Rossella Lauro

L’Assessore Rossella Lauro: “Una Buona Opera Pubblica parte da una Buona Progettazione”

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

L’Assessore ai Lavori Pubblici Rossella Lauro ha rilasciato una dichiarazione, rivelando importanti novità: «Nel settembre scorso il Comune di Procida ha avanzato domanda di ammissione a un mutuo dalla Cassa Depositi e Prestiti per pagare i progetti relativi alle seguenti opere: costoni Terra Murata e Corricella, riqualificazione impianto pubblica illuminazione, valorizzazione dei beni culturali (Palazzo d’Avalos). Questo tipo di mutuo è previsto dal Fondo di Rotazione per la progettazione della Regione Campania. Si tratta di un prestito da restituire in 7 anni.  Le nostre proposte sono state tutte ammesse, ma, per questa prima fase, non siamo tra i primi destinatari del fondo».

«Continuo ad affermare che una Buona Opera Pubblica parte da una Buona Progettazione. E sosterrò sempre la Politica che investe per aiutare i piccoli Comuni nelle progettazioni della Grandi Opere. I nostri progetti sono molto ambiziosi ma necessari. Non ci interessa presentare progetti solo per avere un finanziamento da inserire nel curriculum o per fare “scena”. La nostra scelta è quella di rispondere ai concreti e veri bisogni del territorio (come ad esempio i costoni), e questo può avvenire solo con una progettazione seria e di livello». 

«Colgo l’occasione per ringraziare il gruppo di minoranza consiliare perché mi da l’opportunità di raccontare e specificare meglio le nostre azioni politiche. Mi dispiace per la continua pubblicazione di informazioni distorte che arrivano dal gruppo Per Procida, soprattutto perché sono stati amministratori fino a poco tempo fa e dovrebbero conoscere bene la differenza tra “prestito” (come in questo caso) ed un “finanziamento“. Probabilmente fa parte del gioco. Al quale, però, non mi vedranno mai partecipare»

A cura della Redazione di VivereProcida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Rossella Lauro: «L’Assessore ha il compito di tutelare il cittadino ed il bene pubblico»

Essere amministratori comunali oggi è un compito impegnativo, carico di responsabilità, che sottopone ad una dura prova la passione politica e la capacità di decidere e di gestire.

Il ruolo che oggi ricopro dà fastidio a molte persone. Non mi aspettavo un’ottima accoglienza ma neanche denigrazioni e falsità. Sono stata eletta a 32 anni, senza esperienza politica pregressa e con una delega che simboleggia una rottura netta con il passato. Per la prima volta un Sindaco scommette su un Giovane. Per la prima volta le Politiche Giovanili e la promozione del territorio vengono date ad un Assessore. Dopo mesi, guarda caso, viene fatta la stessa scelta politica in Regione Campania, segno di una direzione che lavora in parallelo sugli stessi obiettivi.

Ho trascorso i primi mesi ad osservare molto i meccanismi della Pubblica Amministrazione e sono andata a chiedere aiuto per avere un supporto ed una formazione adeguata al ruolo che ricopro. Infatti oggi faccio parte sia del Training Camp Giovani Menti-Mentori dell’ANCI Campania, sia del Forsam V (Scuola ANCI per Giovani Amministratori) che mi vede impegnata in un percorso formativo a Roma  fino al mese di marzo.

Ciò mi permette di approfondire le nuove leggi su più aree e di portare alcuni esempi che riguardano la nostra isola per cercare le soluzioni migliori e più vantaggiose. Lo scambio e il confronto con altri amministratori e collaboratori dell’ANCI mi dà la possibilità di crescere e trovare nuovi modi per raggiungere gli obiettivi che la nostra Amministrazione si è posta.

Non trovo un atteggiamento simile sul nostro territorio, nella nostra comunità. Continuo a leggere comunicati, post su facebook, interrogazioni in cui si fa passare il messaggio che l’Assessore ai Lavori Pubblici dovrebbe essere il direttore dei lavori, la ditta che svolge le opere, il responsabile del procedimento, il supporto al responsabile del procedimento, il responsabile dell’ufficio tecnico, l’operaio, o addirittura avere competenze tecniche come essere un architetto, un ingegnere, un geologo, un geometra,  ecc…

Vorrei solo ricordare che tutti i ruoli citati (e non sono neanche tutti) sono le figure individuate e pagate per far sì che un progetto venga messo in opera  come previsto dal bando rispettando la legge.

L’Assessore ha il compito di tutelare il cittadino ed il bene pubblico, cioè l’Interesse Pubblico. La  delega è di natura politica essenzialmente con il compito di sovrintendenza, stimolo  e controllo dei lavori. Nello specifico l’Assessore svolge attività di impulso e collaborazione per la verifica dell’attuazione degli interventi e degli obiettivi prefissati con i rispettivi uffici facendo riferimento alle figure del Segretario Generale e dei responsabili degli uffici (art. 48, c. 2, TUEL, Testo Unico degli Enti Locali).

Voglio citare le parole del Testo Unico degli Enti Locali e del Testo Unico del Pubblico Impiego perché creare confusione e non essere corretti nel dare informazioni è un grave danno che si produce sulla popolazione e si offende l’intelligenza del cittadino.

Ma come si traduce tutto questo in azione? Nello specifico continuerò ad informare i cittadini rispetto alle attività che mettiamo in campo con lettere, comunicati, presentazione del progetto porta a porta, incontri pubblici; non mi stancherò di convocare tavoli tecnici con più società per coordinare i lavori sul territorio nel modo migliore possibile in termini di efficacia ed efficienza dando risposte a problemi ventennali che non sono mai stati risolti (esempio: quando bisogna intervenire con i lavori di metanizzazione in una zona raccolgo tutte le segnalazioni pervenute e indirizzo l’intervento cercando la causa di infiltrazioni ventennali), condividerò il cronoprogramma dei lavori con gli altri amministratori per non creare concomitanze di eventi sul territorio (esempio: dovevamo iniziare i lavori nel borgo di Terra Murata ma aspetteremo l’inaugurazione dell’apertura dell’ex Carcere e la Festa del Vino), e non abbandonerò il ruolo di indirizzo e di impulso nei riguardi dell’ufficio tecnico affinché vengano seguite questioni che abbiamo a cuore, in primis il Waterfront.

Ma questa è un’altra storia che racconterò nel prossimo incontro pubblico che si terrà domani, giovedì 3 novembre, presso la ex Chiesa di San Giacomo alle ore 19.00.  

Noi non dobbiamo difendere nessun professionista ma abbiamo il Dovere di tutelare i Cittadini.

Rossella Lauro

(L'Assessore ai Lavori Pubblici, alle Politiche Giovanili e alla Comunicazione e Promozione del Territorio Rossella Lauro)

(L’Assessore ai Lavori Pubblici, alle Politiche Giovanili e alla Comunicazione e Promozione del Territorio Rossella Lauro)

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Secondo incontro dell’Amministrazione con la cittadinanza

selfie-la-procida-che-vorrei

Ieri 13 ottobre 2016, nella ex Chiesa di san Giacomo si è svolto un secondo incontro dell’Amministrazione con la cittadinanza. Presenti il Vice Sindaco Titta Lubrano Lavadera e Sara Esposito, Consigliera Delegata per il verde e decoro.  Entrambe hanno aggiornato i presenti sulla realtà ambientale e sulle iniziative svolte nell’ambito del progetto “decoro”. Logicamente grande spazio è stato dato alla raccolta rifiuti solidi urbani  e ai problemi ad essa connessi, soprattutto in merito alla formazione dei cittadini alla raccolta differenziata, oggi giunta al 76%, e all’incidenza economica molto alta sul bilancio comunale, con un costo complessivo di 3 milioni e 200 mila euro all’anno.

Sara Esposito ha potuto dare le linee metodologiche del suo lavoro con un gruppo di volontari per il “decoro” che si riunisce ogni settimana e che punta prevalentemente alla formazione dei ragazzi.

Sono emerse alcune critiche  da parte del  pubblico presente,  accolte positivamente dall’Amministrazione, in particolare si chiedeva una maggiore attenzione alla pulizia delle strade, delle spiagge anche in autunno, ma soprattutto un impegno più deciso sul problema traffico in quanto esso è strettamente legato alla salute dei cittadini.

Considerato  il ridotto numero di dipendenti comunali, emergeva la necessità dell’impegno di cittadini volontari  che oggi hanno la possibilità di impegnarsi per le necessità comunali, in quanto il Consiglio comunale ha deliberato in merito approvando un regolamento speciale.

E’ emersa inoltre la realtà più nuova dal punto di vista sociologico che la nuova Amministrazione sta adottando.

Il cittadino era abituato nel passato  a rivolgersi al Sindaco essenzialmente per i propri interessi, per risolvere i propri problemi, al di là di quelle che erano le esigenze collettive.  Il benessere dell’intera collettività, la dimensione comunitaria non erano sempre a fuoco. Oggi Raimondo Ambrosino e la sua squadra hanno preso un impegno forte e di grande responsabilità, che  punta ad un inversione di tendenza rispetto al  modo consueto di intendere il rapporto tra cittadini e politici: sulla base dei diritti fondamentali sanciti dalla nostra Costituzione occorre aiutare i procidani a declinare le necessità dell’intera collettività e i processi di attuazione per soddisfare tali necessità, per realizzare lo scopo dei ogni azione politica che è il bene comune.

Perché questo possa attuarsi è necessario ritrovare  uno spirito unitario per puntare a questo bene comune che non è mai la somma di beni personali. Un lavoro nuovo e non facile che si potrà realizzare solo a condizione che tutte le agenzie educative del territorio accolgano l’invito del Sindaco per promuove ad ogni livello questo spirito comunitario.

Certamente l’incontro, vissuto con estrema sincerità e franchezza sia da parte degli Amministratori sia da parte del pubblico  ha sottolineato molto la novità dell’attuale impegno politico , ma anche evidenziato quelle eventuali resistenze da sconfiggere.

Il dibattito rimane aperto e viene rimandato al terzo appuntamento che ci vedrà tutti proiettati sui lavori pubblici e sulle politiche giovanile con l’Assessore Rossella Lauro.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Intervista all’Assessore Rossella Lauro: Il bene comune è il bene di tutti, cioè di Ciascuno

una foto dell'assessore Rossella Lauro

E’ in atto una sorta di delirio mediatico teso a distruggere tutto, a inficiare tutti, in un’ottica politica “io perdo… tu perdi” non rendendosi conto che non colpiscono l’Amministrazione ma i cittadini stessi, in quanto è un attacco alla coesione sociale, alla convivenza civile, al rispetto delle idee diverse, al confronto dialettico.

Il cittadino come reagisce?

Ho fiducia nella gente. Se vogliono continuare a raccontare bugie, facciano pure, noi continueremo a spiegare le nostre ragioni supportandole con fonti concrete, e informando costantemente i cittadini dell’azione amministrativa. Pensare però che la politica si faccia con “scontri a prescindere” significa impedire la crescita democratica del paese. Se l’Italia versa in condizioni politiche incerte e pericolose è proprio perché a tutti i livelli si privilegio lo scontro. Abbiamo proposto al paese, nel nostro programma elettorale, una ricomposizione di una politica di alto profilo con il rispetto delle minoranze, ma questo discorso accettato dal territorio non è stato ancora accettato da chi si è trovato a gestire la minoranza. Di qui un rapporto non facile con i consiglieri di minoranza i quali pensano di trovare visibilità sparandoci addosso. Confido nell’intelligenza dei procidani, nella loro sana coscienza critica.

Leggiamo infatti nei vostri confronti giudizi di incapacità, di immobilismo, di inefficienza.

Lavoriamo  tutti i giorni per ogni singola attività che dobbiamo portare a termine, consapevoli, e questo devono saperlo tutti i cittadini, che ci ritroviamo con 30 anni da ricostruire e ordinare per le numerose mancanze amministrative. Errori grossolani che oggi rallentano una macchina burocratica già appesantita dalle numerosi leggi e dai passaggi istituzionali come solo noi italiani riusciamo a fare.

Questo clima di contrapposizione potrà essere arginato o quanto meno ridotto?

Lo speriamo tutti. Personalmente credo nella Politica con la P maiuscola fatta di valori; lo abbiamo affermato in campagna elettorale e continuiamo a farlo. Ci sarà sicuramente qualcuno che dall’esterno cercherà di rompere la coesione interna della nostra squadra. Ma, ne sono certa, i valori che ci hanno portati a lavorare insieme ci aiuteranno a non cedere a tentazioni scissionistiche. Il confronto tra noi tutti è continuo e le scelte fino ad oggi sono state sempre condivise. Il bene comune è il bene di tutti, cioè di Ciascuno. E la ricerca del bene comune è appannaggio di Maggioranza e Minoranza, nel rispetto dei ruoli istituzionali.  Per troppo tempo ci si è impegnati nel dividere, creare fazioni, gruppi “contro”, tutto ciò non ha portato e non porta da nessuna parte se non all’autodistruzione. Unirsi, confrontarsi, dialogare, ascoltare, proporre alternative per costruire: questi sono i valori che possono far crescere un’isola tanto trattata male, tanto sottovalutata.

Anche nei giovani c’è questa contrapposizione?

Un esempio è l’iniziativa Omaggio a Procida. I ragazzi, durante i primi incontri organizzativi, nell’elaborare un progetto su Procida paradossalmente si mostravano perplessi sui motivi per cui un turista avrebbe dovuto scegliere la nostra isola per la propria vacanza. Un atteggiamento che ci ha sorpreso e amareggiato allo stesso tempo. Ci dicevano: “Perché i turisti  dovrebbero  venire a Procida, che cosa abbiamo qui? Cosa dovrebbero vedere?”.  Ovviamente non è colpa loro. Se pensano in questo modo vuol dire che noi adulti stiamo sbagliando da qualche parte. Come nuova classe dirigente, abbiamo quindi il dovere di invertire la rotta, di dare piena consapevolezza a questi ragazzi anche del meraviglioso posto in cui vivono. Dalla conoscenza del luogo dove si è nati e dove si cresce, parte tutto. E poi, con meravigliosa sorpresa, abbiamo constatato che il successo del primo week end lo dobbiamo proprio ai giovani, ai tanti ragazzi che con curiosità sono andati oltre il loro scetticismo, dedicando sabato e domenica a questa iniziativa. Il tessuto sociale è quindi vivo. Dobbiamo lavorare accanto a loro per il bene delle future generazioni, e quindi del futuro della nostra comunità. Anche questo è il compito della vera politica.

Questa è l’azione che tutti i giorni portiamo avanti. Con noi la casa comunale ogni giorno è aperta alla popolazione: incontri con gruppi di persone legati da un interesse specifico che hanno voglia di guardare Procida con altri occhi, di mettersi in gioco sperimentando alternative, di intraprendere percorsi di crescita in cui i protagonisti sono loro stessi come cittadini, come professionisti, come genitori, come figli… 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • utile 
  • interessante 
  • noioso 
  • bello 
  • mediocre 

Intervista all’Assessore Rossella Lauro – Progetto “Garanzia Giovani” a Procida

Banner Garanzia Giovani

Trasparenza e chiarezza in ogni atto amministrativo

 

Ci rivolgiamo all’Assessore Rossella Lauro per avere alcuni chiarimenti sul Progetto “Garanzia giovani”.

Assessore Lauro, ci dica il suo pensiero su alcuni articoli pubblicati, molto critici e per la verità aggressivi,  su giornali locali e relativi alle vostre scelte riguardanti il Progetto “Garanzia Giovani”.

La vera politica non si realizza  con gli scontri ad personam ma nel confronto dialettico, anche serrato, costruttivo e non  teso a demonizzare pregiudizialmente il politico di turno. La critica è sui fatti e su gli atti prodotti, non sulle voci di corridoio. Non voglio polemizzare, ma vengono addossate responsabilità all’attuale amministrazione affermando cose inesatte, e allora delle due l’una, o si ignora la normativa (cosa grave) oppure volutamente si affermano falsità (cosa ancor più grave). Credo fermamente nella corretta informazione perché contribuisce alla crescita culturale di una comunità. Vorrei ricordare, a proposito, che esistono atti pubblicati nell’albo pretorio approvati dalla precedente Amministrazione e a cui probabilmente non era stata data molta attenzione nel passato. Lascio le “chiacchiere da bar” e mi dispiace che i redattori non controllino le fonti e pubblicano articoli basati sul sentito dire, screditando in tal modo la categoria dei giornalisti professionisti che quotidianamente lavorano per dare ai cittadini notizie vere.

Per fare chiarezza è importante forse sottolineare cos’è il Progetto “Garanzia Giovani” e qual è l’obiettivo del Programma.  

Voglio premettere che il Progetto Garanzia Giovani non è di competenza comunale. E’ un progetto che mira a facilitare l’inserimento di giovani nel mondo del lavoro tramite attivazione di tirocini. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha individuato la Regione Campania quale cd. Organismo Intermedio per l’attuazione del programma nazionale “Garanzia Giovani” approvato dalla Commissione Europea il 23 dicembre 2013.

Per la verità la maggior parte dei cittadini è all’oscuro di tale programma della Regione Campania. Può darci qualche esemplificazione.

La Regione Campania, in conformità al predetto piano finalizzato a contrastare la disoccupazione giovanile, ha adottato un proprio piano regionale “Garanzia Giovani Campania” che deve garantire, ai giovani tra i 15 e i 29 anni, un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita del sistema d’istruzione formale. L’azione consiste nell’offerta, a tutti i giovani, di servizi individualizzati, accessibili tramite la rete regionale dei servizi per il lavoro e per la formazione accreditati dall’Assessorato regionale al Lavoro attraverso l’ARLAS (Agenzia Regionale al Lavoro e all’Istruzione).

In attuazione di tale programma come vi siete mossi ?

Ribadisco: il Programma Garanzia Giovani non è realizzato dal Comune di Procida, ma è realizzato dalla Regione che deve coordinare la Rete Regionale dei Servizi per il Lavoro. Molto sinteticamente: con delibera n. 117 del 24 aprile 2014 la Giunta Regionale della Campania approva il Programma Garanzia Giovani con le linee guida per l’attuazione. Successivamente il 24 maggio delle stesso anno parte l’avviso per la partecipazione degli operatori, sia pubblici che privati, all’attuazione del Piano di Garanzia Giovani Campania.

Quindi la precedente Amministrazione aveva già recepito le indicazioni regionali?

Il Comune di Procida con delibera di G.M n. 255 del 23 dicembre 2014 dà la propria adesione al Programma registrandosi sulla piattaforma informatica il 16 dicembre 2014 e avvia la procedura per inoltrare la domanda/progetto per l’attivazione di 16 tirocinanti da ospitare presso il Comune di Procida. Nella stessa delibera viene specificato che il contributo finanziario per il pagamento delle indennità ai giovani partecipanti ai tirocini riconosciuti dalla Regione Campania sarà erogato dall’INPS che corrisponderà direttamente ai destinatari l’indennizzo dovuto e che l’atto non comporterà impegni di spesa sul bilancio del Comune.

Cosa è poi è avvenuto all’inizio del 2015, quando ormai ci si avviava alla scadenza amministrativa con le elezioni a maggio?

Il 15 gennaio 2015 il Comune di Procida pubblica un avviso per indire una “Selezione pubblica”, a mio parere un po’ confuso e generico, in cui cita il Programma Garanzia Giovani e inserisce anche la formazione tramite tale Programma. A parer mio impropriamente viene citato il Progetto, e, in maniera equivoca, in prossimità delle elezioni comunali, si parla di “Selezione” quando invece, come anzidetto, non spetta affatto al Comune di Procida, nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, selezionare persone… Ebbene, di questa fatidica selezione si perdono le tracce: forse perché, guarda caso, ci si rende conto che non è possibile attuarla, inoltre siamo in un periodo abbastanza convulso nella vita amministrativa, in quanto le elezioni sono alle porte e i motori della campagna elettorale sono stati già avviati.

Con precisione, cosa prevedeva il regolamento regionale per i tirocinanti?

Cosa prevedeva e cosa prevede ancora oggi. Secondo quanto stabilito dal regolamento Regionale 7/2013, per procedere al tirocinio occorre che il Comune individui un cd. “Soggetto promotore” autorizzato, il quale deve essere lui (e, ripeto, non il Comune!) a selezionare i tirocinanti da inviare all’ARLAS per il controllo e l’approvazione finale (oltre a ad offrire assistenza tecnica al programma, servizi di reclutamento).

La precedente Amministrazione aveva già individuato il “soggetto promotore” che doveva selezionare i tirocinanti da avviare?

Precisamente il 7 maggio 2015 con delibera di G.M n. 92: “Attivazione dei tirocini ammessi a finanziamento nell’ambito del Piano Garanzia Giovani” il Comune sceglie l’Agenzia “Napoli 2” di Mestieri – Consorzio di Cooperative Sociali S.C.S. come “Soggetto Promotore”,  con la proposta di sottoscrivere una Convenzione con tale Agenzia al fine di avere assistenza gratuita per adempimenti formali e l’attivazione dei tirocini. Però poi, nella stessa delibera, alla fine del documento si legge che per il materiale necessario per svolgimento dei tirocini l’Agenzia “Napoli 2” potrebbe chiedere al  Comune il supporto per i relativi costi.

Cosa è accaduto dopo, con il vostro insediamento al Comune?

Successivamente al nostro insediamento (giugno 2015), non essendoci stato alcun tipo di passaggio di consegne da parte dei nostri predecessori, con difficoltà riesco a recuperare presso gli uffici preposti al progetto tutte le informazioni necessarie per dare seguito al Programma, cercando di fare chiarificazione  tra notizie ufficiali e ufficiose.

Quale il vostro primo atto ufficiale?

Innanzitutto con meraviglia ci rendiamo conto che la Convenzione con “Napoli 2”, ovvero con quel soggetto che doveva provvedere alla selezione dei tirocinanti, non era stata mai firmata per cui il deliberato non aveva avuto alcun seguito e si rischiava di perdere l’opportunità prevista. Presso il Comune era  già attivo un operatore del Centro per l’Impiego di Pozzuoli, due volte a settimana, per lo svolgimento di una serie di attività (tra cui: rilascio ricevuta dichiarazione disponibilità lavorativa, iscrizione negli elenchi delle categorie protette, assistenza nella redazione dei curricula, supporto informativo di ogni tipo riguardanti il mondo del lavoro, consentendo ai giovani di incrociare in tempo reale le domande di lavoro coincidenti con il proprio profilo lavorativo). Il Centro per l’impiego di Pozzuoli era ed è un punto di riferimento per i giovani in cerca di lavoro, inoltre svolge le attività in modo gratuito. Pertanto abbiamo deciso di annullare la delibera di maggio e di proporre il Centro per l’Impiego di Pozzuoli come “Ente Promotore” così da avere anche un risparmio economico.

 Mancava però sempre la convenzione con il Soggetto promotore…

In data 23 novembre 2016 il Comune di Procida sottoscrive la convenzione con il Centro per l’Impiego di Pozzuoli. Cominciano 20 giorni di attività di promozione dell’iniziativa: il Centro per l’impiego pubblica le opportunità inserendo i profili citati nel progetto, concordiamo ben 3 incontri pubblici informativi presso il Comune, utilizziamo tutti gli strumenti Online e la stampa cartacea per coinvolgere i giovani interessati al progetto con i requisiti richiesti.

Entro che data bisognava inviare la documentazione alla Regione.

Entro il 31 dicembre 2015. Intanto il 16 dicembre 2015 il Centro per l’Impiego inizia a selezionare le domande rispetto ai parametri indicati dal Programma Garanzia Giovani: residenza, data di adesione al Programma ed età.  Tutta la documentazione è stata inviata alla Regione Campania il quale, ripeto, è l’unico soggetto che ha la supervisione di tutte le candidature relative ai giovani presi in carico. Successivamente nel BURC n. 17 del 14 marzo 2016, dopo vari solleciti, la Regione Campania ha ufficializzato l’elenco dei giovani assegnati ai tirocini formativi del Comune di Procida. Da subito abbiamo riscontrato delle anomalie che il 17 marzo 2016 sono state segnalate agli uffici regionali.

Qual è la situazione oggi?

La notizia avuta per vie brevi è che gli uffici regionali stavano effettuando i relativi riscontri/verifiche e che avrebbero pubblicato quanto prima l’elenco definitivo. Il 28 aprile 2016 viene inviata una nuova nota dal Centro per l’Impiego di Pozzuoli alla Regione Campania che, ad oggi, ci comunica, tramite una nota datata 6 maggio 2016, che dal controllo effettuato da parte dell’ARLAS si evincono alcuni errori materiali nella graduatoria dell’elenco dei destinatari dei tirocini e che il precedente decreto di marzo verrà rettificato e pubblicato nei prossimi giorni.

Spero di aver sgombrato il campo da ogni dubbio. Nessuna “misteriosa scomparsa di nominativi” dalla graduatoria, né favoritismi “ad amici e parenti”, come letto sulla stampa locale, ma solo errori materiali non attribuibili all’Amministrazione. Adombrare il contrario significa affermare delle falsità e spargere velenosi sospetti nell’opinione pubblica. Questa cultura del “sospetto” non ci appartiene e avvelena solo la comunità.

 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • noioso 
  • mediocre 
  • utile 
  • bello 

Il “Consiglio Comunale” con gli studenti europei

Un evento, a dir poco eccezionale, si è svolto mercoledì 27 aprile 2016 presso la sala Consiliare di Procida.

Il “Consiglio Comunale” con la presenza di rappresentanti di Maggioranza e Minoranza  ha accolto calorosamente  gli studenti e i Docenti provenienti dalla Francia, Turchia, Polonia e Romania che hanno condiviso con l’Istituto Superiore di Procida, in rappresentanza delle scuole italiane, il progetto Erasmus Plus “Reduce, Reuse, recycle” promosso dalla Comunità Europea per la difesa delle risorse ambientali e in primo luogo del mare.

Un meeting di una settimana, finalizzato all’incontro tra gli studenti europei, attraverso scambi di esperienze, ricerche scientifiche, laboratori, approfondimenti.

Dopo l’apertura dei lavori da parte del Presidente del Consiglio Comunale Avv. Antonio Intartaglia, e del saluto affettuoso del Sindaco Raimondo Ambrosino, sono iniziati gli interventi in traduzione simultanea in lingua inglese, grazie ai nostri docenti di lingua e ad un gruppo di nostri  studenti e studentesse.

La  Dirigente Prof.ssa Maria Saletta Longobardo ha voluto sottolineare il grande valore pedagogico e formativo dell’esperienza in atto che ha coinvolto con entusiasmo  docenti e studenti.

L’Assessore all’ambiente, Titta Lubrano Lavadera, ha presentato il lavoro svolto fino ad oggi a Procida proprio sul tema del “Riduzione dei rifiuti, Riuso degli oggetti, Riciclo dei materiali”.

La Consigliera Carmen Muro, attraverso una serie di proiezioni, ci ha portati nello spazio per farci prendere coscienza della necessità di doverci tutti impegnare a salvare la Terra da ogni forma di inquinamento.

Infine l’Assessore Rossella Lauro ha comunicato all’assemblea  l’impegno, condiviso all’unanimità dal Consiglio Comunale di Procida,  nella condivisone del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e di come Procida stia già lavorando per la riduzione dell’emissione  di anidride carbonica nell’atmosfera.

Il clima che si è creato nella sala è stato fin dall’inizio festoso e di piena accoglienza degli ospiti che hanno più volte ringraziato per la calorosa ospitalità ricevuta da Procida. Le relazioni sono state ascoltate con grande interesse ed attenzione.

Con il bellissimo canto Roll up our sleeves,  creato per l’occasione da Angela Muro e Vincenzo Cacciuttolo,  cantato dalla band di studenti e studentesse procidani, creata per l’occasione, si è poi concluso l’incontro: Reduce, reuse, recycle everything/ the only way/ to save the living beings.

La partenza degli ospiti è prevista per sabato 30 aprile 2016, con un arrivederci per i nostri studenti in Francia  nel prossimo anno scolastico.

A cura di Vivere Procida

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Un interessante laboratorio sulle opportunità europee

Alla presenza degli studenti procidani aperto lo Sportello Europa

 

Voluto dall’Assessore alle politiche giovanili Rossella Lauro, è stato inaugurato mercoledì 20 aprile 2016 lo Sportello Europa presso il Comune di Procida che sarà aperto il martedì e giovedì dalle 10.00 alle 12.00.

Una istituzione di grande utilità, presso la quale i giovani potranno ricevere tutte le informazioni riguardanti le opportunità di lavoro, di studio e di volontariato in uno dei paesi membri dell’Unione Europea.

In occasione dell’apertura dello Sportello Europa,  si è svolto, presso la sala Consiliare, un interessante laboratorio sulle opportunità europee, con due giovani operatori culturali, Luciano e Lorena,  che hanno incontrato un nutrito gruppo di giovani, prevalentemente studenti dell’Istituto Superiore di Procida  presenti con i  loro docenti.

Molti gli argomenti trattati e ma quello che ha più interessato i presenti è stato la presentazione dello SVE (Servizio Volontario Europeo). Un servizio di volontariato  per i giovani da 17 a 30 anni che  hanno l’opportunità di entrare in contatto con nuove culture, esprimere solidarietà verso gli altri, rafforzare ed acquisire nuove competenze linguistiche e capacità utili alla loro crescita personale e professionale.

I giovani che sceglieranno di usufruire del progetto SVE, verranno accolti, nei vari paesi da organizzazioni non governative, associazioni non profit, enti locali.

Verrà  garantito  viaggio di andata e ritorno, eventuale preparazione linguistica, formazione per l’attività da svolgere, vitto e alloggio, copertura assicurativa, un tutor per tutta la durata del progetto, un pocket mensile.

Si richiede solo il diploma. La durata può variare da due e 12 mesi

Si è poi parlato del progetto Erasmus per gli  studenti universitari e del il progetto relativo al lavoro artigianale.

In chiusura l’Assessore Lauro ha ringraziato i due operatori, i docenti  e i giovani presenti, invitando tutti ad approfondire i temi trattati per  mettere a frutto la presenza dello Sportello Europa   a Procida.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 
  • bello 
  • interessante 

Omaggio a Procida

omaggio a procida

La primavera dei monumenti

“Noi studenti dell’isola di Procida saremo gli artefici, durante i primi tre fine settimana di maggio dell’iniziativa OMaggio a Procida, legata al Maggio dei Monumenti napoletano. Attraverso una partecipazione attiva, intendiamo riappropriarci della nostra identità, della nostra cultura e delle nostre tradizioni offrendo ai turisti l’occasione di essere accompagnati in un itinerario alla scoperta delle bellezze di Procida.”


 

 

OMaggio a Procida: Il comunicato

Il Comune di Procida, nell'ambito delle iniziative di promozione turistica dell'isola e del suo patrimonio culturale, organizza, dopo Giardini aperti, OMaggio a Procida: tre fine settimana tra arte e cultura con protagoniste le scuole dell'isola di ogni ordine e grado.

Nei giorni sabato 7 e domenica 8 maggio, gli studenti dell’Istituto Superiore, degli indirizzi liceali e tecnico-nautico, racconteranno storie di palazzi, chiese, vita e tradizioni, in un percorso che si articolerà lungo tutto il centro storico. L’attività si integra con le iniziative del progetto Procida, isola del Mediterraneo, porta d’Oriente attraverso il quale l’Istituto “F. Caracciolo – G. da Procida” è stato inserito nella rete delle scuole UNESCO.

I protagonisti dei giorni sabato 14 e domenica 15 maggio saranno gli studenti dell’Istituto Comprensivo Procida 1° C.D. - Capraro. Essi racconteranno gli angoli più suggestivi dell’architettura procidana mettendo in scena, in abiti d’epoca, i fatti della Repubblica napoletana del 1799, svoltisi sull’isola. Rappresenteranno, inoltre, l’apparizione di San Michele, Patrono di Procida.

Il giorno sabato 21 maggio, i bambini dell’isola svolgeranno una gara di pittura estemporanea presso Marina Corricella. Domenica 22 maggio, a chiusura dell’iniziativa, la gara di pittura estemporanea, lungo tutto il centro storico, sarà estesa a tutti coloro, adulti e bambini, che vorranno partecipare. Tale iniziativa sarà svolta in collaborazione con l’Associazione culturale “Isola di Graziella”.

OMaggio a Procida nasce da un’idea dell’assessore alla cultura Nico Granito, docente di arte presso l’istituto Superiore. L’organizzazione e la comunicazione dell’iniziativa è affidata alle classi terze del Liceo Linguistico, nell’ambito del progetto Alternanza scuola lavoro, seguito dall’assessore Rossella Lauro e da tutor aziendali e scolastici.

Vi invitiamo a prendere parte all’iniziativa e chiediamo gentilmente conferma di partecipazione.


Contatti:

Stato lavori pubblici: Metanizzazione, Marina Corricella, Waterfront

 

Informiamo i cittadini che i lavori di metanizzazione procedono alacramente con due squadre; la prima operante nella Vigna e la seconda  nei pressi del Cimitero e di Ciraccio.

Ad oggi sono stati completati i lavori di via Principessa Margherita. Per gli altri tratti di strada, i lavori riprenderanno dopo Pasqua.

Abbiamo ritenuto opportuno riqualificare in questa zona l’impianto idrico, ormai obsoleto, coinvolgendo la SAP ed anche la Società per la pubblica illuminazione per creare una rete aggiuntiva di sottoservizi.

La seconda squadra, quella che sta lavorando nei pressi del Cimitero, sospenderà i lavori  mercoledì 23 marzo 2016, garantendo la consueta transitabilità pedonale e carrabile delle strade  interessate dai lavori, avendo cura di rispettare tutte le norme di sicurezza.

Pertanto i semafori saranno spenti dal 23 fino al 29 marzo 2016 per consentire il solito percorso di viabilità per Ciraccio. I lavori riprenderanno il 30 marzo 2016. Ne seguirà una comunicazione più precisa.

Anche in zona Cimitero-Ciraccio con i lavori di metanizzazione si sta effettuando un lavoro di pulizia e riqualificazione dell’impianto idrico e fognario senza escludere  un miglioramento del manto stradale.

Massima attenzione e tempestività sono state date all’intervento urgente di Marina Corricella, dove  una vera calamità si è abbattuta nel borgo con grave danno alla strada, mettendo a dura prova la vita di una parte della comunità locale che non ha potuto più accedere al borgo e a via San Rocco.

Pertanto, gli uffici comunali preposti, hanno profuso il massimo dell’impegno sapendo di lottare contro il tempo per evitare che la voragine, che si è creata sotto il manto stradale non si allargasse ulteriormente, con conseguente pericolo per le abitazioni.

E’ stato chiesto alle maestranze lavorative un impegno costante e  il più rapido possibile per arginare i pericoli che i tecnici avevano evidenziato. Si è lavorato senza soluzione di continuità  per l’incolumità delle strutture  e primariamente  per la serenità dei cittadini.

Qualche interruzione, dovuta ad interventi ispettivi da parte della Capitaneria e delle Forze dell’Ordine, ha messo in allerta la popolazione e creato qualche apprensione. Ma con nostra viva soddisfazione gli Uffici comunali hanno potuto mostrare che ogni operazione è stata legalmente avviata e che niente di irregolare era stato posto in essere. Per cui, nonostante  la sofferta interruzione, i lavori oggi sono subito ripresi  e si è in fase di ultimazione.

Speriamo che prima di Pasqua si possa riaprire l’intero tratto crollato per dare normale mobilità agli abitanti della zona.

Possiamo infine dire che anche  il progetto Waterfront  è in chiusura a Marina Grande e sicuramente nei giorni di Pasqua potremo tutti godere  i benefici ambientali  e l’ultimazione dei lavori che il progetto ha messo in essere.

A cura della redazione di Vivere Procida 

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • noioso 
  • utile 
  • mediocre 
  • bello 

#abassavoce con Nati per Leggere: nell’isola bella fioriscono storie …

Logo Nati per Leggere

 

Protocollo d’intesa tra il Comune di Procida e il Coordinamento Regionale di “Nati per Leggere” (NpL), progetto a cura dell’Associazione Culturale Pediatri ACP, dell'Associazione Italiana Biblioteche AIB e del Centro per la Salute del bambino onlus.

“Nati per Leggere” sostiene l’importanza dell’abitudine alla lettura ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età, per favorire una crescita armoniosa sia sul piano affettivo-relazionale sia su quello cognitivo.

 

 

Video: Nati per Leggere di Nati per Leggere su Vimeo.

Il Comune, rappresentato da Rossella Lauro, assessore alle politiche giovanili,  promozione e comunicazione e da Carlo Massa, assessore alle politiche sociali, ha intenzione di pianificare azioni locali di attuazione del programma NpL, coinvolgendo soggetti pubblici e  privati, in  particolare pediatri, operatori sanitari, bibliotecari, educatori di asili nido, insegnanti.

L’adesione formale alle linee d'indirizzo del programma NpL si concretizzerà, da parte del Comune, nell’ allestimento  di uno spazio comunale conforme allo standard NpL denominato "Punto Lettura Nati per Leggere", adatto all’accoglienza di bambini di età compresa tra 0 e 6 anni accompagnati da adulti.  

Le famiglie dei bambini 0/3 anni e dei nuovi nati di ogni anno, saranno ampiamente sensibilizzate attraverso il materiale informativo di NpL e attraverso i canali istituzionali (ufficio stampa, sito web, social network). Riceveranno una lettera con l'invito a frequentare il Punto Lettura NpL e il Comune cercherà di sostenere il "dono del libro" per tutti i nati dell'anno, attraverso sponsorizzazioni e/o contributi privati.

È prevista poi la costituzione di un patrimonio librario, periodicamente  incrementato, destinato alla fascia d'età 0/6 anni.

Il Coordinamento Regionale “Nati per Leggere” Campania, da parte sua,  supporterà lo sviluppo dei progetti locali coinvolgendo molteplici professionalità e organizzando percorsi formativi per gli operatori e i lettori volontari coinvolti. Inoltre svolgerà attività di coordinamento per la realizzazione dei progetti locali.

Referente Locale per il Coordinamento Regionale NpL Campania è designata Lisa Costagliola.

Il prossimo appuntamento con Nati per Leggere è previsto per domenica 28 febbraio alle ore 16,00 presso la Casa Comunale.

 

A cura della Redazione Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso