sara esposito

“La donna è crescita e civiltà”. Intervista alla Consigliera Delegata alle pari opportunità Sara Esposito

Grande mobilitazione delle donne nel mese di Marzo a Procida. Una novità nel panorama delle iniziative culturali. Rivolgiamo pertanto alla Consigliera delegata per le “Pari Opportunità” Sara Esposito qualche domanda, per sapere cosa bolle in pentola e quali gli obiettivi di questa nuova esperienza.

Vivere Procida: Sappiamo che la donna è da sempre stata protagonista silenziosa nella vita procidana; tenace e sicura ha affrontato con coraggio le tempeste della storia, ha tenuto insieme la famiglia nei momenti più drammatici, ha curato ferite, ha sofferto lontananze ed ha sperato sempre  nella rinascita dell’isola. Molte donne sono oggi protagoniste nelle  associazioni culturali presenti nelle varie comunità; le abbiamo viste schierarsi apertamente nelle manifestazioni nate per difendere la struttura ospedaliera e Procida. Da dove nasce questa proposta di dedicare un mese alle donne? 

Sara Esposito: L’idea di creare con le donne un calendario di eventi nel mese di Marzo ed offrirlo all’intera comunità e soprattutto alle figure femminili, è stata sempre presente nell’intera Amministrazione Comunale. Il manifesto politico de “la Procida che vorrei” è stato frutto di un’intensa collaborazione con le donne procidane. Finalmente oggi prende forma e trova la giusta realizzazione. Un calendario immaginato, pianificato e realizzato con il prezioso contributo del comitato spontaneo “Marzo Donna” promosso dalle Signore Cecilia Costagliola e Rachele Lubrano che già hanno dato un grande impulso alle manifestazioni per l’Ospedale.

V. P.:Sappiamo che nel passato  il movimento creato dalle donne in tante città del mondo, settorializzandosi, non sempre ha prodotto amalgama e interazione nella comunità, con la conseguenza di produrre effetti non positivi ai fini di una crescita del bene relazionale e dell’armonia sociale.

S.E.: Non credo che Procida corra questo rischio, anche perché la donna, qui da noi, ha sempre rivestito un ruolo principale nella vita della comunità locale. Quindi non c’è rivendicazione di diritti ma soltanto un affermare che ogni società equilibrata e armoniosa non può non tenere conto del contributo della donna, della sua sensibilità, del suo impegno generoso rivolto sempre al bene comune. Le iniziative distribuite in tutto il mese di marzo 2017 nascono proprio dal desiderio di sottolineare e promuovere sempre meglio il ruolo della figura femminile nella comunità isolana. Gli eventi spaziano per argomenti ed aree di interesse, e cercheranno di stimolare la società isolana sull’ argomento, e promuoveranno messaggi di condivisione e partecipazione… fondamentali in una “società sana”.

V.P.: Quale iniziativa fra le tante che si attueranno in questo mese, ti piace evidenziare?

S. E.: Nel ambito delle iniziative si è cercato di dare spazio ed importanza alle giornate dedicate alla prevenzione e al  “vivere sano”. A tal proposito si è creata una importante sinergia tra l’Amministrazione Comunale e la Direzione Sanitaria Distrettuale di Ischia e Procida, nella persona della Dottoressa Carmela Aiardo Esposito per il convegno che si terrà il 14 marzo presso la Sala Consiliare. LA PREVENZIONE È VITA! Si affronterà, tra l’altro, il tema della prevenzione per il carcinoma alla mammella. 

V.P.: Nel ritrovarvi insieme per definire il calendario delle iniziative quale metodo avete attuato?

S. E.: È stato importante e fondamentale l’ascolto reciproco e la condivisone di idee e di esperienze prima di mettere “nero su bianco”. Mi è sembrato un momento di grande ricchezza umana e sociale in quanto  le idee di molte donne della nostra isola hanno evidenziato la grande ricchezza di contenuti e di sapienza nata dall’esperienza… Sento, pertanto, di poter affermare che questa I ͣ  edizione di “Marzo Donna” nasce proprio da una  profonda comunione di contributi offerti dalle donne presenti ai lavori di preparazione. Un grazie sincero a chi ha lavorato spontaneamente, con passione ed interesse all’intero progetto. 

V.P.: Non finirà con marzo, quindi, questo impegno delle donne a Procida?

S.E.: Sarebbe una forte contraddizione con quanto affermato prima, se tutto si fermasse a marzo 2017. L’impegno delle donne  c’è stato nel passato, c’è oggi e ci sarà nel futuro. La presenza di un buon numero di donne nell’attuale Amministrazione ne è il segno più evidente. Oggi poi, con la delega per le “Pari Opportunità”  mi sento impegnata ancor di più  a promuovere la presenza delle donne in ogni ambito sociale e politico e sono grata al Sindaco Raimondo Ambrosino che ha voluto affidarmi questa ulteriore incarico.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso 

“Mi guardo indietro e mi accorgo di aver seminato bene”. Intervista alla Dr.ssa Sara Esposito, Consigliere per il Decoro urbano

COMUNICATO STAMPA
COMUNE DI PROCIDA

 

E’ passato un anno e mezzo dalle elezioni; come vedi questi mesi del tuo nuovo impegno amministrativo nel Comune di Procida?

Nel ripercorrere la strada fatta e nell’immaginare di pianificare quella da percorrere non mi allontano dall’idea (che per me rappresenta uno dei principi vita) di far scoprire e riscoprire la passione e l’amore per il posto in cui si vive, in un momento particolare della storia, in cui i cambiamenti sociali spingono l’individuo a chiudersi in se stesso e a vivere senza un orizzonte complessivo di senso.

Quali i temi di fondo che hanno ispirato la tua attività politica?

Come Amministratore di un’isola, dove ho scelto di vivere con la mia famiglia, continuo a credere profondamente sui temi dell’educazione,  della partecipazione responsabile, dell’analisi dei bisogni delle realtà locali, avendo sempre ben presente il rispetto e la condivisione di sensibilità e pensieri divergenti… temi sui quali mi sento di lavorare in sinergia con tutti gli Amministratori.

Partendo da questi ed altri saldi principi, come quello della trasparenza e della lealtà, sento di aver svolto con passione, dedizione e responsabilità il mio impegno politico in quest’anno che si appresta alla fine, di aver almeno seminato.

E’ stato sempre possibile il dialogo con i cittadini?

Sappiamo che dialogare con i cittadini è un obiettivo che ci siamo posti come Amministratori. Un obiettivo non facile in quanto i cittadini non erano abituati a questo tipo di rapporto con i politici.

Tuttavia, posso dire che, con piacere, sensibilità e rispetto, ho cercato di mantenere e favorire il dialogo con i cittadini, un dialogo che il più delle volte porta ad un importante confronto, senza il quale ritengo sia impossibile conoscere e monitorare l’azione politica. Ritengo, infatti, che la dialettica politica vada sempre subordinata alla ricerca di convergenze possibili.

Il più delle volte il dialogo/confronto mi ha portato ad azioni ed iniziative concrete come quelle che si sono susseguite in primavera… squadre di volontari all’opera sul territorio per restituire alla nostra isola bellezza e decoro. Momenti di partecipazione e condivisione che in alcune giornate hanno visto come protagonisti i bambini, con il gruppo di DecoriamoCi. A tal proposito ricordo che in quella stagione in Consiglio Comunale fu approvato il Regolamento per lo svolgimento di attività di Volontariato. Con l’approvazione di tale strumento, la collettività gode, a mio avviso, di una delle forme più alte di democrazia umana e sociale. Quindi un importante riconoscimento per tutti quei cittadini che, scegliendo azioni di volontariato, aggiungono valore alla propria vita.

Il Sindaco ha più volte richiamato la necessità di lavorare per il bene comune, spesso erroneamente inteso come somma di beni individuali. Un andare quindi  in controtendenza: Ti è stato facile muoverti in questa direzione?

Abbiamo iniziato alcune azioni proprio finalizzate a questo importante obiettivo. La prima è stata quella sulla pulizia e cura delle spiagge. Nel desiderio di far vivere ad ogni singolo cittadino l’importanza che si ha nell’edificazione  del Bene Comune abbiamo accolto nel corso di quest’anno varie proposte importanti; ad esempio ricordo l’iniziativa sulla Prevenzione del Diabete con i giovani professionisti dell’Isola, tenutasi a Maggio; l’adesione e la partecipazione alla “giornata del bambino prematuro”…World Prematurity Day, e tutto il lavoro svolto con i ragazzi degli Istituti Superiori per la preparazione alla giornata internazionale contro la violenza di genere. Incontri questi ultimi che hanno avuto tra gli obiettivi quello di sensibilizzare, dialogare e condividere un tema che il più delle volte si cela dietro comportamenti ed azioni in apparenza lontani dalla violenza propriamente detta. Il 27 Novembre,  anche l’Isola di Procida ha aderito alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con molti giovani oggi più consapevoli di un fenomeno ancora molto diffuso e purtroppo presente in maniera trasversale su più livelli. Ricordo anche che in quella giornata si è dato il via ad un progetto più ampio, in sinergia con l’Ambito n.13, che ha visto l’apertura di uno sportello di ascolto  “Non da Sola ” attivo due giorni a settimana presso la Casa Comunale.

Una caratteristica del tuo lavoro venuta molto in evidenza è stata la partecipazione dei bambini a tanti momenti significativi, collegando così strettamente il problema del decoro a quello educativo. Una novità assoluta di grande valore sociale a cui la politica procidana non era abituata.

Siamo convinti che  se si vuole incidere socialmente bisogna partire dai bambini. Proprio in estate accogliendo richieste e desideri per i più piccoli, attraverso una Manifestazione di Interesse abbiamo realizzato il cartellone degli eventi estivi rivolto ai bambini, facendo collaborare e mettere in sinergia le realtà associative territoriali che operano con i più piccoli.

In questo ultimo periodo, inoltre, mantenendo la promessa fatta lo scorso anno al “Giro in Bici per l’isola”, abbiamo preparato per i bambini momenti informativi e formativi sulla sicurezza in strada… con l’aiuto delle Forze dell’Ordine. In quelle giornate veniva lanciato e promosso il progetto di volontariato civico “Puliziotti” a tutela dell’ambiente e decoro dell’isola. 

Senza per questo trascurare la sinergia con le istituzioni scolastiche…

Certamente. Con l’apertura dell’anno scolastico insieme all’Assessorato partecipato Ambiente e Decoro abbiamo incontrato le Dirigenti Scolastiche mettendo a fattor comune il desiderio di condividere con le Istituzioni Scolastiche un  tassello di fondamentale importanza per la  crescita educativa e culturale, progetti e percorsi interdisciplinari che partono dalla cura del posto in cui si vive.

Guardi con speranza al futuro?

A mio avviso la partecipazione, l’agire responsabile si costruiscono dal basso, non stancandosi mai di ” mettere a conoscenza “, offrire competenze e progettualità ,  rispettando la gradualità necessaria al conseguimento di ogni obiettivo più strettamente legato a radici culturali.

È da momenti come questi ultimi e da quelli che interessano soprattutto i più piccoli ad esempio “DecoriamoCi il Natale “, che ha visto la Casa  Comunale ricca di sorrisi, idee, fantasia e sogni da parte dei bambini,  che faccio il pieno di energie, passione ed entusiasmo nel portare avanti la mio impegno politico. Un impegno importante in cui ogni scelta fatta è in vista del Bene Comune e che non va misurata sulla sola efficacia immediata, ma soprattutto sulla valenza e sul ruolo educativo al servizio di tutti.

Colgo l’occasione  per fare i miei AUGURI di BUONE FESTE a TUTTI… dai più piccoli ai più grandi, dai più “forti” ai meno “forti”, dai più ottimisti ai più pessimisti… ricordando che la FELICITÀ è un percorso… dove ognuno sceglie il proprio!

 

 

A cura della Redazione di  Vivere Procida

Cosa pensi di questo contenuto?
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante 
  • bello 

Secondo incontro dell’Amministrazione con la cittadinanza

selfie-la-procida-che-vorrei

Ieri 13 ottobre 2016, nella ex Chiesa di san Giacomo si è svolto un secondo incontro dell’Amministrazione con la cittadinanza. Presenti il Vice Sindaco Titta Lubrano Lavadera e Sara Esposito, Consigliera Delegata per il verde e decoro.  Entrambe hanno aggiornato i presenti sulla realtà ambientale e sulle iniziative svolte nell’ambito del progetto “decoro”. Logicamente grande spazio è stato dato alla raccolta rifiuti solidi urbani  e ai problemi ad essa connessi, soprattutto in merito alla formazione dei cittadini alla raccolta differenziata, oggi giunta al 76%, e all’incidenza economica molto alta sul bilancio comunale, con un costo complessivo di 3 milioni e 200 mila euro all’anno.

Sara Esposito ha potuto dare le linee metodologiche del suo lavoro con un gruppo di volontari per il “decoro” che si riunisce ogni settimana e che punta prevalentemente alla formazione dei ragazzi.

Sono emerse alcune critiche  da parte del  pubblico presente,  accolte positivamente dall’Amministrazione, in particolare si chiedeva una maggiore attenzione alla pulizia delle strade, delle spiagge anche in autunno, ma soprattutto un impegno più deciso sul problema traffico in quanto esso è strettamente legato alla salute dei cittadini.

Considerato  il ridotto numero di dipendenti comunali, emergeva la necessità dell’impegno di cittadini volontari  che oggi hanno la possibilità di impegnarsi per le necessità comunali, in quanto il Consiglio comunale ha deliberato in merito approvando un regolamento speciale.

E’ emersa inoltre la realtà più nuova dal punto di vista sociologico che la nuova Amministrazione sta adottando.

Il cittadino era abituato nel passato  a rivolgersi al Sindaco essenzialmente per i propri interessi, per risolvere i propri problemi, al di là di quelle che erano le esigenze collettive.  Il benessere dell’intera collettività, la dimensione comunitaria non erano sempre a fuoco. Oggi Raimondo Ambrosino e la sua squadra hanno preso un impegno forte e di grande responsabilità, che  punta ad un inversione di tendenza rispetto al  modo consueto di intendere il rapporto tra cittadini e politici: sulla base dei diritti fondamentali sanciti dalla nostra Costituzione occorre aiutare i procidani a declinare le necessità dell’intera collettività e i processi di attuazione per soddisfare tali necessità, per realizzare lo scopo dei ogni azione politica che è il bene comune.

Perché questo possa attuarsi è necessario ritrovare  uno spirito unitario per puntare a questo bene comune che non è mai la somma di beni personali. Un lavoro nuovo e non facile che si potrà realizzare solo a condizione che tutte le agenzie educative del territorio accolgano l’invito del Sindaco per promuove ad ogni livello questo spirito comunitario.

Certamente l’incontro, vissuto con estrema sincerità e franchezza sia da parte degli Amministratori sia da parte del pubblico  ha sottolineato molto la novità dell’attuale impegno politico , ma anche evidenziato quelle eventuali resistenze da sconfiggere.

Il dibattito rimane aperto e viene rimandato al terzo appuntamento che ci vedrà tutti proiettati sui lavori pubblici e sulle politiche giovanile con l’Assessore Rossella Lauro.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

A Procida saranno installati 3 defibrillatori, grazie alla generosità dei procidani

defibrillatori 1

Ogni anno in Italia si registrano circa 60 mila decessi per morte cardiaca improvvisa, la maggior parte dei quali sono provocati dalla fibrillazione ventricolare, una grave aritmia cardiaca che si risolve solo applicando una scarica elettrica al cuore.

Grazie alla Legge n.120 del 3 Aprile 2001, oggi chiunque può intervenire tempestivamente, in attesa dell’ arrivo dei soccorsi; è sufficiente conoscere poche semplici manovre e avere a disposizione un Defibrillatore.

Partendo da questi dati e considerato che come Amministratori desideriamo offrire alla nostra Isola una serie di confort e garanzie per il benessere di ciascun residente ed ospite che sceglie Procida come meta per i propri soggiorni, lo scorso anno abbiamo iniziato una campagna informativa e di sensibilizzazione per la raccolta fondi per l’acquisto di DEFIBRILLATORI.

L’iniziativa si è conclusa l’8 luglio 2016 in Piazza Marina Grande con un momento festoso, allegro ed informativo.

Tanti i Procidani e Turisti che hanno gioito con noi ed hanno partecipato ai vari momenti previsti: musicali, ludici per i più piccoli, di degustazione che hanno fatto da cornice alla simpatica e necessaria Asta che si è svolta a fine serata.

Come al solito “Procida”, quando intercetta esigenze profonde  di solidarietà, lealtà, condivisione e collaborazione risponde positivamente. La qualcosa si è ripetuta nella manifestazione finale dell’8 luglio a Marina Grande: sorrisi, gioia, disponibilità incondizionata hanno caratterizzato questo grande momento di solidarietà.

Da oggi abbiamo, quindi, la possibilità reale e concreta di installare tre Defibrillatori e precisamente a Piazza Olmo, a Chiaiolella e a Corricella. Inoltre grazie all’azienda che fornirà ed installerà questi importanti strumenti riusciremo a realizzare corsi di formazione per decine di cittadini che vogliono imparare l’utilizzo dei DEFIBRILLATORI.

Fin dall’inizio abbiamo creduto nel progetto, pur sapendo che, anche qui, la strada sarebbe stata lunga ed in salita, e continueremo a credere  nella solidarietà e nella nobiltà d’animo dei Procidani ed è per questo che oggi con grande orgoglio ringrazio a nome di tutta l’Amministrazione ogni singola persona che ha contribuito economicamente, moralmente, mentalmente ed emotivamente al raggiungimento di questo ottimo risultato.

Consigliera Dott.ssa Sara Esposito

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • bello 
  • utile 
  • mediocre 
  • noioso 

Campagna di prevenzione del diabete e della sindrome metabolica

campagna diabete sindrome metabolica

Riceviamo dalla Consigliera Dr.ssa Sara Esposito  la seguente nota sulla campagna gratuita  di “Prevenzione del Diabete e della Sindrome Metabolica”, che si è  svolta domenica 8 maggio 2016 in piazza Marina Grande e che ha rappresentato un primo momento di concreta sensibilizzazione, con la partecipazione di un buon numero di cittadini:

“Giovani medici, infermieri e volontari dell’isola hanno condotto in modo eccellente ed esemplare l’iniziativa che prevedeva: misurazione della pressione arteriosa, della glicemia e della circonferenza vita, fattori di rischio per il diabete e per le malattie vascolari e cardiache.

Al termine degli esami effettuati c’è stato un momento di confronto da parte dei medici,  per offrire ai cittadini, dopo l’esame dei valori registrati, indicazioni importanti sullo stile di vita e sull’alimentazione da seguire.

I singoli pazienti che si sono sottoposti ai vari test sono stati informati sui risultati e  sui fattori di rischio del diabete e della sindrome metabolica.  

Riportiamo qui di seguito in maniera anonima i dati relativi a questa prima interessante iniziativa:

il totale dei cittadini sottoposti ad esame preventivo è stato di 99 persone, equamente distribuite fra maschi (51) e femmine (48), con un età media di 58 anni (da 31 a 86 anni).

Di questi, 11 sono risultati positivi a tutte e tre le misurazioni (pressione arteriosa, glicemia e circonferenza vita) e sono stati invitati a consultare il proprio medico per l’elevata probabilità di essere affetti da sindrome metabolica, mentre 27 sono risultati positivi a 2 su 3 criteri valutati.

Ai cittadini a rischio moderato o basso (1-2 criteri positivi), i volontari  hanno chiarito cos’è la sindrome metabolica, a quali rischi porta e quali sono i cambiamenti nello stile di vita, soprattutto nell’alimentazione, che permettono di prevenirla.

Un altro dato significativo, in trend con le statistiche nazionali ed internazionali sullo stato di salute, è che il parametro misurato che più frequentemente è risultato positivo è stata la circonferenza vita. Infatti, circa 2/3 dei soggetti testati è risultato avere una circonferenza vita maggiore del normale, a segnalare come, a differenza della pressione arteriosa e della glicemia, che vengono spesso “controllate” e per le quali, quindi, più spesso si instaura una terapia specifica, la circonferenza vita (e di conseguenza il sovrappeso, l’obesità) sia troppo spesso sottovalutata dai cittadini stessi che, forse, la ritengono una spia ‘meno importante’ del proprio stato di salute.

Quest’iniziativa ha permesso l’avvicinamento dei cittadini, a volte poco inclini a sottoporsi a controlli medici periodici, ad un tema importante per la salute collettiva come, appunto, le malattie metaboliche e cardiovascolari e le strategie di prevenzione

Come Amministratori sentivamo il dovere  di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della sindrome metabolica e dei rischi ad essa collegati e di esortare, quindi, chi è risultato positivo alle misurazioni a prendere in maniera  tempestiva misure cautelari  e preventive, rivolgendosi al proprio medico di fiducia in modo da intraprendere un percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione ad hoc.  

Ma volevamo anche  sostenere e dare fiducia a quei  giovani  che hanno scelto di intraprendere  l’attività medica o infermieristica,  attuando un esperimento di utilità pubblica fatto di professionalità, impegno, formazione e ricerca.

La loro risposta ad una nostra precisa richiesta è stata pronta e generoso e, pertanto   a nome dei cittadini tutti sento di esprimere un sincero e vivo ringraziamento a ciascuno di essi, con l’impegno di rendere questa iniziativa “la prima di una lunga serie”.

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • bello 

Prevenzione in piazza della Sindrome Metabolica

prevenzione sindrome metabolica

Domenica 8 maggio alle ore 10,30 il dottor Raimondo Di Liello insieme a un’équipe di giovani medici e infermieri procidani effettuerà ai cittadini interessati, la misurazione della glicemia, della pressione arteriosa e della circonferenza vita, fattori di rischio per il diabete e per le malattie vascolari e cardiache.

Si tratta di una  campagna gratuita di prevenzione del diabete e della sindrome metabolica  “Prevenire è meglio!”, organizzata dall’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali del Comune di Procida, Carlo Massa, e dalla consigliera Sara Esposito.

La campagna si rivolge a persone di età superiore ai 30 anni e non diabetiche, che potranno sottoporsi agli esami a digiuno o dopo una colazione leggera, portando se possibile  recenti esami del sangue.

I dati raccolti, in forma aggregata e anonima, saranno pubblicati sul portale di comunicazione del Comune: vivereprocida.it

 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • mediocre 
  • utile 
  • bello 
  • noioso 

Intervista a Sara Esposito – Approvato il Regolamento per l’impegno dei volontari

 

foto di Sara Esposito

Una delle novità più grandi di questa Amministrazione è sicuramente la presenza di molti volontari che danno il loro tempo gratuitamente per sostenere iniziative e progetti. Sulla scia dei molti “comuni virtuosi” (Anghiari, Frattaminore, Agerola…) ma anche delle “città per la fraternità” (Genova, Matera Potenza Norcia Todi Spoleto Recanati…) che hanno inserito nel regolamento dei loro comuni la presenza di volontari accanto agli uffici e agli Assessorati, anche il Comune di Procida si è dotato di uno specifico Regolamento comunale per lo svolgimento di attività di volontariato nelle strutture e nei servizi del Comune di Procida.

Dopo un lungo lavoro svolto nella Commissione, unitamente alla Minoranza, esso è stato approvato in Consiglio Comunale ed  è disponibile per tutti quei cittadini che sono interessati  ad averne una copia. Rivolgiamo alcune domande alla Consigliera delegata  al Decoro, Sara Esposito, che ha lavorato alla preparazione di esso.

Su quali principi si basa il nuovo regolamento relativo alla partecipazione dei cittadini, come volontari, nelle iniziative comunali.

 Sui principi base che regolano  lo statuto di ogni Associazione di volontariato, ossia: sussidiarietà, partecipazione, solidarietà e pluralismo.  Nel passato il volontariato veniva praticato in modo spontaneo perché la vita del paese era avvertita come qualcosa che riguardava tutti. La crisi della politica italiana, gli scandali, le inchieste giudiziarie che hanno portato allo scoperto operazioni di illegalità e corruzione hanno sempre più allontanato i cittadini dalla casa comunale che non è stata più sentita come casa propria.  Volevamo accorciare questa distanza che anche a Procida aveva  creato distacco tra i politici e i cittadini. Mossi da queste convinzioni abbiamo lavorato con grande impegno in Commissione (Maggioranza e Minoranza) alla stesura del Regolamento comunale per lo svolgimento di attività di volontariato.

Vi allineate in tal modo con quei comuni che hanno posto a base della vita politica la partecipazione dei cittadini alla vita politica, ma anche a quei comuni che sentono di impostare tutta l’attività su quel principio fondamentale della fraternità senza il quale anche la libertà e l’uguaglianza rischiano di non essere vissuti.

Ci è sembrato importante condividere tale scelta insieme alla Minoranza perché sempre più bisogna recuperare questo senso del confronto costruttivo all’interno delle compagini politiche, pur nel rispetto dei diversi  ruoli istituzionali.

Cosa diresti a quei cittadini che non ancora sentono questo desiderio di partecipazione?

Direi che con l’approvazione di questo strumento, doniamo alla collettività una tra le forme più alte di democrazia umana e sociale. In un momento di forte crisi, il volontariato si presenta come una risorsa preziosa, perché favorisce la trasmissione di valori, perché offre un aiuto concreto ai problemi del Comune e della società e perché stimola la crescita di cittadini migliori. I giovani che sono sempre in prima linea in queste azioni di volontariato hanno apprezzato questa scelta e ci sostengono. Logicamente non vogliamo forzare nessuno. Ma accogliamo con gioia chiunque voglia offrire il proprio contributo.

Quali benefici vedi per la realtà sociale di Procida?

Ogni attività di volontariato pone a base del suo agire il bene relazionale, ossia relazioni tra i cittadini improntate al rispetto, alla comprensione, alla ricerca comune, alla collaborazione…Per cui,  impostata bene ogni attività, quello che deriva dalle esperienze di volontariato è sempre e comunque la percezione di dare valore aggiunto alla propria vita, perché ci si ritrova arricchiti di nuove competenze e soprattutto di  capacità relazionali. Il volontariato è quindi un modo per vivere in modo attivo, per sentirsi pienamente integrati nella vita dell’isola.

Quale l’impegno dell’Amministrazione in tal senso.

Far si che la fraternità diventi sempre più categoria politica e sociale. Siamo persone, ossia  esseri sociali capaci di vivere bene con se stessi e con gli altri.

L impegno primario dell’Amministrazione sarà quello di diffondere l’importanza ed il “peso” di questo regolamento approvato attraverso iniziative sul campo, facendo si che possa nascere in ognuno il vero senso del bene comune, e la consapevolezza che, chiunque faccia parte di una comunità, può impegnarsi a far proprie le esigenze degli altri e ad essere in fondo più felici… “fare del bene facendosi del bene”.

L’Amministrazione Comunale si impegnerà pertanto a pianificare, coordinare e controllare (come da Regolamento ) ogni singola azione di volontariato… favorendo così una moderna coscienza collettiva del senso del dovere supportata dallo stesso Comune.

Quali progetti nell’immediato futuro…

Tra i primi “progetti” a cui l’amministrazione darà molta importanza… ci sarà quello di: “Adotta un aiuola e/o uno spazio verde… di proprietà del Comune “. Tale progetto con la collaborazione dei concittadini/volontari ci darà la possibilità di restituire alla nostra Isola maggior decoro…e dignità, rispetto del bene comune.

Dall’indifferenza  all’impegno dei cittadini…ci vorrà grande impegno.  

Niente si raggiunge senza fatica. Anche gli ideali più belli chiedono impegno costante. La motivazione al cambiamento deve essere dentro di noi e deve essere scelta ogni giorno. All’indifferenza vogliamo sostituire l’impegno, la solidarietà il donarci gratuitamente…E’ questo che ci dà gioia e rende più bella la vita.  C’è uno scritto di un autore anonimo che mi ha dato sempre  speranza, perché sposa perfettamente la profonda convinzione che ci spinge a lavorare in questa direzione: “Dormivo e sognavo che la vita era gioia… mi svegliai e vidi che la vita era servizio… volli servire e vidi che servire era gioia.”

 

A cura di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • noioso 
  • bello 
  • mediocre 
  • utile 
  • interessante 

La raccolta dei rifiuti: Convocata un’assemblea pubblica per venerdì 15 aprile 2016

L’Amministrazione comunale rende conto che la variabilità dei luoghi, delle strada, degli accessi ai condomini, delle strutture abitative  non sempre si raccordano con le procedure uniformi di raccolta dei rifiuti, per cui alcune volte si creano disservizi non dovuti a cattiva volontà ma a reali difficoltà pratiche di coordinamento.

Si impone, pertanto, una continua verifica dell’andamento del servizio.

A tal fine è necessario avere periodicamente un incontro tra gli Amministratori, i Responsabili del servizio e quei cittadini che riscontrano disservizi, problematiche varie,  onde arrivare a migliorare  le procedure  di raccolta e a valutare soluzioni ed opportunità conciliabili con le varie realtà abitative.

Per tale obiettivo si terrà venerdì 15 aprile 2016, alle ore 18, presso la Casa Comunale  un’assemblea pubblica alla quale sono invitati  tutti i cittadini interessati ed anche gli Amministratori dei Condomini.

Interverranno gli Amministratori Sara Esposito e Giuditta Lubrano Lavadera

A cura della redazione di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia utile
Cosa pensi di questo contenuto?
  • utile 
  • interessante 
  • noioso 
  • mediocre 
  • bello 

Non c’è Ambiente “sano” senza Decoro… Non c’è Decoro senza un Ambiente “sano”

13 marzo 2016

Domenica 13 marzo 2016, il gruppo dell’Assessorato partecipato “Ambiente e Decoro” si è radunato al “Belvedere della Chiaia” per accogliere concittadini (soprattutto i più piccoli) desiderosi di andare incontro alla Primavera.

“DecoriamoCi a Primavera”, il primo appuntamento sul territorio, per le strade dei quartieri e delle nostre Grancie.

Scopo dell’incontro è stato proprio quello di sensibilizzare i più piccoli e meno piccoli al “bene comune”, cercando di promuovere e far crescere senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente e del territorio.

I volontari dotati di piccoli attrezzi da giardinaggio e guantini… insieme ai propri genitori, zii e amici si sono presi cura delle “aiuole di Pizzaco”, dei muri abbandonati e ricoperti dalle erbacce, hanno potato e recuperato qualche pianta abbandonata all’incuria e, dove era possibile, piantato fiori colorati (come i colori della vita che rappresentano) e piante aromatiche dei nostri climi e delle nostre terre (le indicazioni e i suggerimenti sono stati raccolti da persone specializzate del settore).

Dopo l’importante lavoro di pulizia e cura, i bambini sono stati coinvolti in un gioco altamente educativo: “Bowling dei comportamenti virtuosi”.

 Forte l’entusiasmo, la partecipazione e la curiosità. Importante la tifoseria e straordinari i messaggi trasmessi.

Successivamente hanno condiviso il momento della merenda (gentilmente offerta dalla pizzeria del quartiere ).

A conclusione un momento di confronto e feed- back sul pomeriggio trascorso e sulle iniziative future. Anche questa volta molti i partecipanti che hanno risposto positivamente all’iniziativa: segnale importante che ci fa proseguire con passione e determinazione.

Altri “DecoriamoCi”, altre iniziative ci aspettano per questa Primavera… tutte volte all’impegno, alla condivisione e alla valorizzazione della nostra Isola.

I miei ringraziamenti vanno a tutti il gruppo dell’Assessorato partecipato che accompagnano me ed il Vicesindaco in queste iniziative del “decoro”, ai bambini… ai genitori e ai sostenitori “attivi” e “passivi”… a chi ci osserva e segue da lontano e che  invitiamo a scendere  in campo nei prossimi appuntamenti!

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia interessante
Cosa pensi di questo contenuto?
  • interessante 
  • bello 
  • mediocre 
  • utile 
  • noioso 

DecoriamoCi l’isola a Primavera

 

decoriamoci la primavera

Nell’imminenza della Primavera prosegue l’impegno del Comune di Procida nel progetto “DecoriamoCi l’isola”. Un impegno che ha già offerto momenti di grande valenza educativa e formativa per  grandi e piccoli.

Per troppo tempo abbiamo abbandonato come cittadini l’isola dove siamo nati all’incuria, pensando che i luoghi pubblici non hanno bisogno del nostro impegno e che spetta ad altri pulirli.

Il progetto “DecoriamoCi l’isola” recupera una dimensione di appartenenza vitale a Procida, e  in quanto procidani vogliamo prendercene cura  per lasciarla  alle nuove generazioni arricchita dal nostro impegno e dal nostro amore.

Noi tutti abbiamo il dovere di  rigenerarla con la nostra sensibilità al bello e all’armonia. Ed è quanto l’Assessore delegato all’Ambiente, Titta Lubrano Lavadera e la Consigliere delegata al Decoro, Sara Esposito, stanno cercando di recuperare nella nostra cultura.  Per molti decenni  l’isola ha visto il cittadino lontano dagli spazi vitali dell’isola:  strade, piazze,  belvederi, casali… essi  sono i luoghi  per  i cittadini che possono ritrovarsi  insieme come membri della collettività,  nella condivisione di momenti di intensa partecipazione e riscoprendo le proprie radici e la propria storia.

Procida oggi è grata a quanti si preoccupano di darle quel decoro che le spetta e non può che essere fiera di tanti suoi figli che con attrezzi di giardinaggio, colori, fantasia e creatività,  domenica 13  marzo 2016 alle ore 16, si porteranno  sul Belvedere  sulla Chiaia, uno dei posti più belli dell’isola,  per lanciare un invito alla bellezza  nella suggestione e nell’incanto di uno scenario tra i più belli al mondo.

Per l’occasione la zona  verrà resa pedonale.

Tutti i cittadini che sentono di dare il loro personale contributo sono vivamente attesi.

 

Dalla redazione di Vivere Procida

La maggior parte delle persone pensa che il contenuto di questo articolo sia bello
Cosa pensi di questo contenuto?
  • bello 
  • mediocre 
  • noioso 
  • utile 
  • interessante