Regione Campania

Sanità a Procida: un passo avanti

Comunicato Stampa del Comune di Procida

 

Nel Consiglio Comunale di Procida,  il 24 aprile 2017, è stato deliberato lo schema di accordo fra la Regione Campania, le isole campane e l’ANCIM in tema di sanità. Un passo in avanti condiviso da tutti i Consiglieri di Maggioranza e di Minoranza, che all’unanimità hanno approvato per alzata di mano tale schema.

Come il Sindaco ha esplicitamente detto, tale schema  è uno strumento di ulteriore difesa del Presidio sanitario isolano. Esso prevede  una condizione importante: “Mantenere e garantire per i presidi ospedalieri di Capri, Ischia  e Procida, considerando gli stessi come sedi particolarmente disagiate, la funzione di Ospedale con Pronto Soccorso al fine di garantire a residenti e non un’assistenza seppur minima di maggiore garanzia”. Egli ha inoltre rimarcato che tale accordo fra più istituzioni va a garantire un punto fermo nello sviluppo organizzativo della sanità sulle isole e, quindi, anche un punto di difesa naturale nel caso altre circostanze, in futuro, mettessero in dubbio a Procida l’assistenza sanitaria.

Anche il Consigliere Maria Capodanno,  a nome della Minoranza, si è detta d’accordo su tale schema in quanto esso va a rivedere  anche quanto lo stesso TAR Campania non ha riconosciuto sul tema delle nascite, laddove si prevede  di “garantire e mantenere, in deroga ai requisiti previsti dal piano sanitario nazionale, la presenza di un punto nascite o nell’impossibilità, almeno di un medico ginecologico, un’ostetrica ed un pediatre a copertura delle 24 ore.” Auspica inoltre un Osservatorio regionale permanente sulla Sanità nelle isole campane che faccia comprendere ai Direttori generali delle ASL la realtà delle comunità isolane e i diritti dei cittadini.

 

A cura di VivereProcida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 

Includere il Presidio di Procida tra quelli in deroga nel Piano Ospedaliero della Regione Campania

catena-ospedale-procida
Il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Procida esprimono apprezzamento per l’impegno del Presidente De Luca a sostegno del Pronto Soccorso dell’isola.
Rinnovano la richiesta al Commissario Polimeni ed al Ministro Lorenzin di includere il Presidio di Procida tra quelli in deroga nel Piano Ospedaliero della Regione Campania.

A tal fine hanno già proposto alla Presidenza della Regione un emendamento, da condividere con il Ministero della Salute, per risolvere definitivamente la problematica.

Chiedono al Presidente ed al Prefetto di convocare con urgenza un tavolo tecnico per approfondire le esigenze del Presidio Ospedaliero dell’isola di Procida.

Esprimono grande soddisfazione per la mobilitazione diffusa e composta della comunità procidana che ha dimostrato compattezza nella condivisione della comune battaglia per la sanità.

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • bello 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso 

Piano territoriale di Coordinamento

piano territoriale coordinamento

Il Sindaco Metropolitano di Napoli ritorna sostanzialmente sui suoi passi, sminuendo portata ed efficacia della deliberazione del 29 gennaio con la quale aveva adottato il Piano Territoriale di Coordinamento.

Il Consiglio Comunale di Procida, nella seduta del 21 marzo u.s. aveva deliberato all’unanimità di esprimere formale dissenso rispetto al Piano adottato chiedendone l’annullamento in via di autotutela riservandosi l’impugnativa giudiziale. L’impugnativa veniva, poi, deliberata dalla Giunta affidando l’incarico di difesa dell’ente all’avv. Maria Laura D’Angelo.

Tra le censure mosse nella comunicazione inviata alla Città Metropolitana ed alla Regione Campania, veniva in rilievo:

  1. a) la non perfetta sovrapponibilità della estinta Provincia alla Città Metropolitana ed i suoi effetti sul rapporto tra gli strumenti PTCP e Piano Territoriale Metropolitano di cui all’art. 35 dello Statuto della Città;
  2. b) la mancata effettuazione della VAS e della correlata consultazione prima dell’adozione;
  3. c) il mancato rispetto del procedimento di adozione, così come delineato dall’art. 20 Legge Regione Campania n. 16/2004, con particolare riguardo alla garanzia di effettiva partecipazione dei soggetti pubblici e privati coinvolti;
  4. d) l’omesso aggiornamento della cartografia e, di conseguenza, l’inesatta rappresentazione del territorio oggetto di pianificazione;
  5. e) l’eccessiva rigidità della disciplina prescrittiva contenuta nel PTC riferita alle zone in cui viene suddiviso il territorio isolano, con particolare riferimento alle fasce costiere, alle cd. aree integre tra quelle definite “agricole di particolare rilevanza paesaggistica”, all’individuazione coerente delle cd. aree di eccezionale interesse paesaggistico;
  6. f) l’incerto effettivo recepimento del Piano Paesistico dell’isola di Procida nel più ampio assetto del territorio previsto dal PTC.

 

Con la Deliberazione n. 75 del 29 aprile il Sindaco Metropolitano si corregge e, nel fornire “disposizioni integrative e correttive” del suo precedente atto di adozione, conferisce al PTC adottato – per i motivi appena richiamati –  natura di atto interinale di tipo endoprocedimentale, pertanto inidoneo a produrre effetti verso l’esterno e, quindi, a far decorrere per il nostro territorio le cd. misure di salvaguardia.

In sostanza vengono accolte le doglianze manifestate dal nostro comune e condivise da gran parte dei comuni dell’area metropolitana, specie se ricadenti in zone – come l’isola di Procida – dotate di specifica pianificazione paesaggistica.

L’auspicio è quello di costruire con la Città Metropolitana un rapporto di maggiore frequenza e spessore politico e tecnico, anche in prospettiva della redazione del Piano Urbanistico Comunale e di una necessaria rivisitazione della risalente pianificazione paesistica.

a cura della redazione di vivereprocida.it

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Incontro pubblico per presentazione Piano Trasporti

eavbusProcida Giovedì 28 aprile 2016, ore 16,00 – Stazione Marittima

L’Amministrazione Comunale ha varato nei giorni scorso, in via sperimentale,  il nuovo piano trasporti per il servizio pubblico  dell’isola.

Il piano ha previsto un incremento delle circolari e nuovi orari per meglio disciplinare il traffico nel territorio isolano.

Da precisare che già da gennaio 2016, in una nota a firma del Sindaco  inviata alla Regione Campania, settore trasporti,  venivano  evidenziate alcune problematiche relative al trasporto EAV Bus e precisamente  si chiedeva:

A – un potenziamento del servizio notturno dalle 01 alle 04 in occasione del divieto di circolazione su tutto il territorio nel periodo estivo,

B – un adeguamento delle dimensioni dei Bus alle dimensioni delle stradine procidane per una maggiore fluidità del trasporto,

C – un aumento dei chilometri da percorrere quotidianamente in modo da garantire un servizio migliore  e un incentivo ad usare i mezzi pubblici, considerato l’esorbitante numero di auto e ciclomotori presenti sul piccolo territorio.

Una nota simile era anche stata inviata alla Direzione della EAV  il 3 agosto 2015, e inoltrata successivamente l’8 aprile 2016.

Poiché fino ad oggi non era pervenuta presso il Comune nessuna risposta sia da parte della Regione né dalla Direzione della EAV,  l’Amministrazione ad un mese circa dall’attivazione del nuovo piano trasporti  ha organizzato un incontro pubblico con dibattito, per giovedì 28 aprile 2016, ore 16,00.

A tale incontro il Sindaco  ha ritenuto opportuno  inviare un esplicito invito di partecipazione il Dr. Umberto De Gregorio Dirigente dell’EAV, l’Onorevole Luca Cascone, l’On. Vincenza Amato presidente e Componente della IV Commissione Regionale per i  Trasporti, segnalando ancora una volta i problemi del traffico che necessitano di una soluzione.

I cittadini sono vivamente invitati a partecipare.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello