mobilità

Il Sindaco Dino Ambrosino: “A Procida è urgente intervenire sulla mobilità pubblica”

 
E’ ormai convinzione di tutti che il problema della mobilità pubblica a Procida è uno dei  problemi più grossi che da anni attanaglia il paese. Pertanto è urgente intervenire  per migliorare la viabilità e la vivibilità sull’isola.
Gli interessi  pubblici della collettività si scontrano con quelli individuali; tutti soffrono ma sembra che pochi siano disposti a rinunziare all’auto, al motorino, al parcheggio sulle strade, i più ritenendo il diritto alla mobilità e al parcheggio un diritto inviolabile. Le cose non stanno proprio così.
 
La mobilità, oltre a sottostare al codice stradale, deve armonizzarsi con la vivibilità, con la dimensione delle strade  e con i diritti dei pedoni. Quando mi venne raccontato il triste incidente di un anziano di 86 anni, letteralmente schiacciato al muro da un camioncino in via Principessa Margherita, ho provato un dolore fortissimo al pensiero che  la nostra gente debba subire tale sorte infame. 
 
Gli incidenti, infatti, sono continui e alcuni anche molto gravi. Ultimamente l’incidente di un ciclista ci ha fatto tremare tutti, tanto che va ripensata anche   la circolazione indiscriminata delle biciclette, diventata molto pericolosa prima di tutto per chi guida la bici: non esistono, infatti, piste ciclabili ed è illusorio pensare che domani possano esserci, avendo strade di tre metri di larghezza prive di marciapiedi e di corridoi pedonali.
 
Grave inoltre è il problema del parcheggio sulle strade. Da anni  è diventato consuetudine parcheggiare la propria auto o il proprio motorino sulla strada. Stiamo cercando di far capire ai cittadini che tale consuetudine è stata un’imprudenza e che essa va corretta con l’introduzione di strisce blu e solo in determinati tratti.
 
Le piazze vanno intanto liberate dalle auto e restituite alla vita sociale della popolazione. Esse hanno una funzione  importantissima, sono gli spazi di aggregazione dove i cittadini devono potersi ritrovare serenamente. Ridurle ad autorimesse a cielo aperto è stato un errore, e bisognerà quindi correggere anche questa abitudine e convincere i cittadini  ad operare un’inversione di tendenza.
 
Ho visto ultimamente con quanta fatica gli abitanti di Casale Principe Umberto hanno accolto la decisione amministrativa di liberare la piazza di tale Casale dalle auto. Capisco però che coloro che sono stati abituati da tempo ad occupare tranquillamente il suolo pubblico senza pagar pedaggio, oggi non vogliono accettare tali nuove disposizioni. Tuttavia penso che ogni cittadino deve saper anteporre il bene comune al bene individuale.
 
In quanto Sindaco ho il dovere  morale e civico di aiutare la cittadinanza  a prendere coscienza del grande valore che è il bene comune della collettività, all’interno del quale dovranno rimodularsi le esigenze e la fruizione dei  diritti dei   singoli cittadini. Per questo stiamo praticando una politica di passi graduali, onde permettere al cittadino di  maturare una visone delle cose più collettiva, anche perché il numero delle auto e dei motorini è cresciuto vertiginosamente in questi ultimi decenni, ed è pura follia pensare che su 3,7 Kmq,  con strade limitate in larghezza, si possa usufruire indiscriminatamente  di tali numerosi veicoli.
 
Molti, forse, non sanno che una strada per essere adibita al traffico deve avere marciapiedi idonei e  corridoi pedonali. Ma  volendo creare marciapiedi e corridoi pedonali dovremmo chiudere la maggior parte delle strade al traffico. Unica alternativa praticabile oggi è quella di limitare la sosta e lo scorrimento sulle strade, creando fasce orarie aperte al traffico e fasce orarie pedonali, creando zone a traffico limitato ai soli residenti, liberando le piazze e i casali dalle auto e rendendo in tal modo  l’auto e il motorino strumenti di uso straordinario e non strumenti di uso ordinario.
 
Ho ricevuto molti ringraziamenti per le fasce orarie pedonali adottate durante il periodo pasquale e molti mi hanno sollecitato a riproporle non solo in estate ma, almeno, ogni domenica. Infatti vogliamo rendere più vivibile l’isola ogni domenica e ogni festività, con fasce orarie pedonali dalle 10,30 alle 13 e dalle 17 alle 20. A luglio e agosto poi amplieremo tali fasce orarie pedonali tutte le sere dalla 19 alle 21, dalle 21,30 alle 24, e dalle 24,30 alle 4. Inoltre, tutta la Marina Grande sul lato prospiciente alle abitazioni e al commercio diventerà pedonale ed anche il tratto di via Vittorio Emanuele che va da San Leonardo al Porto. Ugualmente, dai prossimi giorni e fino a settembre, il tratto di via Giovanni da Procida che va  dal Lungomare Cristoforo Colombo fino alla Marina Chiaiolella diventerà zona a traffico limitato con divieto di parcheggio.

 
E’ certamente un processo di rieducazione che dobbiamo condividere insieme e portarlo avanti, sapendo tutti accettare qualche sacrifico per un bene più grande. 
Sono convinto che la ragionevolezza è il buon senso alla fine prevarrà e la nostra vivibilità ne acquisterà in serenità.
 
Il Sindaco Raimondo Ambrosino
La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 

Mobilità: domeniche ecologiche

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA
 
Dalla prossima domenica, 23 aprile, e per 6 domeniche (fino al 28 maggio) le auto e le moto non potranno circolare dalle ore 10,30 alle 13 e dalle ore 17 alle 20.
Anche in occasione della Festa della Liberazione (25 aprile) e lunedì 1 maggio (Festa del Lavoro) verranno adottati gli stessi criteri.
 
Una splendida occasione da non lasciarsi sfuggire per una bella passeggiata con la famiglia o un giro in bici con amici.
 
A cura di Vivere Procida
La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia noioso
Cosa pensi di questo contenuto?
  • noioso 
  • bello 
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 

Abbonamenti autolinee EAV agevolati per persone con disabilità e persone di età superiore a 65 anni

Comunicato Stampa del Comune di Procida

L’Ambito N13 delle Isole di Ischia e Procida comunica che i cittadini residenti nell’isola, con età superiore a 18 anni,  con invalidità civile maggiore del 74%, possono partecipare al bando pubblico, emanato il 1 marzo 2017, per avere un abbonamento agevolato sulle autolinee della EAV, purché abbiamo  un reddito annuo non superiore  a 12.500 euro annuo.

 Ugualmente possono farne richiesta  i cittadini con età superiore ai 65 anno con reddito annuo non superiore ai 10.000 euro.

Previsti per l’isola di Procida solo 40 abbonamenti agevolati.

La domanda va presentata entro il 15 marzo 2017 su apposito modulo da ritirare presso l’ufficio Comunale Antenna/Sociale.

 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Si rinnova il contrassegno dei disabili sulle auto

COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI PROCIDA

 

È attualmente in vigore  la possibilità per i disabili di apporre sulla propria auto un contrassegno arancione rilasciato dal Ufficio Vigili Urbani del Comune di Procida, dietro certificazione dell’invalidità, il quale da diritto di circolare per il territorio e sostare gratuitamente, dopo la prima ora, per l’intera giornata all’interno delle strisce blu.

Molti cittadini fino ad oggi beneficiano di tale opportunità.

Si ricorda che i beneficiari non sono solo quelli che hanno disabilità motorie ma tutti quei cittadini in possesso di una certificazione  di invalidità riconosciuta dalla ASL.

Con disposizione  di carattere europeo,  tale contrassegno viene oggi unificato in tutte le nazioni aderenti alla Unione Europea e pertanto bisogna riprodurre nuova richiesta, presentando il vecchio tagliando e una foto tessera del disabile presso l’Ufficio Vigili Urbani dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00.

Qualora la persona disabile non può recarsi al Comune, può fare richiesta ai Vigili Urbani, tramite un suo delegato, di prelevare la sua  firma presso il proprio domicilio.

Tale operazione di rinnovo del contrassegno deve essere effettuata entro il 31 marzo 2017.

 

 A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Incontro del Sindaco con l’Istituto Superiore sul tema della mobilità

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

 

Si è realizzato nei giorni scorsi, nella Sala Consiliare, l’atteso incontro tra il Sindaco Raimondo Ambrosino e i rappresentanti dell’Istituto Superiore di Procida. Preseti la Dirigente Maria Saletta Longobardo, un buon numero di Docenti e numerosi studenti in rappresentanza delle classi. Erano inoltre stati invitati anche i residenti nel vicoletto comunale che da via P. Umberto conduce all’Istituto Nautico.

L’argomento all’ordine del giorno era “la mobilità sul territorio”, con esplicito riferimento alla decisione presa dall’Amministrazione di chiudere al traffico  – com’era già nel passato –  il vicoletto, per l’insostenibile situazione ambientale venutasi a creare, dato l’enorme numero di motoveicoli e automezzi che si inoltravano in esso, con forti danni ambientali ed ecologici.

Infatti, dopo numerosi tentativi di dissuasione da parte della Polizia Municipale durata circa due mesi, è stato ripristinato il divieto di accesso con l’ eccezione per i pochi residenti, i quali però hanno accettato di non usare i propri automezzi negli orari di ingresso e di uscita degli studenti pedoni.

Il Sindaco ha assicurato un aumento dei parcheggi per motorini a Marina Grande, lato Est, nei pressi dell’ingresso principale dell’Istituto.

Egli inoltre, di fronte ad alcuni interventi molto critici nei confronti del provvedimento, ha precisato che esso non è un provvedimento isolato, ma si inserisce  in un piano globale per l’isola per una tutela della circolazione nel pieno rispetto della carta dei diritti europei  dei pedoni: aumento delle strisce blu in molte strade, eliminazione delle strisce bianche in via Libertà, zone a traffico limitato, zone pedonali, aumento delle fasce orarie pedonali nei periodi estivi.

Il dibattito è stato vivace e stimolante, ma sempre  nel rispetto delle posizioni, e gli studenti si sono mostrati interessati al grave  problema della mobilità, ritenendolo uno dei più importanti per l’isola.

Il Sindaco, inoltre,  ha ribadito che  l’Amministratore deve guardare i problemi sempre in un ottica generale e non individualistica, nella ricerca di quel “bene comune” tante volte sbandierato invano, che chiede però sempre qualche limitazione.

Concludendo l’incontro, il Sindaco ha affermato che di fonte alle problematiche controverse e lì dove emergono diversità di posizioni è necessario portare avanti un confronto aperto e leale, civile e democratico, per addivenire ad una soluzione sempre più partecipata.

Veniva, infine, auspicata la possibilità di altri confronti su tematiche diverse tra l’Istituzione Comune di Procida e l’Istituzione Scuola Superiore “F. Caracciolo – G. Da Procida”.

 

A cura di Vivere Procida

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Lavori pubblici e mobilità: cantiere zona Chiaiolella

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Lunedì 6 febbraio alle ore 7:00 sarà aperto un nuovo cantiere in via Giovanni da Procida per completare i lavori di metanizzazione. Il tratto di strada interessato – e di conseguenza interdetto al transito dei veicoli –  interesserà il tratto di strada compreso tra l’incrocio di via Belvedere e via Rivoli. La stessa via Rivoli subirà l’inversione del senso di marcia e sarà consentito il transito soltanto ai veicoli con una larghezza massima di 1.80mt.

E’ vietata la sosta dei veicoli da piazza Centane a via Rivoli.

I percorsi dei bus L1 ed L2 verranno modificati.  

Il bus L1 raggiunta piazzetta Don Libero Lubrano (nei pressi della chiesa di Sant’Antonio), proseguirà per via Lavadera, svoltando su via Belvedere per via Giovanni da Procida e riprenderà così il suo percorso di ritorno al Porto, mentre il bus L2 da piazza Centane proseguirà per via Solchiaro e ritornerà al Capolinea al Porto percorrendo via Alcide De Gasperi.

L’Assessore Rossella Lauro: “I lavori interesseranno entrambe le carreggiate per migliorare la pavimentazione in basoli, la quale attualmente presenta diverse problematiche. L’impegno sarà quello di velocizzare le varie operazioni che vedranno anche la riqualificazione dell’impianto idrico e fognario, con un’attenzione per i tombini e le caditoie sottoposte. Numerose sono state le segnalazioni in questi mesi rispetto al tratto di strada interessato dai lavori. Partecipiamo tutti insieme alla buona riuscita dei lavori, perché hanno l’obiettivo di rendere migliori i servizi della nostra isola”.

Per segnalare problematiche legate alla mobilità è possibile contattare il Comando della Polizia Municipale al numero 081.8968539.

 

A cura della Redazione di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia noioso
Cosa pensi di questo contenuto?
  • noioso 
  • utile 
  • mediocre 
  • interessante 
  • bello 

Domenica 13 divieto di circolazione

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

Domenica 13 novembre, in occasione della gara podistica Procida Coast to Coast valevole per il Trofeo Festa del Vino, è stata disposta l’interdizione del traffico veicolare su tutta l’isola dalle ore 10:00 alle 12:30.

Per lo stesso motivo le corse del servizio pubblico potranno subire delle variazioni.

 

 

A cura della Redazione di VivereProcida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 
  • interessante 

Appello ai ciclisti per evitare incidenti nelle nostre strade

COMUNICATO STAMPA

COMUNE DI PROCIDA

Un fenomeno nuovo e per certi versi positivo è quello che si registra sulle nostre strade dove un numero sempre più altro di velocipedi, in modo particolare di bici elettriche, è presente nell’isola… La qualcosa non può che rallegrare tutti in quanto si spera che sempre più i veicoli a motore possano essere sostituiti da altri veicoli meno inquinanti.

Un aumento delle bici come mezzo di trasporto è il sogno di molte città che hanno scelto di rendere la mobilità sempre più a misura d’uomo e meno inquinante.

Tuttavia si registra un pericolo nuovo in quanto con le bici elettriche si possono raggiungere elevate velocità e come tutti sappiamo la velocità è sulla strada l’elemento più pericoloso. Inoltre non essendoci piste ciclabili si possono correre seri pericoli in stradine strette e senza marciapiedi. Per i pedoni soprattutto, ma anche per i conducenti dei velocipedi che sono spesso ragazzi.

Pertanto si fa appello a quanti hanno deciso di usare bici elettrice, di rispettare il limite massimo di 25 km orari e di rispettare i sensi di marcia imposto a tutti gli altri mezzi di trasporto. Unica eccezione per il tratto che va da san Giacomo a Piazza Olmo dove è per loro consentito il transito a doppio senso.

Inoltre tutte le bici devono essere dotate di adeguati dispositivi di frenatura su entrambe le ruote, di luci anteriori e posteriori e sui pedali dovranno esserci i catadiottri gialli.

Inoltre per la sicurezza non ci può essere più di una persona sul velocipede. Solo i maggiorenni potranno portare un bambino fino ad otto anni di età e solo con l’impiego di un sediolino posteriore. Sul sedile anteriore può esserci un bambino piccolo che non deve superare i 15 Kg di peso.

Per le altre norme si fa riferimento al Codice stradale che ha un apposito capitolo per i velocipedi.

Tutto questo perché alla grandi difficoltà in cui l’isola si dibatte per un traffico eccessivo e pericoloso dovuto ad un numero esorbitante di auto e motorini e a strade di limitate dimensioni, non vorremmo che l’alta velocita con cui si guida una bici possa aggravare ulteriormente la situazione stradale.

Si constata che anche bambini e ragazzi in età scolare usano la bici elettrica, pertanto diventa doveroso impartire ai ragazzi un educazione stradale più approfondita. Facciamo appello alla responsabilità dei genitori di verificare bene l’opportunità di concedere ai propri figli un velocipede.

Le forze dell’Ordine sono invitate a vigilare attentamente su questi velocipedi che spesso sono guidati da persone inconsapevoli del pericolo.

A cura di Vivere Procida

biciclettata del 22 agosto pagina 8

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 

Procida sperimenta una nuova Mobilità 

eavbus

Come era stato annunziato è partito il nuovo orario degli autobus con un potenziamento delle linee periferiche trascurate ed emarginate per troppi anni.

Certamente sono stati introdotti circolari e trasbordi. Ma era l’unica possibilità per incrementare  il trasporto pubblico nelle zone estreme. Il cambio si effettua in due nodi stradali dell’isola: a Sant’Antonio e in Piazza della Repubblica onde poter offrire maggiori servizi sociali ed economici. E’ stata inoltre potenziata la linea L1 essendo venuta meno dal porto la L2 e la C1.

Si spera di rispondere in tal mondo alle esigenze di tutti i cittadini e non solo di quelli  che si trovano sull’asse principale Marina Grande-Chiaiolella.

Si auspica un utilizzo  sempre più frequente dei mezzi pubblici e una riduzione progressiva degli automezzi personali. Eventuali disservizi o ritardi e eventuali osservazioni possono essere segnalati presso la segreteria del Sindaco in Via Libertà.

Sfoglia la Galleria per leggere gli Orari. 

Per approfondire, visita la pagina dedicata alla Mobilità > Servizio Autobus

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • noioso 
  • mediocre 
  • utile 
  • bello 

Processione Corpus Domini e mobilità sul territorio

 

divieto-circolazione

Domenica 29 Maggio, dalle ore 20,00 si terrà la processione del Corpus Domini, con inizio dal Santuario di S. Maria della Grazie e termine nella Chiesa Parrocchiale di Maria SS. Della Pietà, secondo il seguente percorso: Piazza dei Martiri, via P. Umberto, via V. Emanuele, Piazza della Repubblica, Via Libertà e Via Roma.

Tenuto conto che ci sarà un notevole afflusso di persone e, pertanto, per salvaguardare la pubblica incolumità, è necessario interdire il traffico veicolare su tutto il territorio comunale dalle ore 19,30 alle ore 22,00.

Inoltre, è vietato dalle ore 17,00 alle ore 22,00 la sosta dei veicoli lungo tutto il percorso del corteo religioso e cioè : Piazza dei Martiri, via P. Umberto, via V. Emanuele (tratto da S. Leonardo a Piazza della Repubblica), Piazza della Repubblica, Via Libertà e Via Roma (tratto da via Libertà alla Chiesa della Pietà).

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • utile 
  • interessante 
  • mediocre 
  • bello 
  • noioso