavoro e di ricevere assistenza nella redazione dei propri curricula.

In generale, il Piano nazionale Garanzia Giovani assicura ai giovani tra i 15 e 29 anni, un’offerta qualitativamente valida di lavoro, il proseguimento degli studi, un apprendistato, entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale. Si tratta di una “dote” riconosciuta a tutti i giovani, da spendere in servizi che favoriscano il loro inserimento occupazionale. 

La Regione Campania, che coordina la “Rete regionale dei servizi per il lavoro”, promuove il piano attuativo del programma “Garanzia Giovani Campania” attraverso lo sviluppo di percorsi di inserimento lavorativo e propone, tra le varie misure, la promozione e il finanziamento di tirocini; questa misura consentirà di ospitare un numero definito di tirocinanti per almeno sei mesi con costi di indennizzo pari ad almeno € 500,00 mensili, indennità che sarà erogata direttamente dall’INPS. In pratica, gli operatori della “Rete regionale dei servizi per il lavoro” prendono in carico il giovane e definiscono per lui un piano d’intervento personalizzato e interamente finanziato dal programma. 

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Cronistoria situazione economica e finanziaria del comune

Ogni cittadino chiede agli Amministratori

“Trasparenza e Bene Comune alla base di ogni scelta” 

 

La Corte dei Conti sta per pronunciarsi su tutti gli atti relativi al bilancio comunale prodotti dall’Amministrazione Capezzuto, e sui primi atti prodotti dalla nuova Amministrazione Ambrosino nei cinque mesi di governo, sentiamo il dovere di portare a conoscenza di tutti i cittadini la seguente cronistoria, affinché si possano conoscere i fatti relativi alla situazione economica e finanziaria in cui versa il Comune di Procida. Premettiamo che si tratta di argomenti tecnici, a volte di difficile comprensione per i non addetti ai lavori. Cercheremo dunque di tradurre un linguaggio tecnico in un linguaggio accessibile a tutti ma vi chiediamo un po’ di pazienza nel seguirci.

La precedente Amministrazione Capezzuto nel 2012 aveva approvato per gli anni 2013-2019 il Piano di Riequilibrio Finanziario, cioè una procedura prevista dalla legge per i Comuni nei quali sussistono gravissimi squilibri del bilancio che possono condurre al dissesto finanziario. Il Piano, detto appunto Piano di Pre-dissesto, aveva accertato passività per 7 milioni di euro, aumentate dalla Corte dei Conti ad 8,6 milioni di euro, e da ripianare con :

1.      vendita quota di partecipazione del 49% del Comune di Procida nel capitale di Marina di Procida S.p.A. per 3,2 milioni di euro;

2.      vendita fabbricati e terreni per 4,2 milioni di euro;

3.      prepensionamenti dipendenti per 0.6 milioni di euro;

4.      aumento entrate per 0,6 milioni di euro.

All’inizio del 2015 viene varata la riforma della contabilità per gli enti locali. La riforma modifica profondamente le strutture del bilancio, con l’obiettivo sia:

1.      di rendere più comprensibili e trasparenti gli effetti dell’azione amministrativa;

2.      far emergere la reale situazione passiva dei Comuni, invitati a fare “pulizia” nei bilanci.

Pertanto anche l’Amministrazione Capezzuto è tenuta a deliberare come previsto dalla riforma, entro il 30 maggio 2015, ossia prima delle elezioni, il cosiddetto “Riaccertamento Straordinario dei residui attivi e passivi” fino al 31 dicembre 2014.

Tale Riaccertamento Straordinario, predisposto dal Ragioniere capo del Comune, individuava passività molto superiori a quella previste dal Piano di Riequilibrio, ed esattamente di 24,2 milioni di euro.

L’Amministrazione Capezzuto, nell’ultimo Consiglio Comunale tenutosi il 30 maggio 2014, a porte chiuse, si limitava ad approvare solo il Rendiconto di Gestione del 2014 con il parere contrario del Revisore dei Conti, dr.ssa G. Acampora, e soprassedeva al dovere di deliberare entro le ore 24 dello stesso giorno anche il Riaccertamento Straordinario imposto dalla nuova legge.

Si svolgono le elezioni amministrative, viene eletto Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino. La nuova Amministrazione Ambrosino sollecitata dal Prefetto, delibera il 23 giugno 2015, con il parere favorevole del Revisore, il Riaccertamento Straordinario predisposto dal Ragioniere e relativo alla gestione della precedente Amministrazione Capezzuto, facendo emergere una passività di 24,2 milioni di euro.

 

In un’ assemblea pubblica, tenutasi il 12 luglio 2015, viene data informazione alla cittadinanza di tale difficile situazione, che penalizza tutta la vita del paese. Per il risanamento occorrono, a questo punto, misure nuove di tassazioni e tagli a tutte le spese, oltre che vendite di beni del Comune e quant’altro sarà necessario.

Va inoltre detto che la Corte dei Conti ogni sei mesi effettua una verifica sui conti del Comune, per constatare lo stato di attuazione del Piano di Riequilibrio Finanziario 2013-2019 predisposto dall’Amministrazione Capezzuto.

Da tale verifica, effettuata dalla Corte dei Conti fino al 30 giugno 2015, ossia ad appena un mese dall’insediamento della nuova Amministrazione Ambrosino, risulta che il Comune di Procida, per tutto l’anno 2013, per tutto l’anno 2014 e per i primi sei mesi del 2015, non ha realizzato nessuno degli obiettivi indicati nel Piano di Riequilibrio, con gravi e reiterate inadempienze in tale periodo, (puntando l’attenzione, in particolare, sulla mancata vendita delle quote del porto turistico che dovevano portare nelle casse del Comune 3,2 milioni di euro, sulla mancata vendita di alcuni fabbricati e terreni, sulla mancata riorganizzazione dei Servizi ed Uffici e sulle mancate entrate).

In sintesi, la situazione in cui oggi si trova il Comune di Procida è la seguente:

·         da una parte il Piano di Predissesto deliberato nel 2012 per i successivi 7 anni che, al 30 giugno 2015, viene giudicato negativamente dalla Corte dei Conti con un conteggio analitico di oltre 8,6 milioni di euro di passività;

·         dall’altra il nuovo conteggio relativo al Riaccertamento Straordinario, che il Ragioniere Capo aveva già predisposto per la Giunta Capezzuto a maggio, ma che è stato doverosamente deliberato solo in giugno dalla Giunta Ambrosino e che vede aumentata le passività alla cifra di 24,2 milioni di euro.

In questa grave situazione, la nuova Amministrazione è stata chiamata a deliberare il Bilancio di Previsione del 2015 ed è costretta a considerare tagli di spese e misure straordinarie per le entrate per un valore annuo di 1 milione di euro; tale bilancio ottiene il parere favorevole del Revisore dei Conti.

Si attende ora la deliberazione (appellabile) della Corte dei Conti

sull’(in)attuazione del Piano di Riequilibrio deliberato dall’Amministrazione Capezzuto fino al 30 giugno 2015. Inoltre è caduta sotto i riflettori della Corte dei Conti anche

1.      il Riaccertamento Straordinario, che per inciso era stato chiesto anche in sede di approvazione del Piano di predissesto, e che evidenzia con chiarezza un fortissimo sbilanciamento rispetto agli 8,6 milioni di euro già accertati portando le passività a 24,2 milioni di euro.

Il Sindaco Ambrosino nell’audizione ottenuta il 4 Novembre u.s., dopo varie richieste, ha proposto la rimodulazione del Piano di predissesto.

Qualunque sia la decisione che la Corte dei conti prenderà nei confronti del Comune di Procida, sia di fiducia che sia di sfiducia con esplicita richiesta di dissesto finanziario, l’Amministrazione Ambrosino con Responsabilità farà di tutto per Risanare l’isola di Procida  e Restituire un territorio sano ai procidani.

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Conclusione della vertenza giudiziaria sul Bannok

 1
Si è conclusa la vertenza giudiziaria per la gloriosa motonave Bannock, da anni in stato di abbandono nel porto di Napoli

Nel 2005, la nave era stata donata dalla Capitaneria di Porto di Napoli all’Istituto Tecnico-Nautico F. Caracciolo – G. da Procida, affinché fosse ammodernata e  trasformata in nave-museo ormeggiata nel porto dell’isola di Graziella, il Comune di Procida, inoltre, si era assunto l’onere finanziario di contribuire al mantenimento e all’ormeggio della stessa.

Purtroppo, il progetto non era mai stato realizzato perché il trasferimento della nave avrebbe richiesto una modifica strutturale del porto di Procida, irrealizzabile a causa di problematiche geologiche.

 

La pluridecorata nave, che nel 43′ fu tra le imbarcazioni protagoniste dello sbarco in Normandia contribuendo a salvare tante vite, tra incuria e degrado è rimasta per anni in stato di abbandono bloccata nel porto di Napoli spingendo la Capitaneria del Porto ad intimare al Comune di Procida lo sgombero della nave dal molo e il pagamento delle spese guardiania.

Superate le varie difficoltà, il Bannock è stato ceduto ieri a una società privata con transazione di debito del Comune di Procida di circa 500’oo0 euro per servizi di guardiania dal 2010 a oggi.

Il Sindaco Dino Ambrosino si è detto molto soddisfatto della vicenda. Antonio Carannante, Assessore con delega al Contenzioso, ha commentato così il buon esito del trasferimento:

 

“La vicenda della motonave Bannock era tra i primi contenziosi del Comune che aveva destato la nostra attenzione per la forte criticità che aveva per l’ente, e che quindi andava risolto al più presto. Non entriamo nel merito della bontà del progetto originario che prevedeva il patrocinio del Comune di Procida nella ristrutturazione della nave senza aver preventivamente verificato se fosse materialmente possibile la prevista collocazione della stessa nel porto commerciale dell’isola, ma certamente quest’amministrazione ha posto fine a un’annosa questione che si trascinava dal 2006 senza trovare una concreta soluzione, mentre i debiti hanno iniziato a lievitare”. 

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello