Golfo di Napoli

PROCIDA, PALAZZO D’AVALOS TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO

Sabato 14 aprile mattinata dedicata all’ex carcere con la presentazione del libro di Rosalba Iodice, che ha curato il Piano Particolareggiato e il Programma di Valorizzazione del complesso

L’ex carcere come attrattore per lo sviluppo di Procida e dell’intero golfo di Napoli: il passato che diventa cruciale per il futuro del territorio, attraverso la conoscenza di una delle realtà-simbolo dell’isola, riaperta al pubblico nel novembre del 2016. 

Sabato 14 aprile alle 10.30 a Procida, nel suggestivo scenario di Santa Margherita Nuova a Terra Murata, sarà presentato il libro “Palazzo d’Avalos e l’ex carcere di Procida: il complesso monumentale rinascimentale tra passato, presente e futuro” di Rosalba Iodice, che è stata redattrice per l’amministrazione comunale di Procida del Piano Particolareggiato e del Programma di Valorizzazione del complesso monumentale.

Il libro, un’opera essenziale per comprendere le potenzialità di uno degli edifici più complessi dell’intero golfo di Napoli, è stato pubblicato dalla casa editrice Nutrimenti, che da qualche anno ha aperto una libreria a Procida e che conferma e consolida, dunque, la sua presenza nel contribuire a valorizzare l’isola e  le sue risorse.

Ma la presentazione del volume si accompagna a una serie di momenti istituzionali che impreziosiranno l’evento, aperto al pubblico: l’assessore con delega a Terra Murata, l’avvocato Antonio Carannante, presenterà il Piano Particolareggiato (Atto necessario per il progetto di riqualificazione ex Carcere) contestualmente alla sottoscrizione di un importante accordo tra il Comune di Procida e il Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura dell’Università Federico II di Napoli, il cui direttore, il professore Raffaele Landolfo, ha inserito il complesso monumentale del Palazzo d’Avalos e di Terra Murata nel progetto PrinProgetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale –  “Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats”.


Un’altra importante intesa istituzionale è quella che si sottoscriverà nell’ occasione con l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale in merito alle problematiche connesse al rischio idrogeologico erosione costiera e frane.

I lavori, moderati dal giornalista di Repubblica Pasquale Raicaldo, saranno introdotti dal Sindaco di Procida, dott. Dino Ambrosino, e conclusi dall’intervento del Vice Presidente della Regione Campania, on. Fulvio Bonavitacola.

Palazzo D'Avalos tra passato presente e futuro

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

I Sindaci delle Isole del Golfo chiedono all’autorità portuale di Napoli la riapertura dell’accesso a Calata di Massa

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

I Sindaci dei Comuni delle isole del Golfo, in merito alle problematiche legate ai collegamenti marittimi tra i propri territori ed il Porto di Napoli, facendo seguito a quanto già avuto modo di evidenziare nel corso degli incontri tenuti soprattutto sul tema della navetta di Calata di Massa e dell’accesso per le auto dei residenti direttamente dal varco autostradale, hanno sollecitato, con una nota congiunta il Presidente dell’A.D.S.P. Mar Tirreno Centrale, Dott. Pietro Spirito, all’adozione dei necessari provvedimenti per una immediata e adeguata soluzione alle tematiche accennate.

Oltre alla urgenza del ripristino del servizio navetta per il quale sono state indicate dai Comuni le possibili e più utili ipotesi di organizzazione, risulta indispensabile ed indifferibile ripristinare la possibilità di accesso, direttamente dal varco autostradale, alle auto dei residenti sulle isole e ai turisti destinati all’imbarco per le stesse isole. La necessità scaturisce, soprattutto, dalle esigenze delle popolazioni isolane derivanti da urgenze lavorative e sociali che obbligano i residenti all’uso dell’auto per trasferimenti in terraferma. I primi cittadini, infatti, ricordano che per i residenti il ricorso all’utilizzo dell’auto è motivato esclusivamente per motivi di salute (ricoveri presso strutture ospedaliere cittadine, regionali ed extra-regionali), per impegni lavorativi legati a trasferte fuori città e da esigenze familiari varie. Nella maggior parte dei casi, pertanto, risulta impossibile programmare data e orario di ritorno sulle isole per cui è altrettanto impossibile dotarsi, in partenza dall’isola o con anticipo, di tagliando di imbarco che dimostri il requisito per il transito dal varco in questione.

Numerosissime sono state le segnalazioni e le proteste ai Sindaci, nonché presso il varco portuale, da parte dei residenti isolani e dei turisti per il disagio che il mancato transito provoca causando, spesso, la impossibilità di imbarco con le conseguenze facilmente immaginabili. I Sindaci non condividono le motivazioni espresse dall’Autorità Portuale relative alla necessità di limitare il traffico all’interno delle aree di competenza in quanto è facilmente dimostrabile la scarsissima incidenza che il passaggio di poche auto, intestate a residenti nelle isole, al giorno nelle zone portuali possa provocare. Contrariamente, il disagio recato al residente e al turista obbligandoli ad un percorso più lungo e immerso nel traffico cittadino sicuramente risulta offensivo ed inadeguato a quel diritto alla mobilità ed alla continuità territoriale più volte invocato, ma troppo spesso dimenticato.

La nota è stata inviata anche Al Presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania, Ing. Luca Cascone, e per conoscenza al Prefetto di Napoli, la Dott.ssa Carmela Pagano.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Mercoledì 15 febbraio presentazione del Bando “Ben-Essere Giovani/Organizziamoci”

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Mercoledì 15 febbraio alle ore 10.00 presso la Cappella della Purità – ex Conservatorio delle Orfane – a Terra Murata, l’Assessore regionale Serena Angioli, Assessore ai Fondi Europei, alle  Politiche Giovanili, alla Cooperazione europea e bacino euro-mediterraneo, l’Onorevole Antonio Marciano, Questore alle Finanze e Consigliere regionale, il Dottor Umberto Minopoli, Presidente di Sviluppo Campania e la Dottoressa Regina Milo, Coordinatrice ANCI Giovani Campania presenteranno il Bando Ben-Essere Giovani/Organizziamoci ai Comuni delle isole del Golfo.  

La mattinata proseguirà con una tavola rotonda in cui tutti gli amministratori delle isole interverranno per rappresentare la realtà dei giovani isolani.

L’Assessore Rossella Lauro del Comune di Procida ha dichiarato: “Un momento di confronto con la Regione è fondamentale per focalizzare l’attenzione sulle problematiche dei nostri giovani che ogni giorno affrontano numerose difficoltà per proseguire gli studi, per lavorare, oppure per seguire una propria passione. L’incontro ha l’obiettivo di attivare delle politiche in favore dei nostri ragazzi che spesso sono costretti ad andare via dall’ isola per cercare altrove risposte ai loro bisogni”.

L’incontro è aperto al pubblico e sono invitati i giovani, le associazioni e le imprese interessate al Bando Ben-Essere Giovani/Organizziamoci.  

 

A cura di Vivere Procida

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello